Poule Salvezza: scatto Campidonico Torino, pareggiano Ciemme Oltretorrente e Spirulina Becagli Grosseto

Pubblicato il Lug 24 2023 - 8:17am by Redazione Baseballmania
Foto: Il lanciatore degli Athletics Bologna Misell, vincente in gara-2 contro Padova (Credit: Photobass)

Nel terzo turno di intergirone di Serie A arrivano i fondamentali sweep di Athletics Bologna, Campidonico Torino, Settimo, Itas Mutua Rovigo e Codogno. Pareggiano i conti invece Ciemme Oltretorrente e Spirulina Becagli Grosseto nella serie più attesa della giornata.

Una vittoria per parte tra Padule e Longbridge 2000, che continuano ad inseguire in classifica rispettivamente nei gironi L e M. Non c’è un attimo di riposo nella partita pomeridiana sul diamante di Sesto Fiorentino, dove escono trionfanti i toscani 8-7 con il punto decisivo siglato all’ultimo attacco disponibile. Aprono le danze proprio gli uomini di Brito con un punto che entra su errore bolognese, ma la squadra di Trombini non si lascia intimidire e mette a referto punti tra terzo e quarto inning sulla scia delle valide di Ferri, Moronta, Lambertini e Anzovino. Padule tiene però testa e nei suoi turni offensivi segna altre 5 volte portandosi sul 6-4 (da segnalare il doppio da 2 RBI di Ramirez). Nella parte conclusiva del match il Longbridge ribalta lo svantaggio con 3 punti ancora con Ferri e con il fuoricampo di Lambertini, ma Padule vuole vincere a tutti i costi ed è abile a sfruttare diverse imprecisioni difensive degli ospiti (che chiudono a 4 errori totali) per portare a casa base i punti che decretano la vittoria all’ultima curva.

Gara-2 è invece un assolo del Longbridge, che vince 15-3 e pareggia la serie. La formazione di Bologna inaugura la partita con un punto, per poi prendere il largo tra terzo e quarto con ben 10 segnature tra cui spiccano le valide da 4 RBI totali di Ferri. Al quinto Marchi batte un profondo doppio che porta a casabase altri 2 uomini, mentre Padule tenta una timida reazione con 3 punti sui lanci di un ottimo Silva Mena (per lui 7 ip, 15 so) grazie a Ramirez e all’errore difensivo ospite. Sul punteggio di 12-3 i ragazzi di Trombini chiudono definitivamente il match con 3 segnature che decretano la fine anticipata per manifesta alla settima ripresa.

Pareggiano anche Palfinger Reggio e Tecnovap Verona, con i reggiani padroni di casa che perdono l’occasione di avvicinarsi alla vetta del girone M e gli scaligeri che mantengono le distanze dal Longbridge in coda al girone L. Gara-1 va senza problemi a Reggio, che vince in anticipo al settimo per manifesta sull’11-1. Sono 3 i punti messi a referto dalla squadra di Biagini al primo attacco, siglati dalle valide di Nahr e Angelotti, mentre in difesa Zanchi tiene a bada con sicurezza il line-up veronese. Le fasi centrali della partita vedono regnare l’equilibrio grazie ad un Guarda che sul monte di Verona, nonostante la partenza in salita, riesce a riprendersi e a mantenere viva la lotta fino al sesto e settimo inning, quando 8 punti reggiani mettono una pietra tombale sull’incontro. Ceriali, Tejada e Alfinito mattatori nel box di battuta.

Se il primo incontro finisce in anticipo, ci vogliono 10 riprese per decretare il vincitore di gara-2, portata a casa da Verona per 3-0. Mostruose prestazioni sul monte di lancio per Madan per Reggio (7.0 ip, 0 er, 14 so) e per il tandem Elorza-Guzman per Verona, capaci di tenere a 0 per tutte 10 le riprese l’attacco di casa. Sliding door proprio al primo extra-inning, quando sfruttando il tie-break la squadra di Cortese va a segno 3 volte con le valide di Montalbetti e Meliori riuscendo poi a stringere i denti in difesa impedendo agli avversari di raggiungere la casabase.

