Atto di diffida dall’amministrazione comunale. Il Nettuno non gioca la Coppa Italia

Pubblicato il Ago 5 2014 - 8:08pm by Giovanni Colantuono

Non c’è pace per il Nettuno BC. Nelle ultime ore si starebbe scrivendo l’ennesima pagina assurda di una storia che ormai è diventata pesante da sopportare. La notizia è clamorosa, il Nettuno BC avrebbe deciso di non partecipare alla seconda fase della Coppa Italia di IBL, la decisione sarebbe stata presa dal Presidente Piero Fortini con grande rammarico dopo un atto dell’amministrazione comunale di Nettuno avvenuto nelle ultime ore nei confronti della società. A seguito dei fatti, e per solidarietà nei confronti del nuovo Presidente, ci sono state le dimissioni dei dirigenti Alfonso Gualtieri, Marco Cestarelli e Aldo Ciarla.

Andiamo ai fatti. Dall’amministrazione del comune di Nettuno, a firma del dirigente Gianluca Faraone, viene protocollato nella data di sabato 2 agosto, un atto con cui si diffida il Nettuno BC all’utilizzo della corrente elettrica nell’impianto dello Steno Borghese. A tutti gli effetti un atto che impedisce al Nettuno di giocare la sua gara interna di Coppa Italia nello stadio nettunese.

L’atto viene indirizzato ad Antonino Maiozzi e non alla nuova dirigenza della squadra nettunese, e contiene la richiesta di pagamento per l’utilizzo della corrente elettrica nello stadio. Il documento viene indirizzato in via Cupa N°71 ad Anzio e allo stadio Steno Borghese. Viene di fatto consegnato ad un dirigente del Nettuno e successivamente viene fatto arrivare al Presidente Fortini.

Ci chiediamo com’è possibile che la notifica non sia stata inviata alla nuova sede del Nettuno inaugurata il 26 luglio scorso, inaugurazione alla quale era stata invitata l’amministrazione comunale stessa. In effetti quel giorno gli unici rappresentanti del Comune presenti erano l’Assessore allo Sport Luigi Visalli ed il consigliere comunale Mario Pitò.

In quella circostanza fu proprio l’assessore Luigi Visalli a sottolineare l’importanza dell’evento del ritorno della sede del Nettuno BC nel Palazzo Baronale della famiglia Borghese. Peccato che solo pochi giorno dopo è la stessa amministrazione comunale a dimenticare dov’è la sede del Nettuno.

Oltre alla sede, si dimentica anche che c’è una squadra che sta giocando a baseball. Fatto strano per Nettuno, visto che questo sport scorre nelle vene di tante gente, anche di molti che in quel Palazzo Comunale ci vivono praticamente tutti i giorni. Anche di chi magari fino a qualche tempo fa non mancava mai ad una partita di baseball, e magari con felpa e cappellino del Nettuno in bella mostra.

Oggi tutti dimenticano questi ragazzi che portano la scritta Nettuno sul petto, che il 15 agosto dovevano scendere in campo per dare battaglia in Coppa Italia e magari regalare ai tifosi una speranza per andare a giocare una finale importante. Tutto questo passa in secondo piano se un giorno prima e un giorno dopo, in quello stesso stadio, c’è da far cantare Alessandra Amoroso e far esibire Maurizio Battista.

Ad oggi, la redazione ha fatto delle verifiche, non risulta nessuna comunicazione alla dirigenza del Nettuno da parte dell’amministrazione comunale in merito agli eventi di spettacolo che si terranno allo Steno Borghese. Chissà, magari anche quella comunicazione è stata mandata al destinatario sbagliato.

La nuova proprietà era quindi ignara della situazione, solo nella giornata di lunedì il nuovo Patron del Nettuno sarebbe venuto a conoscenza della richiesta fatta dall’amministrazione comunale e del mancato pagamento dell’utilizzo della corrente elettrica per alimentare i fari dello Steno Borghese.

