In gara 3 partenti in difficoltà e 9-6 dopo il primo inning. La spunta la Fortitudo con 4 RBI di Liverziani

Pubblicato il Giu 16 2014 - 8:49am by Redazione Baseballmania

Al termine di una partita assolutamente atipica, la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna si è imposta per 13 a 10 sul campo del Lino’s Coffee Parma nel recupero di gara3 del primo turno della seconda fase del campionato IBL 2014. Ciò che conta, prima di ogni considerazione, è che la Effe Blu ha centrato una tripletta che pone la squadra allenata da Marco Nanni su un piedistallo anche in questi playoff, inseguita a una lunghezza dal San Marino, che nell’altra sfida ha superato per 2 a 1 il Rimini, prossima avversaria dei biancoblu. Queste due squadre, unitamente al Città di Nettuno, saranno impegnate nei prossimi giorni nei gironi di qualificazione alla European Cup 2014, per questo motivo il campionato riposa il prossimo weekend. Alle tre squadre va il nostro in bocca al lupo, pur nel rammarico di non poter difendere come Fortitudo baseball il titolo europeo, che la società felsinea detiene da due stagioni.

La partita, che si doveva disputare sabato sera ma è stata rinviata per maltempo a domenica nell’inconsueto orario delle 12, ha vissuto su un primo inning che probabilmente a questi livelli ha pochi precedenti. Su uno Yepez spaesato nell’inconsueto ruolo di partente, infatti, l’attacco bolognese ha messo a segno nove punti già alla prima ripresa, un “big inning” clamoroso che di fatto avrebbe potuto anche chiudere lì ogni discorso, invece al cambio di campo un altrettanto spaesato Manauris Baez, il dominicano ingaggiato dalla UnipolSai per i playoff, al suo esordio in IBL e in casacca biancoblu, ha concesso sei segnature, riaprendo immediatamente il match. Da quel momento gli attacchi si sono placati, ma la Fortitudo ha avuto il merito di difendere fino alla fine quel margine di tre lunghezze conquistato in avvio di incontro.

