Da domani via alle semifinali pronte alle sfide San Marino – Big-Mat Grosseto e UnipolSai Bologna – Parmaclima.

Pubblicato il Ago 23 2023 - 12:29pm by Redazione Baseballmania

Sarà possibile seguire ogni lancio delle due serie di semifinale sui canali YouTube FIBS Channel e FIBS Channel LIVE, e su MS Channel (ch. 814 Sky).

Nella foto di copertina (di Corrado Benedetti/Duck Press Photo) Shakir Albert (UnipolSai Bologna) e Luis Gonzalez (Parmaclima) 

Da giovedì 24 agosto, alle ore 20.30, via ad una undici giorni da vivere intensamente: a Bologna e Parma si rinnoverà la rivalità play-off tra UnipolSai Bologna e Parmaclima, a Serravalle (San Marino) e Grosseto il giovane Big-Mat Bsc sfiderà i campioni d’Italia in carica per continuare a sognare.

Dalle serie di Quarti di Finale sono uscite le quattro squadre che, nelle semifinali all via da domani giovedì 24 agosto, alle ore 20.30, sono pronte per regalare agli appassionati grandi emozioni e intense competizioni, al fine di guadagnare due posti per la Finale Scudetto 2023.

San MarinoUnipolSai Fortitudo BolognaParmaclima e la sorpresa Big-Mat Bsc Grosseto: queste le migliori quattro squadre del campionato italiano, entrambe reduci dallo stesso girone (G) di Poule Scudetto chiuso al primo posto da UnipolSai Bologna e San Marino con identico record (17-7) e seguite da Parmaclima (15-9) e Big-Mat Grosseto (10-14), che lunedì sera, con carattere e compattezza, ha eliminato la favorita Hotsand Macerata dalla postseason del campionato italiano, vincendo la decisiva gara cinque con il risultato di 5-0 e dunque portando a casa la serie di play-off con un totale di 3 vinte e 2 perse.

Un risultato, quello della Bsc Grosseto, che certifica lo straordinario processo di crescita della società maremmana, nata nel 2012 ed al suo secondo anno in Serie A giunta per la prima volta al traguardo dei play-off di A Baseball raccogliendo i frutti di un duro e positivo lavoro portato avanti con il settore giovanile, dal quale sono usciti i vari Niccolò Cinelli, Niccolò Funzione, Francesco Cappuccini, Diego Luciani, Maor Pasquini, Ion Doba e Mattia Sireus – quest’ultimo arrivato dalla Sardegna nel 2020 per partecipare al campionato di Serie B – e ai quali sono stati aggiunti giocatori di esperienza come i cubani Marcos DiazYordany Scull ed il lanciatore Eddy Garcia, l’interno Leomartires Rodriguez protagonista lo scorso anno a Parma, e le scommesse vinte Joaquin Farias e Leonard Backstrom, entrambi prelevati dalla Serie B rispettivamente dai Boars Grosseto e Fovea Embers, tutti determinanti nell’ottima stagione della squadra allenata da Stefano Cappuccini e già protagonista nella prima fase del campionato di Serie A, nell’ostico girone D chiuso a pari merito con il Nettuno 1945 (8-2), eliminato ai play-off dal Parmaclima, e davanti alla favorita e rivale cittadina Spirulina Becagli Bbc Grosseto, che nel 2022 è stata la seconda squadra grossetana in 14 anni (2007, dopo lo scudettato BBC Grosseto) a raggiungere la semifinale, persa in cinque partite proprio contro il San Marino, avversario di semifinale del Bsc.

Dopo aver eliminato in tre partite la Comcor Modena, i campioni d’Italia in carica del San Marino non vogliono fermarsi e puntano al terzo Scudetto consecutivo, impresa già riuscita dal 2011 al 2013, con Doriano Bindi nel dugout. Dieci anni dopo, con Bindi rientrato a casa da due stagioni, la formazione romagnola non intende farsi sfuggire l’obiettivo finale e si appresta a cominciare tra le mura amiche la settima serie di semifinale della propria storia, forte di numeri impetuosi.

