I migliori in campo e la squadra della settimana del primo turno di ritorno

Pubblicato il Mag 19 2015 - 9:10pm by Francesco Raco

 

 

Prima di ritorno favorevole a Bologna, San Marino e Godo, che hanno inflitto lo sweep rispettivamente a Padova, Nettuno 2 e Parma; divisione della posta tra Nettuno e Rimini.

Il Tommasin ha dovuto soccombere di fronte ai campioni d’Italia in carica, al termine di 2 sfide tuttavia equilibrate: sabato ha prevalso l’esperienza del monte di lancio straniero (3-2 finale; interessante duello tra Fleming e Rivero da una parte, Quevedo, Gonzalez e Calero dall’altra), domenica i battitori si sono scatenati sui pitcher ASI (8-6 finale), colpendo 22 valide in totale (13 per i bolognesi, 2 H a testa per i 2/3 del line-up, e 9 per i veneti, i quali però hanno potuto contare sugli strepitosi Epifano ed Alvarez: 3 H ciascuno).

Il San Marino ha liquidato in casa il Nettuno 2, vincendo ambo le volte di 3 punti: 8-5 in gara 1, che ha visto un Rodriguez stellare sulla collinetta (quasi perfetto in 6 IP se si eccettua una BB), 10-7 in gara 2 con Mazzuca, Vasquez ed Ermini a fare la differenza; ospiti leggermente fallosi questa settimana (4 errori commessi).

Il Godo ha concluso a 1.000 PCT la miniserie contro Parma, superando i ducali sul filo del rasoio sia venerdì che sabato: 2-1 nel primo impegno, in cui hanno brillato i lanciatori locali Uviedo e Ribeiro (mentre in battuta fondamentali il solo homer di Sanchez e il singolo RBI di Gomez); 4-3 a distanza di 24h e stavolta Bucchi si è mostrato risolutivo sparando un homerun da 3 punti.

Il Rimini si è aggiudicato il primo round in scena venerdì sera a Roma (contro il Nettuno), sorretto da un ottimo Candelario e trascinato da un singolo RBI di Desimoni (1-0 finale); sabato però i padroni di casa hanno reagito uscendo vincitori dopo 12 inning di gioco: Costantini e Salciccia dignitosi sul mound, lodevole Ferrini nel box di battuta (suo il walk-off single che al 12th ha posto la parola fine a un incontro che i nettunesi conducevano per 4-0 al settimo ma sembrava essere sfuggito di mano clamorosamente).

LANCIATORE PARTENTE STRANIERO

Rodney Rodriguez del San Marino. L’ex nettunese ha firmato la terza vittoria personale, senza concedere al Nettuno 2 alcuna battuta valida nel corso della prima gara: 6 IP, 0 H, 0 ER, 9 SO, 1 BB. Impressionante performance, che proietta il dominicano a quota 2.00 PGL + 44 SO e 12 BB + 3 HBP in 36 IP stagionali.

Alexis Candelario del Rimini. Autorevole prova offerta all’Acqua Acetosa contro il Nettuno, la cui produzione offensiva su di lui si è limitata a 2 valide + 1 BB ricevuta; 7 IP, 0 ER, 8 SO complessivamente per il winner della tiratissima gara 1.

LANCIATORE RILIEVO STRANIERO

Jhonny Montoya del Nettuno. Nonostante la sconfitta interna patita venerdì sera contro i pirati di Rimini, il venezuelano ha discretamente controllato il line-up avversario chiudendo la serata senza sporcare la sua PGL: 3 IP, 1 H, 2 SO, 1 BB + 1 HBP; sesto miglior lanciatore del campionato: 1.11 PGL, 24.1 IP, 32 SO, 11 BB + 1 HBP e 1 WP.

LANCIATORE PARTENTE ITALIANO

Carlos Richetti del Rimini. Il #36 nero-arancio ha gestito discretamente i battitori tirrenici del Nettuno in 6 riprese lanciate: 6 H, 1 ER, 5 SO, 0 BB; l’unico punto guadagnato è poi dovuto a una difesa non ottimale da parte di Romero (scavalcato maldestramente da una linea di Retrosi che si è trasformata in un triplo) e Babini (non impeccabile sulla radente interna di Ferrini con palla che è finita all’esterno destro per il singolo RBI).

Citazione per Marco Costantini del Nettuno, il quale ha retto in pedana per 4 inning concedendo 2 valide e nessun punto.