Secondo sweep consecutivo per gli Athletics Bologna, che a Padova trionfano due volte e tentano l’aggancio alla parte alta del girone I. Combattutissimo il primo match, che si chiude sul 8-7 per gli ospiti che dopo essere stati sotto per larghi tratti ribaltano la situazione con 5 punti all’ottavo. Squadra di Acea che mette la freccia con 2 punti tra primo e terzo inning con la valida di Baccelli e coglie l’occasione di una palla mancata dei veneti per firmare il 2-0. Ma i ragazzi di Ferrer non mollano e con 7 punti nel cuore della partita con Urbinati, Lotti, Moccia e Martignoni sorpassano i bolognesi e sembrano assumere il definitivo controllo della partita. I gialloverdi però non demordono e con due sorprendenti attacchi da 6 punti totali piazzano un colpo di coda che stravolge le sorti della partita e decreta la prima vittoria.

Tutto facile invece per gli A’s in gara-2 grazie alla guardia impeccabile dei lanciatori Misell e Montieth che concedono solo le briciole all’attacco casalingo, mentre in attacco sono sufficienti due sussulti al secondo attacco con la volata di Zappone e all’ottavo con Monda per determinare i 3 punti che indirizzano la partita 3-0 a favore degli emiliani.

Doppia vittoria anche per Campidonico Torino ai danni del Farma Crocetta, che permette ai piemontesi di proseguire l’assalto alla vetta del girone L comandato dalla Spirulina Becagli Grosseto. La prima partita è a senso unico e finisce all’ottavo inning sul 10-0 per i ragazzi di Illuminati che, dopo un inizio equilibrato si scatenano al terzo e quarto con 6 segnature grazie al triplo di Barbero, la valida di Giarola e un errore del diamante parmense. Sul monte Zingarelli prima e Gismondi poi, riescono a imbrigliare le mazze della Crocetta, incapace di concretizzare le poche occasioni costruite. All’ottava ripresa la formazione di casa riesce ad inanellare una serie di valide sfruttando il cambio sul monte avversario e si porta sul definitivo 10-0 che pone fine al match.

Stesso verdetto anche nel secondo incontro di giornata, vinto da Torino 3-0 con un Carrillo in gran spolvero (7.0 ip, 0 er, 14 so). I piemontesi esordiscono con 2 punti a freddo che entrano sul doppio di Peloro, per poi allungare nella parte bassa del quarto con la valida di Valetti. Uomini di Begani che non riescono ad affondare il colpo nelle riprese successive, restando così coinvolti nella lotta per uscire dalla parte bassa del girone M.

Pari e patta tra le capoliste dei gironi H e I Camec Collecchio Platform TMC Poviglio tra le mura del Comunale parmense. La squadra di Finetti trionfa 3-1 nella partita pomeridiana, portandosi in vantaggio con la valida da RBI di Melegari al secondo. Ad inizio quarto arriva il pareggio emiliano con Zanichelli, ma l’equilibrio tra le compagini è destinato a durare poco perché nei due inning successivi Collecchio mette a segno altri 2 punti sfruttando alcuni errori di Poviglio e la battuta di Sorrentino. Al resto ci pensano i lanci di un formidabile Santana, che chiude con una complete-game da 1 er e 8 strikeout.

La rivincita della Platform TMC arriva in gara-2, vinta 9-2. La squadra di Marchi passa subito al primo con il punto firmato dalla volata di Di Turi e poi bisognerà attendere il quinto inning per vedere altri punti, quando Poviglio segna ancora 3 volte portandosi sul 4-0. Nel frattempo in difesa Medina registra un’ottima prestazione con 6 inning lanciati senza subire punti. Al settimo i povigliesi allungano con altre 4 segnature, anche a causa dei numerosi errori difensivi della squadra di casa (ben 6 in totale), mentre Collecchio prova a risollevare la testa con 2 punti che tuttavia non sono sufficienti a cambiare l’inerzia dell’incontro. Al nono Poviglio sigla il 9-2 finale su valida di Minari.

