BRESCIA ANCORA A SECCO DI VITTORIE DOPO LA SERIE CON POVIGLIO

Pubblicato il Apr 11 2022 - 9:07pm by Redazione Baseballmania
La prima vittoria stagionale resta ancora taboo per la formazione lombarda che esce sconfitta in entrambe le gare disputate con un ottimo Poviglio, finora sicuramente sorpresa in positivo del campionato.
La neopromossa formazione emiliana si è infatti imposta mostrando un ottimo monte di lancio in gara 2 ma anche sfoderando tutta la potenza delle proprie mazze, che specialmente in gara 1 hanno fatto il brutto e cattivo tempo nella seconda parte di gara confezionando ben 19 valide e permettendo alla squadra locale di completare la rimonta.
Ma andiamo con ordine.
In gara 1 la sfida sul monte di lancio è tra Virgadaula per i bresciani e Trevisan per Poviglio. Brescia risulta come squadra di casa, pur giocando in trasferta, per le note vicissitudini dell’assenza di un impianto cittadino.
La difesa dei lombardi parte bene, seppur con qualche sbavatura di un Virgadaula meno efficace del solito, che prende però confidenza con lo scorrere degli inning e dei minuti e arriverà a lanciare 6 riprese, concedendo 9 valide ma effettuando anche 10 strikeout, che consentono di mantenere a solo 2 punti l’attacco del Poviglio.
Punti che arrivano nella parte alta del terzo inning grazie alla valida da 2 RBI di Nardi.
Sul fronte attacco Brescia, dopo un primo inning di ambientamento si porta avanti al secondo grazie alla valida di Gorrin che porta 2 punti a casa e dopo che il Poviglio si rifà sotto al terzo riesce ancora ad allungare con 1 punto subito in risposta nella parte bassa del terzo inning e un ulteriore punto al quinto.
La partita sembra in controllo per la formazione bresciana, che però mostra di soffrire i lanci a effetto del rilievo Baez, non riuscendo più a concretizzare.
Quando all’inizio del settimo inning Virgadaula cede il posto a Marzio sul monte di lancio l’inerzia della partita cambia in favore di Poviglio. Il rilievo bresciano mostra buona velocità ma litiga un po’ con la zona di strike e i locali si rifanno sotto impattando la partita sul 4 pari.
A quel punto cala il buio per i ragazzi di coach Gorrin, che non riescono a farsi valere nel box di battuta, mentre il Poviglio dall’altro lato scatena le sue mazze sui rilievi Marzio e Bonetti dilagando nel punteggio fino a portarsi sul 12 a 4. Inutili a quel punto gli ultimi 2 punti di Brescia, che mostra un po’ di orgoglio nel finale ma serve solo ad arrotondare il punteggio sul definitivo 12 a 6.
Di tutt’altra trama gara 2, che vede sul monte di lancio la sfida tutta cubana tra Ponce e Almora.
I due si danno battaglia a suon di palle veloci ed effetti velenosi annullando gli attacchi dei rispettivi avversari, che raccolgono solamente le briciole senza mai riuscire a concretizzare. Il bilancio finale sarà di 5 valide a 4 per Brescia.
A fine partita saranno ben 11 gli strikeout messi a segno da Ponce in 8 riprese, con solamente 4 valide concesse e zero punti subiti, mentre per Almora il conto degli strikeout si ferma a 8 in 6 riprese.
La differenza è stata fatta dai rilievi. Solidissimo il rilievo del Poviglio Medina, che ha mostrato velocità e lanci difficili da decifrare per le mazze bresciane, mentre il rilievo bresciano combinato Usanza / Bazzana pecca di precisione, concedendo la base ball che decreta l’unico punto del match in favore del Poviglio.
Ulteriore tegola per Gorrin gli infortuni di Zatti e Bazzana, da valutare in settimana per capire se potranno essere a disposizione per la difficilissima sfida di sabato prossimo con l’ancora imbattuto Parma.