LANCIATORE RILIEVO ITALIANO

Filippo Crepaldi del Bologna. Miglior pitcher italiano e secondo nelle stats individuali con 0.51 PGL (17.2 IP, 9 H, 1 ER, 14 SO, 5 BB + 4 HBP + 1 WP; 3 SV), il giovane fortitudino ha chiuso egregiamente la seconda sfida contro la capolista Padova: 2.1 IP, 0 H, 0 ER, 2 SO, 1 BB + 1 HBP; provvidenziale la salvezza ottenuta, che pone il sigillo alla doppietta felsinea e lancia i bolognesi al primo posto in classifica.

Mauro Salciccia del Nettuno. Il veterano, dopo un esordio sofferto all’ottavo inning di gara 2, quando ha rilevato Anselmi ereditando una situazione di basi cariche e 1 out e incassando poi i singoli di Romero e Mundarain (4 punti subiti di cui solo 1 però sul proprio groppone), non si è scomposto e ha efficacemente guidato la squadra fino al dodicesimo, uscendo indenne da 2 tie-break: 4.2 IP, 5 H, 3 BB non sono numeri ottimali, ma alla fine il solo ER subito (frutto anche di una gestione accorta di insidiose breaking ball) vale la vittoria individuale e si rivela di vitale importanza per il team di Trinci, che evita lo sweep tenendo viva l’ambizione della qualificazione al round robin di semifinale.

RICEVITORE

Danilo Sanchez del Godo. Lo slugger dominicano ha realizzato un solo homer venerdì sera contro il Parma, risultando decisivo in un match dal punteggio stretto e conclusosi per 2-1 in favore dei Knights; 2/4 di cui 1 HR + 4 BB sommando le apparizioni al piatto del week-end; nessuna defaillance difensiva.

In grande spolvero anche Simone Albanese del San Marino (3/8 di cui 2 doppi + 2 RBI conseguiti ai danni dei lanciatori del Nettuno 2) e Luis Alvarez del Padova (4/7 di cui 1 doppio + 1 RBI); 0 errori commessi da entrambi.

PRIMA BASE

Alex Sambucci del Bologna. Una sua giocata difensiva è risultata fondamentale ai fini del risultato in gara 1: ha tentato l’out in seconda base, scelta più difficile e rischiosa ma è riuscito a togliere un corridore in posizione punto per l’attacco del Padova nel momento cruciale del match; 3/7 + 2 RBI e 2 BB con la mazza.

Wuillians Vasquez del San Marino. Il bombardiere ha spiccato grazie a 3 valide colpite in 7 turni, di cui 2 doppi + 5 RBI, 1 BB e 1 SB (0 E a difesa del cuscino); miglior legnatore del torneo con .397 AVG, .571 SLG e .479 OBP.

Osman Marval del Nettuno 2. Costante nel box, dove ha registrato un considerevole 3/8 di cui 1 doppio + 1 HR (da 3 punti, al nono inning di gara 1), 1 BB e 5 RBI; nessuna sbavatura difensiva.

SECONDA BASE

Mattia Bucchi del Godo. Protagonista dello sweep targato Knights, l’interno dei goti (0 errori commessi in difesa) ha picchiato duro al quarto inning di gara 2 spedendo oltre la recinzione la pallina lanciata dal parmense Matteo Spada: homer da 3 punti che ha di fatto consegnato la seconda vittoria consecutiva (4-3) al team allenato da Fuzzi, opposto al nove di Gerali.

TERZA BASE

Adolfo Gomez del Godo. Perfetto in difesa e 2 pesanti valide battute in entrambi gli incontri disputati: venerdì sera, nella parte bassa del settimo inning, ha spostato gli equilibri in virtù di un singolo al centro che ha spinto a casa Servidei per il secondo e ultimo punto dei cavalieri; il giorno successivo ha piazzato un altro singolo al centro (parte bassa del quarto) consentendo a Pizzorni di segnare.

Joseph Mazzuca del San Marino. Da segnalare 3 valide siglate in 8 AB, di cui 1 doppio + 1 SB e 3 RBI per merito dei quali figura tra i principali artefici dello sweep inflitto al Nettuno 2; 0 E.

INTERBASE

Josè Ferrini del Nettuno. Ineccepibile in diamante, risolutivo con la mazza tra le mani: suo il walk-off single che, al dodicesimo inning, ha regalato ai laziali il successo nella seconda partita della serie contro il Rimini; invidiabile contattista (.365 AVG è la terza in assoluto), si è espresso in un esemplare 5/10 + 2 RBI in toto.

Erick Epifano del Padova. Eccellenti cifre offensive da 4/8 di cui 1 doppio + 1 RBI contro il parco lanciatori della Fortitudo; 0 errori commessi in difesa.