Tra prima fase e Poule Scudetto la squadra del San Marino è quella che ha i numeri migliori: 387 battute valide, 272 punti segnati, 32 fuoricampo, 249 punti battuti a casa ed una tripla linea (media battuta, media arrivi in base, slugging%) di .343/.425/.502, di gran lunga i numeri migliori del campionato grazie alle prestazioni di Gabriel Lino (leader di squadra per media battuta, .433, fuoricampo, 12, OPS, 1.417 e punti battuti a casa, 45), Federico CelliNathanael Batista e Ericson Leonora. Il monte di lancio non è da meno ed oltre agli ormai noti Carlos Quevedo ed a Luca Di RaffaeleNicola Garbella e Dimitri Kourtis, utilizzabili insieme a Fernando Baez e Gianluca Tognacci anche fuori dal bullpen, Doriano Bindi può contare anche sul venezuelano Jesus Castillo e soprattutto sull’italo-brasiliano Tiago da Silva, tornato in tempo per la prima partita della serie di play-off contro il Modena, nella quale si è fatto notare con sei riprese shutout.

La difesa è impenetrabile: se i ricevitori Gabriel Lino, Giovanny Rosales e Ortwin Pieternella (tornato recentemente a disposizione contro il Modena) hanno neutralizzato dodici di ventisei tentativi di rubate, il resto della difesa ha commesso appena 21 errori, il dato più basso tra le squadre di Serie A.

La solidità difensiva e le braccia dei ricevitori verranno messe alla prova dal frizzante e sbarazzino attacco maremmano, che fa della corsa sulle basi (45 rubate su 59 tentativi rendono il Big-Mat la squadra più aggressiva del campionato) una delle principali armi tattiche offensive.

Dall’altra parte, dopo aver limitato in cinque partite il pericoloso attacco del Macerata, l’osservato speciale sarà il monte di lancio grossetano: il dominante Eddy Garcia è reduce lunedì dall’intensa e stressante gara cinque contro Macerata nella quale ha effettuato 34 lanci chiudendo la partita in due riprese ed un terzo di lavoro (due valide, una base su ball e quattro strikeout) lanciando dopo Joaquin Faria e Marco Artitzu, e dunque potrebbe non essere disponibile per aprire l’importante gara uno. Per questo motivo a Mattia Sireus e allo stesso Artitzu, al giovane Ion Doba e ad Angel Marquez verrà demandata massima attenzione e molto sacrificio nelle prime, fondamentali partite della serie. In stagione le due squadre si sono incrociate sei volte nella Poule Scudetto e la squadra di Stefano Cappuccini non ha mai vinto, oltre a segnare appena due punti contro i ventidue subiti. La semifinale Scudetto è l’occasione migliore per cercare di riscattarsi.

Il destino ne ha ormai fatto un appuntamento tradizionale: giovedì 24 sarà la terza volta consecutiva, dal 2019 ad oggi, che UnipolSai Bologna e Parmaclima danno vita ad una serie di semifinale di Serie A Baseball. Nel 2018 si sono sfidate nella finale Scudetto e nel complesso i due club – tralasciando gli anni in cui la fase finale veniva disputata in gironi – si sono affrontati sei volte in serie di play-off: la prima volta nel 1987, poi nel 19942004 e quindi 20182019 2022. Bologna ha trionfato in quattro occasioni (nel quarto di finale dell’87, semifinale 2004 con spazzata, finale 2018 e semifinale 2019) mentre Parma ha vinto le semifinali del 1994 e dello scorso anno, una serie entusiasmante giunta a gara7 e conquistata dal Parmaclima con una presa al volo in corsa da parte di Noel Gonzalez su una lunga volata battuta dall’ex ducale Ricardo Paolini, tornato nel mese di luglio sotto le due torri per rafforzare attacco e reparto interni della squadra di Daniele Frignani.

