NPB(CL)-Climax Series St1 g2: Nessun punto al Koshien Stadium e avanzano i Tigers!

Pubblicato il Ott 12 2014 - 12:08pm by Filippo Coppola

Climax Series Stage 1, Gara 2, Central League

Gara disputata al Koshien Stadium di Nishinomiya, prefettura di Hyogo.
Match cominciato alle 14.00 locali (07:00 in Italia) e durato 3 ore e 35 minuti, davanti a 46815 spettatori con i seguenti arbitri = HP: Ishiyama, 1B: Yoshikawa, 2B: Azuma, 3B: Akimura, LF: Shimada, RF: Kobayashi.

Hanshin Tigers – Hiroshima Toyo Carp  0 – 0  (serie 1 – 0 – 1*).

HANSHIN TIGERS AL 2° STAGE !!

 *in caso di pareggio si assegna arbitrariamente una vittoria fittizia al team meglio posizionato in classifica e in questo caso i padroni di casa dei Tigers.

Al Koshien Stadium termina la gara 2 di questo 1° Stage di Climax-Series senza nessun punto siglato, dopo 11 riprese e mezzo di gioco, con partita tiratissima e serie quindi decisa da una sola battuta, il solo-homer di ieri dell’esperto esterno, ex MLB, Kosuke Fukudome. Non sono bastate 21 inning in questi due match per vedere i Carp segnare almeno un punto e dunque 0 ER per i lanciatori dei Tigers, dopo tante riprese.
Protagonisti quindi sono stati i lanciatori, di entrambe le franchigie, soprattutto dei padroni di casa, che annichiliscono per bene i battitori avversari, con il team di Hiroshima che è out dal torneo, avendo battuto con AVG .171. Invece i Tigers, con un solo punto siglato, hanno battuto con un modesto .217, anche loro creando poco.
Riescono per la prima volta nella loro storia ad accedere al 2° Stage delle Climax-Series, da quando sono state create dal 2007, dopo aver perso appunto nel 2007 contro i Chunichi Dragons (per 2-0), sempre contro questo avversario l’anno seguente per 2-1, contro gli Yomiuri Giants nel 2010 per 2-0 e l’anno scorso contro i Carp, per 2-0 in casa, proprio come in questa stagione. Quindi si riscattano e ora sfideranno i rivali storici dei Giants per vedere chi dovrà acceder alle Nippon Series.
Questa di oggi è la seconda sconfitta subita dai Carp in Climax-Series senza riuscire a siglare alcun punto nella loro storia ed è la quarta sconfitta consecutiva subita nelle Climax-Series. Invece i Tigers stoppano la striscia di cinque sconfitte consecutive nelle Climax-Series con questa vittoria che porta la prima salvezza per Oh S-H alla sua prima occasione in post-season in NPB.
Nei precedenti stagionali Nohmi ha un record contro i Carp di 2-1 in 3G, 21.0 IP, 15 K, ERA 1.71 e WHIP 0.86, mentre il rookie Osera contro i Tigers ha ottenuto: 3-3 in 8 G, 42.2 IP, 30 K, ERA 3.80 e WHIP 1.45.

Riporto di seguito i numeri in RS tra questi due team è :

G W L T RS RA H HR SO BB HP DP SB AVG E
Carp 24 10 14 0 100 95 192 16 218 65 10 19 16 .246 10 3.81
Tigers 24 14 10 0 95 100 218 20 175 85 8 16 9 .273 22 3.61

Ecco il ruolino completo di line-up di gara 2 :

 

 

 

 

 

 

Ecco le stats dei lanciatori:

 

 

 

 

 

 

 

Note di cronaca.

Al 1° inning i primi a riuscire ad andare in base sono i padroni di casa dei Tigers, dove con l’interno ex MLB, Tsuyoshi Nishioka. batte un singolo interno, da lead-off, contro lo starter ospite, il rookie Daichi Osera (’91).
Ma l’azione risulta vana, dato che Osera se la cava molto bene, ottenendo i tre out necessari per chiudere la ripresa, con ground-out fatte battere allo SS Takashi Toritani e a Mauro Gomez.

Il partente rookie Daichi Osera

I Carp riescono a colpire lo starter di casa, il mancino Atsushi Nohmi, nel corso del 2° inning, quando con 1 out, arrivano appunto due singoli in successione, di Eishin Soyogi e Tetsuya Kokubo, che però risultano anche questi vani. Di fatto Nohmi riesce a chiudere bene la ripresa in questione e punteggio quindi ancora sullo 0-0.
Un’altra occasione poteva nascere nella riprese seguente, dove il catcher Tsubasa Aizawa, batte un singolo da lead-off a sinistra e avanza fino in 2ªB tramite un bunt di sacrificio del pitcher Osera. Ma ne il 2B Ryosuke Kikuchi e ne Yoshihiro Maru riescono a concretizzare, con buoni lanci di Nohmi, che chiude indenne la ripresa.
Da lì in poi sale in cattedra appunto il partente di casa, che dopo aver subito questo singolo riesce ad eliminare ben 12 battitori di fila, dove hanno trovato alcune difficoltà nell’affrontarlo, con strike-out effettuato sullo slugger americano Brad Eldred e su Maru.
Nel frattempo i padroni di casa tentano di creare qualche occasione offensiva contro Osera, ma sempre con episodi isolati, con il doppio di Gomez al 4° inning, il singolo da lead-off dell’esperto esterno Kosuke Fukudome, realizzato al 5° inning e altro singolo da lead-off con Nishoka, battuto al 6° inning. Un altro singolo da lead-off giunge anche nella 7ª ripresa, di Gomez, ma anche questa volta il partente ospite se la cava molto bene, ottenendo egregiamente i 3 out per terminare l’inning.

