Abbiamo reagito dopo la sconfitta con Israele

Pubblicato il Set 23 2021 - 2:09pm by Massimo Moretti

20210919 Torino (TO), Italy. European Baseball Championship in the photo: MERCURI Mattia; ph. Corrado Benedetti

Terminato il Campionato Europeo disputato sui diamanti di Torino, Avigliana e Settimo Torinese, ha visto tra i protagonisti delle Nazionale Italiana premiata con il bronzo, l’interno del NettunoBC1945 Mattia Mercuri, titolare in ogni partita della competizione, premiato per la miglior giocata difensiva, sicuramente una esperienza soddisfacente. Da tifosi siamo rimasti delusi dopo la partita persa contro Israele, ma credo che si deve ripartire dalla prestazione contro la Spagna, con questo gruppo di atleti, (nel roster c’erano 5 under 23) per ridare entusiasmo a tutto il movimento del baseball italiano.

Un europeo da protagonista, sei stato un punto fisso in questa Nazionale, come giudichi questa tua esperienza?

“Diventare un punto fisso della nazionale è un obiettivo che si guadagna con il tempo, in base alle prestazioni positive ripetute, dimostrando sempre di avere la forma migliore, l’attitudine migliore e sopra tutto la condizione fisica migliore e logicamente con il tempo si saprà se posso diventare un punto fisso di questa Nazionale, sono orgoglioso di farne parte e lotterò anche in futuro per essere in questo gruppo di atleti che indossano la casacca  azzurra. L’esperienza è stata positiva al di là del risultato finale che non mi soddisfa fino in fondo, dal punto di vista personale mi sono sentito a mio agio a disputare tutto l’Europeo, sempre titolare nel nove inziale.

Delle mie prestazioni ho un unico rimpianto è stato un turno di battuta contro Israele, con corridore in seconda ho preso uno strike out che non ci voleva, comunque sento di aver dato il meglio di me stesso in ogni partita ed azione di questo Europeo.”

20210917 Avigliana (TO), Italy. European Baseball Championship NED-ESP in the photo from the left: MERCURI Mattia, KELLY Ty; ph. Ezio Ratti

Dopo la semifinale persa contro Israele, la nazionale italiana ha conquistato un bronzo dopo una bellissima partita contro la Spagna, ti soddisfa questo piazzamento?

“La semifinale persa contro Israele è stata una batosta, per tutti noi giocatori e staff, eravamo convinti di raggiungere la finale e giocarci l’oro contro l’Olanda era una partita a cui tenevamo tantissimo, c’era tanta voglia di rivincita un pò contro tutti, anche personale, una grande voglia di rivalsa condivisa da tutti, per fare vedere che meritavamo quella possibilità e che c’è un gruppo di persone, fondamentalmente giovane, con tanta voglia di rilanciarsi e di affermarsi, ma purtroppo non è andata come speravamo e volevamo.

Ma non è andato tutto perso, la partita contro la Spagna, è stato un bella prestazione e la nostra esultanza, (nda da qualcuno fraintesa e strumentalizzata), ci ha dato consapevolezza che comunque una squadra giovane con una forte prospettiva di crescita ha dimostrato di poter vincere contro una nazionale come quella iberica, che a mio giudizio era una formazione molto forte. Abbiamo ottenuto una vittoria importante e siamo stati fieri della partita e della prestazione, non era semplice dopo aver perso una semifinale e con il morale sotto le scarpe rigiocare il giorno dopo una partita piena di tensione contro un avversario ostico, che comunque ci ha dato una carica ed una energia positiva per il futuro. Concludo dicendo che sicuramente il terzo posto non ci soddisfa pienamente, perchè non siamo andati a giocare Europeo per arrivare terzi.

Un momento o una azione di questo Europeo, che ti è rimasta impressa ?

Il momento che ricorderò sicuramente è il fuoricampo contro l’Austria, perchè è stato il mio primo fuoricampo, in gare ufficiali con la maglia azzurra, poi il fuoricampo ti porta una emozione tutta particolare, e mi ha dato la carica e la consapevolezza di quello stavo facendo in quel momento.”

20210914 Avigliana (TO), Italy. European Baseball Championship AUT-ITA in the photo: MERCURI Mattia; ph. Ezio Ratti

WordPress Author Box
Massimo Moretti

Nato nel 1973....aspettando da troppo tempo lo scudetto. Semplice appassionato di baseball come tutti quelli che vivono nella città del Tridente. Ottima prima base nei tempi (mio giudizio) protagonista assoluto in una partita con la maglia dei Ragazzi del Nettuno B.C. contro gli americani della base Nato di Napoli (ho le prove ed i testimoni). Vanto una presenza al piatto con la maglia del Baseball Club Rovigo in serie C nono inning uomo in base sotto 3 a 1 in quel di Poviglio strike out senza gloria. Ho provato la scalata nelle Minors come da foto profilo ma senza successo.