Tra le mura dello Steno Borghese si dividono la posta i padroni di casa del Nettuno 2 e il Cagliari, in due match in cui a regnare sono i line-up di entrambe le squadre. Gara-1 va al Nettuno 2 sul 15-5 all’ottavo inning, con i ragazzi di Piraino che partono fortissimo siglando 9 punti nei primi 3 attacchi, tra cui spiccano il doppio da 3 RBI di D’Alessio, la valida di De Angelis e le imprecisioni del monte isolano. Cagliari non molla e nelle riprese centrali totalizza 5 punti che riaprono il match: merito delle battute di Turino e Cuesta. Al sesto però i nettunesi rispondono presente e segnano 4 volte portandosi sul 13-5, mentre all’ottavo con altre 2 segnature totalizzano i 15 punti necessari a chiudere in anticipo la partita per manifesta.

Risultato praticamente capovolto nella partita serale, in cui sono gli uomini di Angioi a trionfare 17-5, forti anche di 18 valide realizzate. Cagliari apre le danze al terzo con 6 punti merito di Cuesta, Delgado, Perez e Angioi, mentre Nettuno reagisce con 4 uomini a punto grazie a De Angelis, D’Alessio e Bulfone. Nella parte conclusiva della partita i sardi si scatenano con 11 segnature e tengono duro in difesa, riuscendo a chiudere anzitempo l’incontro per manifesta all’ottavo.

Bottino pieno nella serie casalinga per Settimo, che esulta due volte contro l’ostico Sultan Cervignano e consolida la posizione nel girone I all’inseguimento della vetta. La squadra di Wong vince gara-1 sul 9-3 segnano subito 5 punti nei primi turni offensivi con Caras, Calvo e Moncion, mentre una timida reazione friulana arriva al quarto con il punto che entra su valida di Boscarol. Al quinto un potentissimo swing di Lasaracina spedisce la pallina oltre la recinzione e aumenta il distacco di Settimo di altri 2 punti, immediatamente recuperati da Cervignano che si porta sul 7-3. In chiusura del match c’è tempo ancora per il fuoricampo interno di Salvatore, che consente ai piemontesi di allungare ulteriormente sul 9-3 finale.

Risultato simile nel secondo appuntamento, con Settimo che vince 9-4 passando subito in vantaggio con 2 punti, mentre gli ospiti ad inizio quarto totalizzano tutti e 4 i punti della loro partita grazie anche alle battute di Boscarol e Sella. Il piatto della bilancia pende però per poco tempo dalla parte della formazione di Cordero, che si vede rimontata al quarto e superata dal sesto, con Lasaracina ancora sugli scudi in attacco per Settimo con un triplo. 5 le segnature casalinghe nella fase finale del match, che determina lo sweep piemontese.

Nella serie più attesa della giornata, al Cavalli pareggiano le due capoliste dei gironi L e M Ciemme Oltretorrente e Spirulina Becagli Grosseto. Grossetani che si aggiudicano una tiratissima gara-1 8-7, firmando una sorprendente rimonta sul finale della partita. Dopo il punto dell’1-0 maremmano di Barcelan infatti è Oltretorrente a prendere le redini dell’incontro con 6 segnature tra terzo e quinto con il triplo di Pomponi e il singolo di Spagnolo. Sul 6-1 per Oltretorrente però, quando ormai tutto sembra deciso, ecco che l’attacco toscano risale la china e inanella quattro attacchi da 7 punti complessivi tra cui spicca l’homer da 2 RBI di Herrera. A nulla serve il punto dell’8-7 per la Ciemme, entrato su valida di Ragionieri, con l’incontro che premia la squadra di Ramos.

I ragazzi di Melassi si prendono invece la seconda partita 5-2, passando subito in vantaggio con il singolo da 2 RBI di Bianchi. Al sesto inning Grosseto tenta il riscatto con il punto del 2-1 e pareggia poi all’ottavo sfruttando tutti gli uomini messi in base. Ma sul punteggio di 2-2 i padroni di casa piazzano un penultimo attacco da manuale in cui mettono a referto 3 punti che decretano il pareggio della combattuta serie.

