I campioni d’Italia pensano all’ex Redipuglia per rinforzare gli interni. Per chiudere l’accordo mancherebbe solo il passaporto italiano di Martini

Pubblicato il Feb 24 2021 - 9:10pm by Giovanni Colantuono

Non ci sono dubbi che i due visti stranieri (nello specifico i due visti sportivi) dei campioni d’Italia della Fortitudo Bologna saranno destinati a Raul Rivero e Osman Marval, ormai due “istituzioni” nel roster del manager Lele Frignani. Nelle ultime ore le indiscrezioni di mercato indicano la Fortitudo decisa su Renzo Martini, ex interno del Redipuglia e miglior battitore del campionato di SerieA1 nel 2019.

Nella sua stagione d’esordio nel Redipuglia, il venezuelano chiuse con .413 di average e 7 fuoricampo. Leader assoluto nelle due classifiche. Disputò quel campionato con lo status di straniero, mantenendo quello status potrebbe ugualmente approdare nel roster del Bologna ma non potrebbe essere schierato in campo contemporaneamente con Marval e Rivero.

Tutto quindi sembra legato all’ottenimento da parte di Renzo Martini del passaporto italiano, che consentirebbe al giocatore di poter essere convocato anche con la nazionale azzurra.

Vedremo nei prossimi giorni se il tutto verrà confermato con l’ufficialità.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono