NPB(CL)-Climax Series St2 g4: Crollo Giants a suon di HR! Tigers alle Nippon Series!

Pubblicato il Ott 18 2014 - 4:50pm by Filippo Coppola

Climax Series Stage 2, Gara 4, Central League

Gara disputata al Tokyo Dome di Tokyo, omonima prefettura.
Match cominciato alle 18.00 locali (11:00 in Italia) e durato 3 ore e 42 minuti, davanti a 46311 spettatori con i seguenti arbitri = HP: Tanba, 1B: Sakamura, 2B: Kasahara, 3B: Kiuchi, LF: Tsuchiyama, RF: Nishimoto.

Yomiuri Giants – Hanshin Tigers  4 – 8  (serie 1 – 4).

HANSHIN TIGERS ALLE NIPPON SERIES!!

Con potenza tornano i Tigers alle Nippon-Series, oggi battendo ben 3 HR nei primi 2 inning riescono a sbarazzarsi di questi Giants, sempre battuti incredibilmente dai Tigers in questo 2° Stage delle Climax-Series ed in casa.
Anche se subiscono anche loro tre HR non subiscono più di quattro punti ed è il massimo per loro subito fin qui, sia contro i Carp al 1° Stage e sia al Tokyo Dome, dove i Giants hanno perso ben quattro partite di fila!
Sarà per questi Tigers la 6ª volta che parteciperanno alle Nippon-Series e ci tornano dopo ben 9 anni (1962, 1964, 1985, 2003, 2005, 2014), con il fattore casalingo un po’ dalla loro, con gara 1 che dovrà cominciare al Koshien Stadium.
Tornando ad oggi i Giants si affidano al giovane partente Yuki Koyama, che crolla già nel corso del 1° inning, subendo un back-to-back da parte di Matt Murton e Kosuke Fukudome. L’allungo perviene ancora contro Koyama al 2° inning, subendo un altro HR, da 2 punti di Tsuyoshi Nishioka, per il 6-0 parziale. I Giants tentano invano una rimonta e il solo-homer di Yoshiyuki Kamei e una volata di sacrificio di Shuichi Murata fa accorciare le distanze ai padroni di casa sul 6-2.
Gli ospiti poi allungano ancora nel punteggio, siglando 2 punti al 7° inning, con un singolo da 2 rbi di Mauro Gomez e tutto da rifare per i Giants.
All’ultimo inning contro l’infaticabile closer dei Tigers, Seung-Hwan Oh battono anche loro un back-to-back, ma cominciato a basi scariche, che porta solo ad accorciare nuovamente le distanze. HR realizzati dal cubano Frederich Cepeda e Hayato Sakamoto, ma la rimonta è ancora lunge e lontana e Oh S-H si riprende e termina così ripresa, match e serie in favore dei suoi!
Tigers che fin qui sono imbattuti in queste Climax-Series, con 5 vittorie e un pareggio dopo 12 riprese contro i Carp, subendo pochi punti, in tutte queste occasioni e battendo con molta regolarità. Infatti in questa serie hanno avuto una AVG. di .289, contro quella dei Giants di .246, concretizzando molto bene le occasioni create, totalizzando 21 punti segnati al fronte di soli 9 punti realizzati dai Giants, nonostante questi ultimi hanno battuto un buon numero di HR al Tokyo Dome, ben 6 contro i 4 battuti dai Tigers.
Ma il calo dei Giants è dipeso essenzialmente da un reparto dei pitchers abbastanza poco efficace, contro questi avversari “caldi” dal box di battuta e hanno sofferto svariati lanciatori, in primis Koyama oggi, che non ha finito neanche il 2° inning.
Nei precedenti stagionali tra di due sfidanti di oggi, Yuki Koyama e Atsushi Nohmi (ieri dato Fujinami e quindi ancora pretattica per il manager dei Tigers), che hanno i seguenti precedenti, con il primo che registra fin qui in stagione regolare: 1-0 in 3 G, 17.2 IP, 22 K, ERA 2.04 e WHIP 1.02, mentre il secondo: 1-5 in 6 G, 2 CG, 1 SHO, in 40.2 IP, 23 K, ERA 5.09 e WHIP 1.35.