Sulla situazione la redazione di Baseballmania ha contattato nella giornata di oggi il Presidente Fortini che non ha rilasciato dichiarazioni, annunciando solo, per i prossimi giorni, una conferenza stampa per rendere pubblico quello che sta accadendo.

Alcune dichiarazioni sono arrivate dal Manager del Nettuno, Claudio Scerrato che suonano come una conferma dei fatti:

“Sono di ritorno proprio oggi da Tirrenia – ha dichiarato Scerrato – quindi non ho ancora indicazioni ufficiali. Ci sarebbe stata questa notifica dell’amministrazione comunale alla base di tutto. A me dispiace se effettivamente non giocheremo la Coppa Italia, perché con grande sforzo di tutti, ad iniziare dai dirigenti fino al mio staff e ai ragazzi, abbiamo meritato sul campo il risultato del passaggio del turno. Dimostrando il nostro valore nonostante anche l’assenza di Florian e qualche giocatore infortunato. Per quello che tutti noi abbiamo fatto quest’anno, il passaggio in Coppa è stato un ottimo risultato”.

Che pensi della situazione che si sta creando intorno a questa squadra e a questa società?

“Dico che vogliamo uscire da una competizione sconfitti sul campo da una avversaria e non sconfitti da fatti che non hanno niente a che fare con il baseball giocato – parole sacrosante del manager nettunese, che continua – questa società sta cercando di trovare serenità, sta cercando di uscire dalla profonda crisi in cui era caduta. Ci sono persone che stanno facendo il massimo per riuscirci e per ricostruire un futuro migliore, lavorando già su una programmazione per il prossimo anno, con l’intenzione di riportare a Nettuno molti talenti. Poi ecco che arriva sempre qualcosa per ostacolare questo lavoro. Penso che bastava considerare che c’è una competizione importante da portare a termine, e queste situazioni burocratiche potevano aspettare. Si sarebbero risolte a fine stagione”.

Le parole del manager Scerrato vanno proprio al centro della situazione.

Da alcune verifiche fatte dalla redazione, sembrerebbe che la Fibs sia stata già messa al corrente dei fatti e ci sarebbe anche la disponibilità dal Godo a partecipare alla seconda fase della Coppa Italia al posto del Nettuno.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

17 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Jesse 5 agosto 2014 at 20:52 -

    BASTA BASTA BASTA BASTA gridiamolo forte tutti i nettunesi. Adesso pure il comune si mette contro il baseball è una vergogna.

  2. giacomo 5 agosto 2014 at 21:29 -

    Vergogna
    Questi sono atti intimidatori per mettere I bastoni tra le ruota ad una nuova società che sta tentando di portare una ventata nuova nel besaball nettunese e che non accetta compromessi beceri,
    Giù le mani dal nettuno altrimenti ve la vedrete anche con noi TIFOSI.

  3. field 5 agosto 2014 at 22:34 -

    Tutto questo fa parte di tanti scherzi dei soliti personaggi con il supporto di tante lingue inzuppate nei glutei tra cui persone che dicono di amare tanto il baseball. Queste persone dovrebbero essere denunciate da tutti i tifosi e le persone attaccate a questo sport. Questa storia non quadra il 14 agosto e il 16 ci sara corrente per i concerti ma il 15 non ci sara per una partita di coppa italia… se ci sarebbe stata qualche sagra sicuramente ci sarebbe anche corrente… spero che queste persone tra cui tutta la vecchia società del nettuno bc possa un giorno avere tanta intelligenza per capire quanto siano stati sciocchi per no dire altro… comunque resta il fatto che le persone per bene sono sempre davanti ad un dito puntato e screditate da tanti invidiosi affamati di soldi e stadio… avanti presidente avanti fortini avanti nettuno bc… FORTINI FOR PRESIDENT.

