Parma, altri due passi verso la seconda fase

Pubblicato il Giu 14 2021 - 12:02pm by Redazione Baseballmania

Il Parma Clima ha matematicamente messo le mani sulla qualificazione al girone di semifinale sconfiggendo due volte il Torino: facile successo nella gara pomeridiana con un netto 16 a 5 dopo sette inning a senso unico, molto più sofferta la vittoria nella seconda partita (5 a 1 il finale) con il risultato maturato solo nel finale.

Gara uno

I padroni di casa hanno affrontato il match con la formazione prevista. Marziale ha ricevuto i lanci di Anthony Gonzalez con una linea di esterni formata da Chacon, Oldano e Barbero e De Maria designato. In campo interno gli angoli sono stati affidati all’ex Giarola e Carrera mentre Pascoli e Darwin Gonzalez hanno formato il keystone difensivo.

In casa Parma Clima Guido Poma ha confermato all’esterno sinistro il convincente Battioni con Desimoni battitore designato. Sebastiano Poma si è ripreso il ruolo di esterno centro dopo una settimana di stop precauzionale e Mineo si è accomodato nel catcher box a ricevere i lanci di Mattia Aldegheri (quarta vittoria stagionale con 7 strikeout, 5 valide, 5 basi ball e due punti guadagnati).

Il Parma Clima è partito a mille nonostante una battuta in doppio gioco di Paolini che ha vanificato il singolo iniziale di Noel Gonzalez. Con due out Rodriguez ha colpito una valida sull’interbase, poi Mineo ha beneficiato di quattro ball: a spezzare l’equilibrio ci ha pensato Sebastiano Poma che ha battuto il primo fuoricampo stagionale della squadra ducale ed ha fissato il parziale su un rapido 3 a 0. I ducali non si sono accontentati ed hanno messo un altro punto sul tabellone grazie a due doppi di Sambucci (palla che ha spolverato la linea di foul di sinistra) e Battioni.

Gli ospiti hanno insistito e al secondo si sono portati sul 7 a 0. Triplo al centro di Noel Gonzalez, doppio a sinistra di Paolini, errore di tiro dell’interbase Pascoli, doppio al centro di Mineo, base intenzionale a Sebastiano Poma e singolo di Sambucci: in pochi minuti il Parma Clima ha trasformato una partita potenzialmente pericolosa in una spettacolare esibizione di potenza offensiva.

Al cambio di campo il Torino ha comunque reagito ed ha messo a segno due punti con un doppio di Barbero, due singoli di Chacon e Oldano e un errore di Juaquin, bravo a rifarsi poco dopo dando il via ad un fondamentale doppio gioco difensivo.

Il Parma Clima non si è spaventato, si è preso un inning di pausa e al quarto ha messo definitivamente le cose in chiaro. Anthony Gonzalez (3.1 rl, 9 pgl, 13 valide concesse) ha subito un fuoricampo da Leo Rodriguez ed è definitivamente crollato sotto il peso dei singoli di Sebastiano Poma e Sambucci: i rilievi Meschini e Gismondi non sono risultati efficaci e i ducali ne hanno approfittato per mettere in scena un big inning da nove punti.

Sul 16 a 2 la partita si è avviata verso l’applicazione della mercy rule con il Parma Clima che ha vistosamente rallentato il ritmo affidandosi ad una lunga teoria di sostituzioni. I Grizzlies hanno invece utilizzato le ultime chance a disposizione per rendere meno pesante il passivo.

Migliori in battuta Gonzalez (3 su 3), Sambucci (3 su 3), Sebastiano Poma (2 su 2) e Leo Rodriguez

(3 su 5).

Gara due

Guido Poma e Illuminati hanno presentato line-up modificati rispetto alla gara del pomeriggio. Nel Parma Clima Mineo – alle prese con un ematoma al ginocchio – ha lasciato il compito di ricevere i lanci di Michele Pomponi a Giulio Monello. Sebastiano Poma si è seduto in panchina dopo l’ottima prova del primo incontro lasciando spazio a Battioni all’esterno centro. Viloria battitore designato.

Nei Grizzlies Marco Pascoli ha giocato in seconda base con Chacon inizialmente dirottato in panchina. Angel Guillen ha vestito i panni del lanciatore partente con Victor Romero pronto a subentrate in qualsiasi momento.