La semifinale 2022 è stata talmente equilibrata che soltanto una partita è terminata con uno scarto maggiore di due punti: si tratta di gara due, vinta dalla formazione bolognese per 8-4. Tutte le altre sono terminate con uno scarto minimo (come gara6, vinta dal Bologna – nonostante una grande prestazione di Luis Lugo – per 1-0 con un punto segnato nel primo inning) ad eccezione di gara4, vinta dalla squadra felsinea con due punti di vantaggio. Parma e Bologna sono anche due delle piazze con più presenze in serie di semifinale: Nettuno comanda con 21 serie (l’ultima nel 2019) disputate, poi arrivano Rimini e Fortitudo Bologna (19) e quindi il Parma Baseball, che vanta lo stesso numero di semifinali vinte (7) dei cugini emiliani, ma in 17 occasioni.

Confronti diretti e statistiche ci raccontano di due squadre che grossomodo si equivalgono e ci anticipano un’altra serie equilibrata, come per l’appunto nella semifinale dello scorso anno e nelle sei sfide della Poule Scudetto 2023, chiuse con tre vittorie per parte e tante partite tirate, combattute e da basso punteggio ad eccezione di gara due di ritorno, disputata il 7 luglio scorso e vinta per 10-6 dalla compagine ducale.

A livello statistico tra le due squadre c’è poca differenza: in battuta, l’UnipolSai Bologna ha dimostrato più potenza (.417 la slugging frutto anche di 18 fuoricampo, sette in più rispetto al Parma) e pazienza (186 basi su ball, il massimo in Serie A, ed una OBP di .409 seconda solo a quella del San Marino) a fronte di un attacco parmigiano più da contatto (.302 la media battuta, la più alta tra le semifinaliste).

La Fortitudo è tra le migliori quattro anche la squadra che ha saputo sfruttare meglio la corsa sulle basi: dei 48 tentativi di rubata nell’arco di tutto il campionato, 42 sono andati a buon fine con l’esplosivo interbase di Curaçao Darren Seferina il più pericoloso con 11 rubate su 13 tentativi. Seferina non è l’unico antillano a guidare l’attacco bolognese: Kevin Josephina e Shakir Albert, altri due nativi di Curaçao, ed Eugene Helder (nato ad Aruba) sono insieme a Seferina le colonne portanti dell’attacco felsineo e sommano 10 dei 18 fuoricampo bolognesi, e 34 tra doppi e tripli oltre a 75 punti battuti a casa. Privo di Daniel Monti, che ha ripreso la sua attività collegiale, Daniele Frignani può contare su un manipolo di giocatori italiani: oltre a capitan Lorenzo Dobboletta, anche su Alessandro DeottoRiccardo Bertossi e sul battitore designato e nazionale U23 Samuele Gamberini, dotato di ottimo potenziale offensivo e grande capacità di arrivo in base.

Poche le differenze a livello statistico anche per quanto riguarda il monte di lancio: i biancoblù ducali vantano nelle braccia più strikeout (303 contro i 294 del Bologna) ed una media battuta sul lanciatore più bassa (.185 contro .214 bolognese) ma presentano una media PGL leggermente più alta (2.24 contro 2.09). L’ex Bologna Matteo Bocchi (specialmente nella Poule Scudetto, 5-1, PGL 0.26, 30K e 8BB su 30 riprese) e Luis Lugo sono i lanciatori che hanno meglio figurato nell’arco del 2023, mentre dagli stranieri Pablo Guillen e Danny Rondon si attendono più risposte. Carlos Contreras resta arma micidiale per gli ultimi inning, e in questo viene aiutato anche da Anderson De Leon mentre Diego FabianiMattia Aldegheri ed il jolly Francesco Pomponi rappresentano complementi di tutto rispetto nelle partite riservate al lanciatore di formazione italiana dove la UnipolSai Bologna è comunque ben piazzata, potendo contare su Filippo CrepaldiAlex Bassani e Maurizio Andretta che saranno dunque sicuramente protagonisti sicuramente in gara due e nella eventuale gara cinque. L’esperto Raul Rivero, Porfirio Lopez, Chrstopher MolinaFederico Robles e Joseph Cuomo garantiscono profondità e versatilità, così come tutto il roster.