Mauro Gomez dei Tigers

Il match prosegue sempre con l’equilibrio sostanziale di 0-0, anche con i rilievi che seguono i due partente protagonisti del pitching-duel delle prime riprese. Di fatto sia il pitcher americano dei Carp Deunte Heath e sia il closer sudcoreano dei Tigers, Seung-Hwan Oh, tengono molto bene dal monte di lancio, concedendo poco ai battitori in 2.0 IP per il primo e ben 3.0 per il secondo! Entrambi conquisteranno una hold.
All’11° inning i Carp riescono a mettere il lead-off in base, contro Oh S-H, ma nel tentativo di rubata sprecano anche questa occasione, venendo colto rubando, appunto Kikuchi R., con i Tigers che pure non concretizzano in occasioni offensive e pensando al pareggio.

Si arriva quindi al 12° inning, con i Carp che mettono un corridore in base, dopo 2 out, con il singolo a destra di Kosuke Tanaka, ma il rilievo Shinobu Fukuhara ottiene anche il 3° out e termina così l’incontro, in parità, non disputando la parte basse della ripresa, dato che è inutile e quindi finito l’incontro interminabile con straordinario equilibrio tra le due compagini viste.

 

Il prossimo match è previsto il 15/10 con i Tigers che dovranno vedersela contro gli Yomiuri Giants, alle 18:00 locali (11:00 in Italia) al Tokyo Dome, con serie che parte già sull’1-0 per i padroni di casa, in virtù del fatto che sono arrivati al primo posto in CL (Pennant).

 

MVP del match: Atsushi Nohmi, il partente ace dei Tigers che lancia molto bene, tenendo a secco le mazze dei Carp in questo match decisivo, concedendo ben poco in 8.0 IP, tenendoli sempre sullo 0 fisso in tabellone e ha aperto la strada per questo prezioso pareggio, che consente quindi ai suoi di accedere per la prima volta nella loro storia al 2° Stage delle Climax-Series di CL, contro i rivali storici dei Giants.

 

 

[Ricordo inoltre che il ruolino creato, redatto dal sottoscritto e proposto già altre volte in precedenza, è basato sull’utilizzazione che ha  come simbologia le lettere maiuscole per gli out, e le minuscole per le valide (tranne gli HR e le BB), esempio d7: doppio a sinistra, Kl : strike-out looking (guardato), Ks : strike-out swinging (girato), F7: eliminato al volo dall’esterno sinistro, BB : base per ball, DP : doppio gioco, s9 : singolo a destra, FP3: eliminato al volo con pop-out in zona di foul; ecc…..spero comprensibile per chi leggerà.

Ricordando che nel ruolino i ruoli dei difensori sono di seguito elencati:1 : lanciatorep2 : ricevitorec3prima base, 1B; 4seconda base, 2B5terza base, 3B6interbase, SS7esterno sinistro, lf8: esterno centro, cf9esterno destro, rf.

Inoltre gli rbi evidenziati con sottolineatura, i runs saranno colorati di celeste e gli out di colore rosso (in particolare i doppi-giochi in marrone)].

 

Più tardi aggiornamento completo box-score, CS-CL Stage 1, gara 2:

 

 

 

Clicca sull’art. interessato:

Presentazione post-season NPB

CS-PL, St1, g1

CS-CL, St1, g1

CS-PL, St1, g2

CS-CL, St1, g2

 

WordPress Author Box
Filippo Coppola

Vive alle falde del Vesuvio, a Boscotrecase (NA), laureato in Ing. Navale alla Federico II di Napoli è appassionato da tanti anni al grande gioco del baseball. Passione cresciuta di anno in anno, soprattutto di quello dell'estremo Oriente e in particolare quello giapponese e campionati asiatici (oltre a quello nostrano e Americano MLB), che segue con assiduità. E' tifoso dei Cincinnati Reds della NL in MLB, team storico di questo sport e che segue da quando ha scoperto il baseball. Invece per i team asiatici, non ha alcuna preferenza in assoluto, essendo appassionato di tutti. Primo in Europa a scrivere del baseball giapponese, coreano e taiwanese, direttamente da siti specializzati di quei paesi. Ha aperto la coach-convention del 2016 della FIBS a Roma, presentando il baseball del Giappone, descrivendo storia e particolarità dello "yakyu". Ha per come hobby la vela, lo sport in genere e seguire il calcio Napoli, inoltre preferisce analizzare dati statistici e i numeri del baseball, sport dipendente da quest'ultimi, e alla ricerca e scoperta della sabermetrica, ovvero l'analisi del baseball attraverso le statistiche.

Like us on Facebook
on Facebook
Filippo Coppola