Riporto di seguito i numeri in RS tra questi due team è :

G W L T RS RA H HR SO BB HBP DP SB AVG E ERA
Tigers 24 11 13 0 79 99 187 18 164 55 9 24 4 .238 4 4.09
Giants 24 13 11 0 99 79 206 24 171 67 7 23 18 .258 7 3.06

Ecco il ruolino completo di line-up di gara 4 :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco le stats dei lanciatori:

 

 

 

 

 

 

 

Note di cronaca.

Partono forte i Tigers già al 1° inning, colpendo duramente lo starter Yuki Koyama, che con 1 out all’attivo subisce due singoli di fila, da Hiroki Uemoto e Takashi Toritani. Koyama elimina per strike-out girato il temibile Mauro Gomez, ma poi dopo 2 lanci subisce un HR a sinistra da Matt Murton, che vale il 3-0 Tigers, dopo aver visto un ball. Si presenta nel box di battuta l’ex MLB Kosuke Fukudome, che dopo 7 lanci batte un altro fuoricampo per i suoi, per il 4-0 parziale, subito dal partente di casa, sul conto pieno.

Kosuke Fukudome

I Giants tentano di reagire già nella parte bassa della 1ª ripresa, dove il partente mancino dei Tigers concede subito una BB ad Hayato Sakamoto. Con 1 out poi subisce un singolo dal cubano Leslie Anderson, ma Nohmi è abile a chiudere la ripresa ottenendo facilmente gli altri 2 out, con anche uno strike-out su Shuichi Murata.
Al 2° inning Koyama concede anche lui una BB da lead-off a Yamato Maeda, che avanza fino in 2ªB tramite un bunt di sacrificio dello stesso Nohmi, ma ci pensa Tsuyoshi Nishioka a colpirlo duramente con un altro fuoricampo, a destra per il 6-0 parziale per i Tigers, dopo aver visto 3 ball!
Il manager di casa cambia così il partente e chiama in causa il rilievo Shoki Kasahara, che riesce a terminare l’inning ottenendo gli altri 2 out, tramite due strike-out, uno girato su Uemoto e uno guardato su Toritani.
Al cambio di campo arriva il primo punto dei padroni di casa, di fatto ci pensa Yoshiyuki Kamei a battere un solo-homer, da lead-off e punteggio sul 6-1, dopo aver visto 2 ball contro Nohmi. Questo poi subisce anche un doppio da Hisayoshi Chono e con 1 out un singolo dal PH Kenji Yano. Ma il doppio-gioco di Sakamoto è prezioso per i Tigers, per terminare così il 2° inning.
I battitori di casa siglano un altro punto nel 3° inning, dove Hirokazu Ibata batte subito un singolo da lead-off, poi lo segue Anderson e la ground-out si Shinnosuke Abe spinge i corridori di una base e così Shuichi Murata batte una SF a destra, che consente allo stesso Ibata di accorciare le distanze per i suoi, sul 6-2.
I vari rilievi dei Giants riescono a tenere a bada i battitori ospiti, che andranno in base solo nel corso della 5ª ripresa, con singolo da lead-off di Nishioka e una BB concessa a Mauro Gomez, ma in quella occasione il rilievo Yuki Egarashi.