Scatto in avanti dell’Itas Mutua Rovigo, che porta a casa entrambe le partite in casa contro Ecotherm Brescia, sempre più fanalino di coda del girone M. I rodigini si aggiudicano gara-1 5-2, con un vantaggio che matura attacco dopo attacco al centro del match. Botta-e-risposta al primo inning con 2 punti da entrambe le parti con Colina per Brescia e Buin per Rovigo, mentre la squadra di Soto dal terzo inning colleziona diversi attacchi positivi che permettono di arrivare sul 5-2 complessivo, mentre in attacco il solito duo PietrograndeTaschin mantiene inalterato il punteggio consegnando la vittoria ai padroni di casa.

Si chiude in manifesta al settimo inning sul 10-0 la seconda partita, dominata in lungo e in largo dai veneti. Cinque punti al primo attacco con Nosti, Ascanio e Taschin mettono subito un’ipoteca sull’incontro, mentre in attacco i lanci di Diaz non riescono ad essere decifrati dai lombardi. Alla terza ripresa arrivano 2 punti sul singolo dci Sandalo, mentre bastano altri 3 uomini a punto fino al settimo per chiudere il match in favore dell’Itas Mutua.

L’ultimo sweep del turno di poule salvezza è firmato da Codogno, che in casa batte due volte Sala Baganza e aggancia Nettuno 2 in fondo al girone I. Codogno vince gara-1 sul punteggio di 8-5, in cui è fondamentale un secondo attacco da 5 punti con Corio, Severino e Nani per indirizzare la partita. Sala però non demorde e al quinto con un turno offensivo simile pareggia i conti grazie ai doppi di Corsini e Fontana, anche se nella parte bassa della ripresa sono i lombardi a sorpassare nuovamente con un punto. Al settimo inning altre 2 segnature codognesi fanno allungare sull’8-5 finale.

La squadra di Nani bissa il successo anche in una gara-2 decisa solo all’ultimo respiro e vinta 6-4. Padroni di casa che partono subito forte con 3 punti firmati da Penaloza e Cimmi, mentre Sala studia l’avversario e attende il quarto inning per affondare il colpo che consente di pareggiare i conti. Al settimo un punto ciascuno mantiene inalterato l’equilibrio, ma la forza di volontà di Codogno è più forte e con Nani e Penaloza entrano altri 2 uomini a casabase che decidono la seconda partita.

Edoardo Draghetti

I risultati del week-end di poule salvezza:

Padule Baseball – Longbridge 2000 8-7, 3-15 (7° inn); Palfinger Reggio Emilia – Tecnovap Verona 11-1 (7° inn), 0-3; Padova – Bologna Athletics 7-8, 0-3 (10° inng); Campidonico Torino – Farma Crocetta 10-0 (8° inn), 3-0; Camec Collecchio – Platform-TMC Poviglio 3-1, 2-9; Nettuno 2 – Cagliari Baseball 15-5 (8° inn), 5-17 (8° inn); Settimo Baseball – Sultan Cervignano 9-3, 9-4; Ciemme Oltretorrente – Spirulina Becagli Grosseto 7-8, 5-2; Itas Mutua Rovigo – Ecotherm Brescia 5-2, 10-0 (7° inn); Codogno Baseball ’67 – Sala Baganza B. C. 8-5, 6-4

Classifica:

Gir. H: Cagliari e Poviglio (10-6), .625; Cervignano (8-8), .500; Padova (7-9), .438; Sala Baganza (5-11), .313.

Gir. I: Collecchio (10-6), .625; Settimo (9-7), .563; Athletics BO (8-8), .500; Codogno (7-9), .438; Nettuno 2 (6-10), .375.

Gir. L: Bbc Grosseto (13-3), .813; Torino (12-4), .750; Rovigo (10-6), .625; Verona (6-10), .375; Longbridge (5-11), .313.

Gir. M: Oltretorrente Pr (13-3), .813; Reggio E. (10-6), .625; Crocetta (5-11), .313; Padule (4-12), .250; Brescia (2-14), .125.

CALENDARIO E PLAY-BY-PLAY

CLASSIFICHE

Comunicato Stampa FIBS