Poderi dal Nespoli contro Saronno vale l’accesso alla finale scudetto 2022

Pubblicato il Set 16 2022 - 7:48pm by Redazione Baseballmania

Riparte dall’1-1 la semifinale scudetto fra Poderi dal Nespoli Forlì e Saronno. La serie, al meglio delle cinque partite, dopo i primi due incontri disputati in Romagna si sposta ora in terra lombarda. Garatre e quattro si disputeranno sabato prossimo, rispettivamente alle ore 17.00 e a seguire; in caso di ulteriore parità, la mattina seguente alle 11.00 è prevista la quinta e decisiva partita per definire la squadra che accederà alla finale scudetto 2022.

Riassumendo quanto è successo finora, il primo match ha vissuto un finale scoppiettante ed è stato vinto dalla Poderi dal Nespoli con un rocambolesco 11-10 maturato all’ottavo inning; la rivincita serale è stata appannaggio delle ospiti con un netto 15-4, e conclusione anticipata al quarto inning per la regola della “manifesta superiorità”.

Le gare del prossimo fine settimana ripropongono lo stesso scenario dell’andata. La gara3 è riservata alle lanciatrici italiane, ed in pedana andranno Cacciamani per Forlì e Nicolini per le avversarie. Si affrontano due line up simili nelle statistiche, con Forlì che viaggia a .325 di media battuta e Saronno che risponde con .304. Nelle prime due partite gli attacchi hanno toccato ripetutamente le lanciatrici, specialmente nel finale di gara: Saronno ha messo a segno 17 valide, Forlì poco meno con 13. E’ verosimile che si vedrà un approccio diverso delle difese, e probabilmente di conseguenza meno punti a referto; dato il valore delle contendenti, il pronostico rimane aperto a qualsiasi risultato.

In gara4, quella riservata alle lanciatrici straniere, Forlì il pitcher straniero non ce l’ha più dopo l’infortunio che ha messo fine in anticipo alla stagione dell’americana Holly Azevedo: e quindi, in opposizione all’americana Handley del Saronno, la Poderi dal Nespoli manderà nel cerchio Carlotta Onofri. Senza voler nulla togliere alla forlivese, nella circostanza il pronostico pende decisamente a favore della squadra di casa. E tuttavia il risultato finale non può essere scontato, visto quante volte in questi anni la squadra romagnola ha mostrato le capacità di poter ribaltare anche il pronostico più ostile.

Anche nell’altra semifinale scudetto le due contendenti si sono divise la posta al termine della prima giornata. In gara1 ha avuto la meglio Bollate, un netto 7-0 con interruzione per “manifesta” alla 5a ripresa; Caronno si è rifatto nella rivincita serale, sia pur con il minimo scarto. Sabato a Caronno si riparte dunque dall’1-1, e il programma è lo stesso di Saronno, quindi si giocano di sicuro gara3 e 4 e la domenica mattina -se serve- si disputerà la “bella”.