Tsuyoshi nishioka

Invece il partente ospite, Nohmi, soffre anche nel 4°, dove i padroni di casa tentano di creare qualche occasione offensiva. Di fatto nella 4ª ripresa i Giants mettono in base i primi due battitori affrontati dallo starter mancino, che subisce così due singoli di fila, da Chono e dal PH Taishi Ota. Ma il tutto è vanificato con Nohmi che ottiene bene gli altri tre eliminati che consentono di chiudere la ripresa in questione.
Nel corso del 7° inning sono ancora i Tigers a sfruttare occasione d’attacco, con il rilievo dei Giants, Yuya Kubo che subisce ben 2 punti nel corso di questa ripresa, tramite un singolo da 2 rbi di Gomez, a basi piene e con 1 out all’attivo, per l’8-2 Tigers.
Giunge il 9° inning e per la parte bassa gli ospiti schierano sul monte di lancio il closer sudcoreano Seung-Hwan Oh, che ha lanciato praticamente nelle ultime tre partite vinte dai suoi Tigers.
Si presenta nel box di battuta lo slugger cubano Frederich Cepeda, che sul conto di 2-2 spara un HR a destra, che vale il punto dell’8-3, poi Oh S-H accusa il colpo e subisce un altro HR da Sakamoto, sempre sul conto di 2-2, dopo altri 5 lanci e punteggio sull’8-4, con back-to-back!
Ma Oh S-H si riprende e affronta i restanti battitori come se nulla fosse successo, forte sempre di un buon margine nel punteggio e ottiene facilmente i tre out per terminare l’inning, dove subisce solo un’altra valida, da Anderson un singolo a destra. Ma il pop-out di Murata fa partire i festeggiamenti in casa Tigers e dopo 9 anni tornano a giovare alle Nippon-Series.
Quindi il lanciatore vincente è il partente Nohmi (1-0, 3.60), il perdente è lo starter Koyama (0-1, 40.50).

 

MVP del match: Matt Murton, l’esterno americano dei Tigers che oggi ha battuto un importante HR nel corso del 1° inning contro lo starter Koyama, che ha affossato così i Giants, creando un vantaggio che non sarà più rimontato, consentendo ai suoi Tigers di accedere alle prossime Nippon Series!

 

 

[Ricordo inoltre che il ruolino creato, redatto dal sottoscritto e proposto già altre volte in precedenza, è basato sull’utilizzazione che ha  come simbologia le lettere maiuscole per gli out, e le minuscole per le valide (tranne gli HR e le BB), esempio d7: doppio a sinistra, Kl : strike-out looking (guardato), Ks : strike-out swinging (girato), F7: eliminato al volo dall’esterno sinistro, BB : base per ball, DP : doppio gioco, s9 : singolo a destra, FP3: eliminato al volo con pop-out in zona di foul; ecc…..spero comprensibile per chi leggerà.

Ricordando che nel ruolino i ruoli dei difensori sono di seguito elencati:1 : lanciatorep2 : ricevitorec3prima base, 1B; 4seconda base, 2B5terza base, 3B6interbase, SS7esterno sinistro, lf8: esterno centro, cf9esterno destro, rf.

Inoltre gli rbi evidenziati con sottolineatura, i runs saranno colorati di celeste e gli out di colore rosso (in particolare i doppi-giochi in marrone)].

 

Aggiornamento completo box-score, CS-CL Stage 2, gara 4:

