Italia batte 6-5 una tenace Croazia e chiude al nono posto.

Pubblicato il Ott 1 2023 - 9:06pm by Redazione Baseballmania

Un nono posto che non salva la spedizione azzurra arriva al termine di una partita vinta 6-5 e sempre all’inseguimento, grazie a un’ottavo inning da 5 punti contro l’ostico José Diaz.

foto di Corrado Benedetti DUCK FOTO PRESS: la squadra azzurra a fine gara

Dopo la vittoria di venerdì contro la Svizzera per 12-3 a Trebic, Italia Baseball ha giocato, per la prima volta sul campo di Blansko, la finalina per il 9°-10° posto contro la Croazia.

Nella fredda serata ceca, il partente per gli Azzurri è stato Michele Vassalotti, opposto a José Diaz, protagonista nel 2021 per tutte le 8 riprese della vittoria che ha escluso la Germania dai quarti di finale dell’Europeo in Piemonte e mostrato solo per 2 riprese al lineup italiano nel corso dell’Italian Baseball Challenge a Ronchi dei Legionari.

Nel lineup azzurro non c’è Poma, sostituito dall’inizio con Andrea Sellaroli, primo in battuta ed esterno sinistro, Alberto Mineo a ricevere al posto di D’Orazio e Giulio Monello, battitore designato, in ottava posizione.

La difesa dell’Italia ha risolto un paio di situazioni pericolose a inizio gara, quando nel primo inning, con un eliminato, il secondo in battuta croato Slobodan Gales ha battuto un singolo che ha scheggiato il guanto di Friscia in prima base, ma ulteriori pericoli sono stati sventati quando la battuta di Jose Herrera si è trasformata in un doppio gioco Mercuri-Paolini-Friscia. Il braccio di Mineo ha poi fulminato il tentativo di rubata di Olec nel secondo inning.

Andrea Sellaroli, con un singolo interno, l’errore di tiro del terza base Kruhek, e la volata a destra di Garcia è arrivato fino in terza base nel primo attacco italiano, ma senza ulteriori conseguenze

All’inizio del terzo inning, la Croazia ha mancato una seconda importante opportunità di segnare: il prima base Petar Rumora, è colpito e avanza poi su lancio pazzo, ma Vassalotti reagisce con lo strikeout di Bartol Crnjak. Nino Kruhek ha toccato valido e, con corridori agli angoli, il leadoff Kruno Gokjovic raggiunge il sacchetto di prima per la scelta difesa che porta Mineo ad eliminare a casa base Rumora. Gales ottiene la base ball, ma Herrera è il secondo K della ripresa per Vassalotti.

È comunque la Croazia ad andare per prima sul tabellone: Philip Smith ha aperto il quarto inning con un triplo, seguito dal doppio di Antonio Horvatic, che ha portato lo 0-1 e anche all’uscita di Vassalotti, sostituito sul monte italiano da Mattia Sireus, il quale ha impedito ogni ulteriore danno.

Nella parte bassa, gli Azzurri hanno poi raccolto solo il doppio di Alberto Mineo.

Nel quinto, è ancora la squadra balcanica a segnare, con la volata di sacrificio di Horvatic dopo che il singolo interno di Gokjovic, la base a Gales e la base intenzionale a Smith aveva riempito i sacchetti.

L’Italia ha risposto con 1 punto, con la base di Mercuri che sfoggia ottime gambe e arriva addirittura in terza su lancio pazzo, pronto a segnare l’1-2 sulla volata di sacrificio di Giulio Monello.

Dopo un sesto senza conseguenze, nel settimo, contro Nick Davis entrato al posto di Sireus, i balcanici raddoppiano: Gales ottiene 4 ball, ma è eliminato in seconda da Friscia sulla battuta di Herrera, che è salvo per scelta difesa e spinto poi avanti dalla base ball a Smith. Horvatic fa avanzare entrambi i compagni con una smorzata di sacrificio, quindi Justin Olic piazza il singolo al centro che porta l’1-4. L’attacco azzurro si era quindi aperto col singolo di Vito Friscia, seguito però dalla battuta in diamante di Mercuri, che ha fatto eliminare il compagno, e da quella in doppio gioco di Monello.

È Alex Bassani a salire sulla collinetta per l’ottava ripresa, per realizzare tre veloci eliminazioni.

L’attacco dell’Italia si è aperto nel migliore dei modi, col singolo interno sul terza base Kruhec di Nathanael Batista, arrivato in seconda su lancio pazzo, seguito dal bunt perfetto di Andrea Sellaroli risultato anch’esso un singolo su Diaz. Paolini ha toccato su Kruhec, che ha raccolto e toccato fuori base Batista, primo eliminato. Le mazze azzurre, con molta disciplina, hanno quindi approfittato del calo di Diaz, inanellando i 4 singoli consecutivi di GarciaCelliMineo e Friscia che hanno portato gli Azzurri in vantaggio 5-4 e all’ingresso del rilievo croato Jose Mendoza. Sul nuovo lanciatore, Mercuri ha battuto in diamante, consentendo a Mineo di incrementare il vantaggio. Dopo la base ball di Monello, Batista, tornato nel box per la seconda volta nell’inning, ha alzato una facile volata a destra, mettendo fine all’inning.

Ma non è finita: Gales ha inaugurato il nono con un singolo, quindi, sulla battuta di Herrera, Mercuri pensa un attimo di troppo all’opzione doppio gioco e tira poi male in prima, con i conseguenti corridori in seconda e terza, senza out.

Dopo la visita di Cretis, Bassani ha lasciato al piatto il pericoloso Smith, seguito nel box da Horvatic, il quale ha battuto in diamante ed è stato il secondo out, ma ha permesso a Gales di portare i suoi a una lunghezza e a Herrera di raggiungere la terza.

La base a Olic ha condotto all’ingresso in pedana di Marco Artitzu, che ha interpretato alla lettera il ruolo di closer eliminando al piatto il pinch hitter Krsolovic con 3 fucilate in mezzo al piatto e mettendo fine, insieme all’incontro, all’Europeo degli Azzurri.

IL TABELLINO

TUTTO SULL’EUROPEO BASEBALL 2023

Comunicato Stampa FIBS