  4. Redsox 5 agosto 2014 at 22:53 -

    Potete spiegare in poche parole ad un povero parmigiano (d’adozione) ingenuo che accidenti succede da due anni a Nettuno? Faide di potere? Politiche? Sportivo-politiche? Politico-sportive? Da che parte sta Bagialemani in tutto questo guazzabuglio che assomiglia sempre più a una telenovela? Mi piacerebbe capire ma ogni giorno ne capisco meno.

  5. derek jeter 6 agosto 2014 at 06:20 -

    Beh pensavamo di averle viste tutte a Nettuno ci mancava questa … ma forse non bisogna disperare sta gente ha i giorni contati gli si sta per abbattere contro uno tzunami e poi vediamo che fine faranno …. caro Presidente Fortini denunci tutti il Nettuno ha per convenzione la gestione dello steno Borgese se non sbaglio quindi si faccia sentire alzi la voce basta con sti giochetti sulla pelle del NETTUNO BC

  6. roberta 6 agosto 2014 at 07:45 -

    l’amministrazione comunale piuttosto “distratta” nel recapitare la missiva del comune molto attenta invece nel fare il conto delle spese al nettunobc nella fase clou della coppa diciamo che sulla tempistica l’amministrazione è fortissima!!! ma provvedimenti simili furono presi con la vecchia dirigenza che certo non brillava in puntualità nei pagamenti o l’enel la pagava il comune e anche il canone di locazione veniva “scontato” con la manutenzione (quale manutenzione?????) del campo.

  7. BELVA 6 agosto 2014 at 08:40 -

    con tutte queste denunce dei tifosi .la G.di F. cosa aspetta ad intervenire
    caro amico di Parma questi sono solo effetti speciali , quì a Nettuno il besabell lo rendiamo dinamico sotto tutti gli aspetti

  8. Angelo Introppi 6 agosto 2014 at 10:26 -

    Chi, in qualche modo, dimostra di non condividere la politica del numero uno, viene ostacolato.
    Non posso evitare di ricordare i torti che vennero fatti al Sanremo baseball dell’amico Renato Condò. Le vicende più recenti riguardano Carnevale e l’Urbe Roma. Voglio metterci anche il San Marino, ultimamente bersagliato. Adesso il nuovo Nettuno di Fortini.
    Sicuramente mi sfugge qualche altra società.
    Ormai il vaso è colmo.

  9. leo 6 agosto 2014 at 10:28 -

    L’importante è che poi, qualora il nettuno (come speriamo tutti) dovesse tornare a fare le finali in uno stadio gremito, non ci sia l’invasione-vetrina pre elettorale di sindaco, amministratori, porta borse varie ed eventuali.

    Tutti li carini a fare il tifo in tribuna

  10. Marilyn 6 agosto 2014 at 11:26 -

    Ma in tutto questo: il sindaco, con fascia tricolore????…ove !?!

  11. Tullio 6 agosto 2014 at 13:39 -

    E nel frattempo a Nettuno ci propinano sagre delle alici, delle cozze, della patate, dei funghi porcini e via dicendo tutto organizzato sappiamo bene da chi e dove……..
    Una volta era un campo di baseball con annesso palazzetto dello sport, ora e diventato la scusa per fare l’intera estate sagre paesane……
    Chissà forse se il Nettuno B.C. fosse andato in mano a chi sappiamo il problema dal Comune di Nettuno non sarebbe stato nemmeno sollevato (anzi forse le sagre le facevano direttamente sul diamante). Mah….