ESTERNO SINISTRO

Alessandro Paoletti del Nettuno. Affidabile all’esterno (0 E), continuo in battuta: 2/6 di cui 1 doppio + 1 RBI per il classe 1978.

ESTERNO CENTRO

Stefano Desimoni del Rimini. Solido sul prato e cruciale nel box: il singolo da 1 RBI toccato in campo opposto (a sinistra) su lancio di Estrada al quinto inning di gara 1 (Acqua Acetosa di Roma) ha permesso a Babini di raggiungere il piatto di casa concretizzando il punto che è costato la sconfitta al Nettuno (1-0

ESTERNO DESTRO   

Claudio Liverziani del Bologna. Il campione dell’UnipolSai (media FLD ancora pari a 1.000) si è attestato su un 4/8 di cui 1 doppio + 2 BB contro il Tommasin, a conferma di grande esperienza in termini sia di contatto che di disciplina e occhio.  Degni di nota anche Alex Romero del Rimini (4/9 + 2 RBI e 1 BB; nessun errore commesso, nonostante non abbia ben valutato una linea di Retrosi la quale, come già anticipato prima, si è tradotta in un triplo) e Mario Chiarini del san Marino, autore di 3 valide in 8 AB (2 RBI) ed inappuntabile sul “giardino” esterno.

 

BATTITORE DESIGNATO 

Cesar Suarez del Bologna. Utile apporto col bastone nel delicato scontro diretto contro i veneti, ha prodotto 3 valide in 7 turni + 1 BB ricevuta e 2 RBI.  Gabriele Ermini del San Marino si è prodigato in un apprezzabile 3/8 + 3 RBI, segnalandosi come tassello importante del line-up biancoblu nel turno casalingo contro il Nettuno 2.

LA TOP TEN DELLA SETTIMANA:

Ricevitore: Danilo Sanchez, GOD

Prima base: Alex Sambucci, BOL

Seconda base: Mattia Bucchi, GOD

Terza base: Adolfo Gomez, GOD

Interbase: Josè Ferrini, NET

Esterno sinistro: Alessandro Paoletti, NET

Esterno centro: Stefano Desimoni, RIM

Esterno destro: Claudio Liverziani, BOL

Battitore designato: Cesar Suarez, BOL

Lanciatori partenti: Rodney Rodriguez (RSM), Carlos Richetti (RIM)

Lanciatori rilievi: Jhonny Montoya (NET), Filippo Crepaldi (BOL)

 

 

 

WordPress Author Box
Francesco Raco

Nato nel 1993 a Roma, città dove vive. Studente universitario con una grande passione: il baseball. Ha conosciuto il gioco da bambino guardando serie anime giapponesi in TV, poi il padre, che è di Nettuno, lo ha portato ad assistere a una partita del Nettuno BC: fu amore a prima vista. Tutt'oggi non è difficile trovarlo seduto sulle gradinate dello stadio Steno Borghese, sempre sopra alla prima base e con in testa il cappellino raffigurante la “N”. Predilige un approccio sabermetrico nella valutazione dei giocatori, senza ridurre però il baseball a una scienza esatta e svilirne così le componenti emozionali e genuine: è infatti un tifoso molto caldo e passionale nel modo di vivere le partite.

4 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. un tifoso 20 Maggio 2015 at 15:55 -

    Questa settimana nessun articolo da Padova???… La squadra non si allena???…

    • flavio orati 21 Maggio 2015 at 05:52 -

      caro tifoso d’obbligo una risposta: mi spiace, ma una parentesi sabbatica mi sta facendo riflettere sulla mia utilità in merito. riflessioni sulla soglia delle sessanta primavere oramai quasi trascorse, mi costringono ad una profonda riflessione su ciò che a suon di sacrifici è apprezzato o meno dalla società patavina… bema profeta in patria purtroppo, vale sempre … grazie per la nota di attenzione

  2. flavio orati 21 Maggio 2015 at 05:53 -

    nema era inteso, ma il solito automatismo ha scelto il “refuso”

  3. un tifoso 21 Maggio 2015 at 12:11 -

    La nota voleva essere rivolta alla società e non alla persona diretta, trovo comunque corretta ed educata la sua risposta; posso solo aggiungere che tutto questo mi dispiace e….non mollare mai!!!… spero sia solo una pausa (parentesi) breve, perchè abbandonare la nave durante la traversata è sintomo di fragilità, sopratutto durante o dopo la tempesta.

    buon baseball a tutti.