Under21, scudetto al Nettuno Baseball City

Pubblicato il Set 21 2015 - 7:34pm by Redazione Baseballmania

Il Nettuno Baseball City, nel suo primo anno ti attività, si aggiudica il titolo di Campione d’Italia 2015 categoria Under 21, il titolo nazionale di maggior prestigio dopo la IBL e la A Federale . Il Nettuno Baseball City ha battuto in una finale a quattro – disputata sabato 19 e domenica 20 a Sesto Fiorentino – il Crocetta, lo Junior Parma e Redipuglia. Due vittorie per manifesta contro Redipuglia (10-0 all’ottavo inning) e Junior Parma (14-4 al settimo inning) hanno reso ininfluente la sconfitta per 3-1 contro il Crocetta. In questo modo il Nettuno Baseball City ha potuto portare nella Città del Baseball l’unico titolo nazionale della stagione 2015.

La società ringrazia per il prestigioso successo il Manager Fabrizio Piraino, i coach Marco Camusi e Gianni Mastropietro, il dirigente accompagnatore Michele Orefice e tutti gli atleti: Andreozzi Flavio, Bulfone Leonardo, Campagna Andrea, Chiariello Andrea, Colagrossi Leonardo, Cozzolino Federico, D’Alessio Davide, D’Auria Matteo, Dente Marco, Di Lorenzo Simone, Graziosi Andrea, Mercuri Mattia, Neri Nazzareno, Orefice Gabriele, Pecci Federico, Pinos Edoardo, Ricci Manuel, Taschini Paolo, Taurelli Angelo, Tomasi Flavio, Trinci Mario, Massari Simone.

Il raggiungimento di questo importante traguardo è stato possibile grazie al supporto dello sponsor Angel Service del patron Salvatore Masala e della collaborazione tecnica con il Nettuno 2 del Manager Alberto D’Auria e del suo staff, con il Nettuno Elite allenato dal Manager Pietro Cianfriglia coadiuvato dai suoi collaboratori, e con l’Anzio Baseball.

La conquista del tricolore rappresenta il primo passo verso il conseguimento di mete più ambiziose e tali da rendere lustro alla Città di Nettuno, ai suoi cittadini ed a tutti gli appassionati e sportivi che hanno reso la nostra città orgogliosa di una tradizione.

L’auspicio è che dalle prestazioni comunque positive delle altre compagini cittadine impegnate nelle categorie giovanili e da questa fondamentale vittoria possa aprirsi un tavolo di confronto con tutte le realtà del baseball giovanile nettunese al fine di costruire insieme un grande futuro”.

5 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Capitan Uncino 21 settembre 2015 at 20:19 -

    Ai ragazzi complimenti. Sulla squadra stenderei un velo pietoso, una volta si chiama Latina una volta si chiama Nettuno elite e un’altra volta si chiama Anzio ma i giocatori sono sempre i stessi o meglio sono tesserati sempre della stessa società che è il Nettuno due. Basta con questi giochetti che a Nettuno ne abbiamo le scatole piene, adesso dovevano fare pubblicità a questa nuova società che poi sarà quella che prenderà il posto del Nettuno due in ibl e hanno chiamato la under 21 in questo modo. Basta vedere la foto, e questa sarebbe una squadra che porta il nome della città del baseball, ma fateci un piacere, senza una cappellino, senza una maglia uguale all’altra. Il baseball nettunese è ben altro. Ribadisco bravi solo ai ragazzi che hanno giocato.

  2. Ongina 22 settembre 2015 at 06:12 -

    Complimenti ai neo campioni d’Italia.
    Complimenti comunque a tutte e tre le squadre che hanno terminato la Final Four con due vittoria e una sconfitta a pari merito, con classifica determinata dal QTB tra le tre formazioni: Nettuno, Crocetta e Redipuglia.
    Redipuglia è un piccolo e inatteso bel cameo incastonato alla pari con i Campioni del 2014, la Crocetta, e il Nettuno Campione d’Italia 2015.

  3. armando 22 settembre 2015 at 08:16 -

    Infatti non ho mai capito questa “buffonata” : ma le squadre di qualsiasi categoria non dovevano avere attività giovanile com propria denominazione sociale?L’era “franchige” o collabrazioni varie non era conclusa? Ma!!!!!

  4. Giorgio M. 22 settembre 2015 at 13:25 -

    Vorrei se possibile chiarezza su questo fatto del doppio tesseramento. Ai fini del regolamento sono validi i doppi tesseramenti per stabilire se una società ha i requisiti per partecipare ai campionati federali? Perché a me risulta che si ha diritto a partecipare solo con almeno un certo numero di tesserati della società stessa e non con i giocatori in doppio tesseramento. Se fosse così la Fibs dovrebbe fare chiarezza sulla posizione di questa nuova società di cui fino ad oggi nel resto d’Italia non abbiamo mai sentito parlare.

  5. massimo sabbadin 22 settembre 2015 at 21:20 -

    Complimenti ai ragazzi campioni d Italia di nettuno sono uno squadrone
    Complimenti a nettuno che riesce sempre a tirare fuori tanti buoni giocatori ma la domanda mi sorge spontanea:
    Ma li a Roma e dintorni non vi divertite senza fare casini?