La presenza sul monte di lancio di Guillen ha letteralmente trasformato i Grizzlies, più sicuri in difesa e più combattivi nel box. Al primo inning Carrera ha raggiunto la prima base (colpito), ha rubato la seconda ma la sua corsa è stata bloccata dallo strikeout subito dal clean-up De Maria. Al secondo Michele Pomponi si è complicato il lavoro concedendo tre basi per ball intervallate da due strikeout: in situazione di due out e basi piene è arrivata la quarta base ball della ripresa (a Giarola) che ha regalato al Torino il punto del vantaggio.

In precedenza il Parma Clima aveva recriminato per una battuta di Sambucci che sembrava destinata al fuoricampo ma che si è fermata contro i materassi di protezione. Sambucci – autore di una corsa piuttosto lenta – si è arrestato in prima base, è arrivato in terza grazie ad una valida di Viloria e ad una profonda volata di Monello ma non è riuscito a percorrere gli ultimi 90 piedi con Desimoni eliminato al piatto.

Al quarto il Parma Clima ha sprecato un’altra occasione d’oro con Rodriguez e Sambucci (autori di due singoli consecutivi) in terza e seconda base senza eliminati: Guillen è però uscito dalla situazione con gran classe eliminando al piatto Viloria e Desimoni e costringendo Juaquin a mettere in campo una debole rimbalzante ben difesa da Carrera.

Al quinto il lanciatore dei Grizzlies si è affidato a due strepitose giocate difensive di Matteo Pascolo e Darwin Gonzalez che hanno impedito a Battioni, in prima grazie ad un bunt a sorpresa mal difeso dallo stesso Guillen, di realizzare il punto del pareggio.

A partire dalla seconda parte della quinta ripresa Pomponi (un punto guadagnato, due valide e quattro basi ball concesse, sette strikeout) ha lasciato il monte di lancio a Rivera che ha iniziato il proprio lavoro con due eliminazioni al piatto ai danni di Darwin Gonzalez e De Maria.

Guillen ha iniziato il sesto inning eliminando al piatto Sambucci e Viloria ma poco dopo è stato tradito da un errore di tiro di Giarola, ha subito un singolo da Desimoni ed ha concesso quattro ball a Sebastiano Poma, pinch hitter per Juaquin. Ancora una volta il Parma Clima si è ritrovato a basi piene con due out: Noel Gonzalez è stato graziato una prima volta da una mancata presa al volo in foul di Giarola ma poi è incappato in un controverso “kappa” con il lancio pazzo del pareggio annullato dalla chiamata del terzo strike da parte degli arbitri di base.

La gara è così entrata nell’ultimo terzo con i padroni di casa in vantaggio per uno a zero e il Parma Clima a interrogarsi sui dieci battitori lasciati in base in sole sei riprese. A inizio settimo l’eccellente Guillen (nessun punto concesso, tre basi ball, sei valide, nove eliminazioni al piatto) ha lasciato il monte a Victor Romero che ha facilmente eliminato i primi tre battitori affrontati.

Ai ducali sono rimaste soltanto due opportunità. All’ottavo Sambucci ha strappato una preziosa base per ball ed è stato sostituito dal pinch runner Francesco Pomponi. Astorri, entrato in battuta per Viloria, ha indovinato un singolo al centro e la panchina ducale ha ordinato un bunt di sacrificio a Monello: il catcher del Parma Clima ha mancato le prime due opportunità e poi ha battuto una palla verso la seconda base che i padroni di casa hanno trasformato in un doppio gioco. Desimoni ha alimentato le possibilità degli ospiti con una base per ball e poi Sebastiano Poma ha ingaggiato un lunghissimo duello con Romero a suon di battute in foul sul conto di due strike e un ball. Un lancio pazzo ha permesso a Francesco Pomponi di pareggiare la partita e poi Poma ha colpito un liberatorio doppio al centro portando in vantaggio il Parma Clima. Nell’azione successiva Poma ha cercato di guadagnare casa base partendo dalla seconda in occasione di un lancio pazzo ma è stato eliminato dal lanciatore Romero. La scivolata di Poma è stata giudicata eccessiva dai torinesi, gli animi si sono accesi e le panchine si sono svuotate con gli arbitri che hanno faticato per riportare la situazione alla tranquillità. La partita è ripresa con Josè Campos sul monte di lancio in sostituzione di Rivera (vincente, nessun punto, nessuna valida, una base ball, cinque strikeout): il closer venezuelano ha mostrato lampi di classe e notevole velocità, ha spento le ultime velleità dei padroni di casa e si è guadagnato una meritata salvezza sfruttando anche i tre punti realizzati al nono da un attacco finalmente sbloccato.

Migliori battitori Astorri (2 su 2), Sambucci (2 su 3) e Sebastiano Poma, autore della valida vincente.