Otto valide (con 3 doppi), tre colpiti, due errori difensivi, 9 punti segnati: spesso è difficile ottenere queste cifre in una intera gara, ma la Fortitudo chiudeva con questo tabellino il primo inning, costringendo i ducali a sostituire il proprio lanciatore partente Yepez con Loardi prima dell’ottenimento del terzo out. Apriva una valida di Infante, che però era vittima di un pickoff del pitcher. L’attacco proseguiva con la valida di Liverziani e il doppio a destra di Ambrosino. L’infallibile Oeltjen li mandava a punto entrambi con un singolo a sinistra. Poi era il secondo eliminato sulla battuta in scelta difesa di Rodriguez, ma il partente ducale si scomponeva di nuovo colpendo in sequenza Vaglio e Malengo. A basi piene arrivava l’errore dello stesso Yepez su pickoff, che consentiva l’ingresso di altre due segnature. Un doppio a sinistra di Grimaudo mandava a segno anche Malengo, poi un altro errore difensivo, questa volta di Scalera, consentiva a Fuzzi di arrivare salvo in prima base. Seguiva un doppio lungolinea a sinistra di Infante, valevole per un altro punto, e un singolo da due punti di capitan Liverziani, che convinceva Munoz a sostituire il lanciatore. Anche Loardi iniziava concedendo valida, ad opera di Ambrosino, che portava a nove le segnature. Dopo il colpito su Oeltjen era Rodriguez ad essere il terzo eliminato, con i primi tre in battuta a battere due valide a testa. Pirotecnica anche la seconda parte della ripresa, con Baez ad eliminare Poma ma anche a subire subito dopo un doppio a sinistra da Benetti. Il singolo di De Simoni valeva il primo punto ducale, poi imitato da Sambucci e Marval, che batteva il secondo punto. Anche Imperiali otteneva una valida, riempiendo i cuscini, poi, dopo una visita, sui quattro ball a Leoni entrava “forzatamente” il terzo punto, seguito da una valida interna di Scalera per la quarta segnatura. Tagliavini batteva una volata corta, ma Poma questa volta toccava valido ed era un singolo da due punti, prima dell’out di Benetti che batteva su Infante per l’out in prima. Al terzo inning Bologna si imponeva di nuovo con ulteriori tre segnature, propiziate dalla base guadagnata da Fuzzi in apertura, seguite dal singolo di Infante e dal doppio di capitan Liverziani, che svuotava i cuscini. Il novarese segnava successivamente sulla volata di sacrificio di Oeltjen. Al cambio di campo i ducali accorciavano di una lunghezza con Imperiali, che guadagnava quattro ball, avanzava su lancio pazzo e segnava sul singolo di Scalera. Al quarto inning, con Marinez a lanciare, i parmigiani accorciavano ancora senza battere valido. Poma andava in base per ball, avanzando sull’out di un compagno e segnando su due lanci pazzi consecutivi. Un successivo doppio di Marval, seguito da una base ball, non recavano altri danni, perché il pitcher bolognese si tranquillizzava dopo una visita del pitching coach. Al quinto inning tornavano i problemi per il rilievo biancoblu, che veniva sostituito con De Santis dopo aver concesso una base a Scalera. Il grossetano non aveva anch’egli un impatto positivo sul match, perché prima di chiudere la ripresa concedeva un doppio a Poma e un singolo da due punti a De Simoni, che avvicinava i ducali a due sole lunghezze. Si arrivava al settimo inning, quando i biancoblu segnavano l’ultimo punto di tutto l’incontro, grazie a Malengo, in base su singolo e avanzato fino in terza sull’ennesimo pickoff sbagliato, mandato a punto sulla valida di Fuzzi. Un gran rilievo di Raul Rivero (3 riprese, 5 strikeout con salvezza) bloccava ogni velleità di rimonta, regalando a Riccardo De Santis il suo 97° successo in carriera. Claudio Liverziani chiudeva il match con un bel 3 su 4 in battuta, con 4 RBI. Tre valide anche per Juan Carlos Infante e tre RBI per Trent Oeltjen, protagonista di un ottimo weekend di esordio.

Il tabellino

 

UnipolSai Bologna      903 000 100 = 13

Lino’s Coffee Parma    601 120 000 = 10

 

Bologna: Infante ss (3 su 5), Liverziani ed (3 su 4), Ambrosino dh (2 su 5), Oeltjen ec (1 su 3), Rodriguez r (0 su 5), Vaglio 2b (0 su 3), Malengo 1b (2 su 4), Grimaudo es (1 su 4), Fuzzi 3b (1 su 4). Tot: 13 su 37.

Lanciatori: Baez (3 rl, 8 bv, 7 p, 7 pg, 2 bb, 1 so), Marinez (1 rl, 1 bv, 2 p, 2 pg, 4 bb, 1 so), De Santis (W, 2 rl, 2 bv, 1 p, 1 pg, 1 bb, 2 so), Rivero (S, 3 rl, 1 bv, 0 p, 0 pg, 1 bb, 5 so).

Parma: Poma es (0 su 4), Benetti 3b (1 su 2), De Simoni ec (0 su 4), Marval r (1 su 3), Sambucci 1b (0 su 4), Scalera ss (0 su 4), Imperiali 2b (0 su 2), Giannetti dh (0 su 3), Leoni ed (0 su 3). Tot: 3 su 29.

Lanciatori: Yepez (L, 0.2 rl, 7 bv, 9 p, 4 pg, 0 bb, 0 so), Loardi (3.1 rl, 4 bv, 3 p, 3 pg, 1 bb, 0 so), Rivera (3 rl, 2 bv, 1 p, 0 pg, 0 bb, 2 so), Toledo (2 rl, 0 h, 0 p, 0 pg, 3 bb, 2 so).

Note. Doppi: Infante, Liverziani, Ambrosino, Malengo, Grimaudo, Poma, Benetti, Marval; RBI: Infante, Liverziani (4), Ambrosino, Oeltjen (3), Grimaudo, Fuzzi, Poma (2), De Simoni (3), Marval, Leoni, Scalera (2).