  12. federico 6 agosto 2014 at 14:00 -

    dove gioca le gare intene di coppa italia il nettuno2?
    Per capire le cose, forse occorre previamente rispondere a questa domanda?
    Ove fossero ospiti dello Steno, Pagano la luce?
    In seconda battuta, poiche’ non sono di Nettuno, mi chiedo: ma i dirigenti del nettuno2 per caso fanno politica locale?
    Quindi, ulteriore quesito: per caso si avvicinano le elezioni federali?
    La mia impressione e’ che il cambio di proprieta’ del Nettuno bc ha scompaginato i piani di qualcuno, che ha iniziato una lenta mancia alla conquista della piu’ titolata compagine italiana.
    Resistere adesso, per sbaragliarli definitivamente. Forza pres!
    Dagli ‘amici’ mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io

  13. massimo 6 agosto 2014 at 14:07 -

    EVVIVA MARIA!!………

  14. la perla del tirreno 6 agosto 2014 at 17:07 -

    solamente 1 schifo, a Nettuno ci sono gli esseri piu’ viscidi della terra,speriamo che fernando mancini ve manna’ a tutti in galera,che fortini ve denuncia’ su tutto quello che fate,adesso basta con questi abusi di potere,ma le autorita’ perche non intervengono?????intanto la giustizia arriva’ a tutti…..

  15. nettunese verace 7 agosto 2014 at 02:37 -

    Presidente fraccari , se veramente è amante del baseball ed è persona onestà faccia anche lei un gesto per farci vedere che sbagliamo a criticarla così aspramente, dia le dimissioni e le faccia dare anche ai suoi compari della millia e cerchio, alcuni personaggi biechi stanno cercando di affossare una società sportiva che sta cercando di resuscitare il baseball a nettuno, ci faccia vedere come si comporta un presidente, lasci la poltrona, noi siamo convinti che non lo farà mai. Siete intoccabili per ora, ma un giorno finirà il suo mandato e finalmente si toglierà di mezzo, lei che è il responsabile principale per il declino del baseball, da quando è alla presidenza non ne ha azzeccata una, ha solo pensato al proprio orticello, il giorno che andrà via come faranno i suoi compari? Ah ho capito!!! Avete già pronto il sostituto, sarà forse l’ammiraglio, se venisse eletto l’ammiraglio invece dei campi da gioco ci ritroveremo con ampie zone destinate a sagre paesane , avete cercato in tutti i modi di ostacolare il progetto nettuno bc, questo è sotto gli occhi di tutti, anche lei sig. Sindaco di nettuno, torni a fare il sindaco, perché ai cittadini sta dando l’impressione di fare il pr . Sempre in vetrina , tante promesse ma fatti zero, non si faccia mettere in ridicolo torni a fare il sindaco e controlli un po di più quello che succede nel palazzo comunale, dove si protocollano diffide nella giornata di sabato e cioè quando l’ufficio protocollo è chiuso, anche lei sig. Sindaco non ci sta facendo una bella figura. Si guardi interno e sgombri l’orizzonte da dicerie varie. Naturalmente tutte le cose dette nel mio scritto sono voce di popolo e non soltanto mie.

  16. marco 7 agosto 2014 at 13:12 -

    Adesso non vorrei dire…..vabbe che a Nettuno la situazione è un pò “strana” (per non offendere nessuno) ma se i dirigenti invece di dimettersi fossero andati a pagare la bolletta non era meglio?

  17. cristina 8 agosto 2014 at 10:25 -

    Caro Marco, la situazione è più complessa di quello che pensi, in primis nessuno della nuova società sapeva che ci fosse una bolletta da pagare, perchè la vecchia amministrazione ha ben pensato di tenere tutto per sè (come per altre cose del resto…), in secondo luogo nessun funzionario del comune ha mai notificato alla nuova dirigenza un’avviso di distacco e/o di richiesta di pagamento… di fatto il comune ha risolto il contratto comunicandolo alla vecchia società, inviando un messo nella vecchia sede… quando tutti sapevano che la sede era cambiata, visto che per tale trasferimento è stata fatta anche una festa in piazza marconi con tanto di assessore… e ti garantisco che a tutt’oggi la nuova dirigenza non conosce l’ammontare del debito (si dice 3.000,00) e in che modo pagarlo, per rimediare a questa situazione. Resta comunque il fatto che la Nuova Nettuno BC è stata diffidata dall’utilizzo dell’energia elettrica senza possiblità di appello!