Hanshin 4 2 0 0 0 0 2 0 0 8 11 0
Yomiuri 0 1 1 0 0 0 0 0 2 4 13 0
WP : Nomi ( 1 – 0 )
LP : Koyama ( 0 – 1 )
HR : [T] Murton ( 1, 1st inn. off Koyama, 2 on )
[T] Fukudome ( 1, 1st inn. off Koyama, 0 on )
[T] Nishioka ( 1, 2nd inn. off Koyama, 1 on )
[G] Kamei ( 2, 2nd inn. off Nomi, 0 on )
[G] Cepeda ( 1, 9th inn. off Oh, 0 on )
[G] Sakamoto ( 1, 9th inn. off Oh, 0 on )
Hanshin
Yomiuri
AB H RBI BB HP SO
Nishioka, 3B 5 3 2 0 0 0
Saka, PR-3B 0 0 0 0 0 0
Uemoto, 2B 4 2 0 1 0 1
Toritani, SS 4 1 0 1 0 1
Gomez, 1B 4 1 2 1 0 3
Oh, P 0 0 0 0 0 0
Murton, LF 5 1 3 0 0 0
Fukudome, RF 5 1 1 0 0 0
Tsuruoka, C 4 0 0 0 0 2
Maeda, CF 3 1 0 1 0 0
Nomi, P 1 0 0 0 0 0
Ando, P 0 0 0 0 0 0
R.Arai, PH 1 1 0 0 0 0
Araki, PR 0 0 0 0 0 0
Matsuda, P 0 0 0 0 0 0
T.Arai, PH 1 0 0 0 0 0
Fukuhara, P 0 0 0 0 0 0
Sekimoto, 1B 0 0 0 0 0 0
AB H RBI BB HP SO
Sakamoto, SS 4 1 1 1 0 2
Ibata, 2B 5 1 0 0 0 0
Anderson, LF-1B 4 3 0 1 0 0
Abe, C 5 0 0 0 0 1
Murata, 3B 4 1 1 0 0 1
Kamei, RF 4 1 1 0 0 1
Chono, CF 4 2 0 0 0 0
Lopez, 1B 1 0 0 0 0 1
K.Takagi, P 0 0 0 0 0 0
Ota, PH-LF 3 2 0 0 0 1
Koyama, P 0 0 0 0 0 0
Kasahara, P 0 0 0 0 0 0
Yano, PH-LF 2 1 0 0 0 0
Egarashi, P 0 0 0 0 0 0
Hashimoto, PH 1 0 0 0 0 0
Kubo, P 0 0 0 0 0 0
Nishimura, P 0 0 0 0 0 0
Mathieson, P 0 0 0 0 0 0
Cepeda, PH 1 1 1 0 0 0
IP BF H BB HB SO ER
Nomi, (W) 5 24 9 1 0 4 2
Ando 1 4 1 0 0 1 0
Matsuda 1 4 0 1 0 0 0
Fukuhara 1 3 0 0 0 1 0
Oh 1 6 3 0 0 1 2
IP BF H BB HB SO ER
Koyama, (L) 1 .1 10 5 1 0 2 6
Kasahara 0 .2 2 0 0 0 2 0
K.Takagi 2 6 0 0 0 2 0
Egarashi 2 8 1 1 0 0 0
Kubo 1 7 3 1 0 0 2
Nishimura 1 6 2 1 0 0 0
Mathieson 1 3 0 0 0 1 0

 

CS-CL, St2, g4

WordPress Author Box
Filippo Coppola

Vive alle falde del Vesuvio, a Boscotrecase (NA), laureato in Ing. Navale alla Federico II di Napoli è appassionato da tanti anni al grande gioco del baseball. Passione cresciuta di anno in anno, soprattutto di quello dell'estremo Oriente e in particolare quello giapponese e campionati asiatici (oltre a quello nostrano e Americano MLB), che segue con assiduità. E' tifoso dei Cincinnati Reds della NL in MLB, team storico di questo sport e che segue da quando ha scoperto il baseball. Invece per i team asiatici, non ha alcuna preferenza in assoluto, essendo appassionato di tutti. Primo in Europa a scrivere del baseball giapponese, coreano e taiwanese, direttamente da siti specializzati di quei paesi. Ha aperto la coach-convention del 2016 della FIBS a Roma, presentando il baseball del Giappone, descrivendo storia e particolarità dello "yakyu". Ha per come hobby la vela, lo sport in genere e seguire il calcio Napoli, inoltre preferisce analizzare dati statistici e i numeri del baseball, sport dipendente da quest'ultimi, e alla ricerca e scoperta della sabermetrica, ovvero l'analisi del baseball attraverso le statistiche.

Like us on Facebook
on Facebook
Filippo Coppola