Torna alla guida del roster che aveva lasciato nel 2016:”Ho accettato subito e l’idea è quella di tornare a vincere titoli”.

Pubblicato il Apr 17 2021 - 11:44am by Redazione Baseballmania

Il San Marino Baseball parteciperà al prossimo massimo campionato con rinnovato vigore e tante novità.

La prima è quella che riguarda il manager, ruolo per il quale c’è un cambio. Al posto di Mario Chiarini, torna Doriano Bindi.

“Nel 2016 ci siamo lasciati ma adesso ci ritroviamo – commenta il nuovo tecnico -. Sono molto contento della chiamata, ho accettato subito e l’idea è quella di tornare a vincere titoli. La squadra è buona e l’intenzione è quella di giocarsi l’ultima partita dell’anno, vorrebbe dire essere in competizione per qualcosa di prestigioso. Ora è necessario ripartire, fare subito gruppo e prepararsi bene per l’avvio del campionato”

Il roster, quasi del tutto formato, vede il gradito ritorno di alcuni elementi già conosciuti. Nel reparto lanciatori, sarà di nuovo con noi Carlos Quevedo, che andrà a comporre con Baez e Kourtis il gruppo dei pitcher stranieri. Per il monte AFI, invece, ecco il ritorno di René Mazzocchi.

Saranno di nuovo in casacca San Marino due punti di forza delle stagioni passate: Erick Epifano e Leo Ferrini. Il primo non è potuto essere presente nel 2020 per la situazione di difficoltà globale, il secondo torna dopo il passaggio in Fortitudo del 2019.

Novità assoluta invece è quella riguardante Lorenzo Morresi, catcher classe 2001 proveniente da Macerata. Per lui una stagione 2020 di buonissimo livello con la squadra marchigiana: 373 di media battuta (il migliore dei suoi) e 10 punti battuti a casa.

Infine, farà stabilmente parte della prima squadra il classe 2004 sammarinese Alessandro Beccari.

Il commento del general manager Mauro Mazzotti.

“Ripartiamo da Doriano Bindi, abbiamo capito che in questo momento c’era bisogno di uno del suo spessore. Le vittorie? In questo periodo dell’anno dico sempre che puntiamo a smettere di giocare quando gli altri lo hanno già fatto da un po’, dunque di competere fino alla fine. Partiamo sempre con l’idea e l’obiettivo della vittoria, poi vediamo. La squadra è più o meno quella che avevamo ideato per il 2020 prima che la situazione generale precipitasse. Credo sia un roster competitivo con l’obiettivo dello scudetto. Sarà difficile ma ci proveremo”.