Mentre il Parmaclima è rimasto ad aspettare il rientro in Italia di Alex Liddi, con il quale è da tempo in essere un accordo che prevede l’approdo in biancoblù dell’interno sanremese al termine della sua esperienza nel campionato messicano (in questo momento la sua squadra, El Aguila de Veracruz, è sotto 3-1 nella serie play-off contro Leones de Yucatan), la Effe non ha fatto altro che rafforzarsi: Ricardo Paolini, Kevin Josephina, Ernesto LiberatorePorfirio Lopez ed il grande ritorno di Robel Garcia dopo le esperienze in MLB (2019 e 2021 con Cubs e Astros), in triplo A, e tra 2022 e 2023 nella Korean Baseball Organization e nella Liga Mexicana de Beisbol sono tutti approdati al “Falchi” tra luglio ed agosto, contribuendo alla cavalcata in Poule Scudetto ed allo sweep sui New Black Panthers nel quarto di finale.

Il Parmaclima, quindi, continuerà a puntare sullo zoccolo duro che nelle ultime tre stagioni ha portato a tre finali di Coppa Campioni (due vinte) e ad una finale Scudetto, consapevole di avere un organico capace di giocarsela con chiunque se scende in campo con la giusta attenzione. Importante dunque ripartire da gara quattro della serie di quarti di finale contro Nettuno, cercando di evitare quegli episodi negativi come i sei punti subiti in due riprese nella gara tre della stessa serie che hanno allungato la sfida del “Cavalli”, per rendere il “derby della via Emilia” di semifinale come sempre emozionante e combattuto.

Di seguito il calendario delle semifinali play-off e delle dirette televisive:

Giovedì 24 agosto ore 20.30:

Gara 1 San Marino – Big-Mat Grosseto (diretta su FIBS Channel LIVE)

Gara 1 UnipolSai Bologna – Parmaclima (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

Venerdì 25 agosto ore 20.30:

Gara 2 San Marino – Big-Mat Grosseto (diretta su FIBS Channel LIVE)

Gara 2 UnipolSai Bologna – Parmaclima (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

Lunedì 28 agosto ore 20.30:

Gara 3 Big-Mat Grosseto – San Marino (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

Gara 3 Parmaclima – UnipolSai Bologna (diretta su FIBS Channel LIVE)

Martedì 29 agosto ore 20.30:

Gara 4 Big-Mat Grosseto – San Marino (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

Gara 4 Parmaclima – UnipolSai Bologna (diretta su FIBS Channel LIVE)

Mercoledì 30 agosto ore 20.30:

Gara 5* Big-Mat Grosseto – San Marino (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

Gara 5* Parmaclima – UnipolSai Bologna (diretta su FIBS Channel LIVE)

Sabato 2 settembre ore 20.30:

Gara 6* San Marino – Big-Mat Grosseto (diretta su FIBS Channel LIVE)

Gara 6* UnipolSai Bologna – Parmaclima (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

Domenica 3 settembre ore 20.30:

Gara 7* San Marino – Big-Mat Grosseto (diretta su FIBS Channel LIVE)

Gara 7* UnipolSai Bologna – Parmaclima (diretta su FIBS Channel e MS Channel, ch. 814 Sky)

*= se necessario

CALENDARIO, RISULTATI E LINK AL PLAY-BY-PLAY

FIBS CHANNEL

FIBS CHANNEL LIVE

EDIZIONI PRECEDENTI

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A BASEBALL

Comunicato Stampa FIBS