Squadre a confronto con i vertici FIBS per la formula del campionato. Si va verso tre stranieri e due fasi con la poule scudetto. Unica assente il Nettuno City

Pubblicato il Ott 5 2018 - 11:56am by Redazione Baseballmania

Le Società aventi diritto a disputare la Serie A1 Baseball 2019 si sono riunite a Bologna con il Presidente Federale Andrea Marcon, il Vice Presidente Fabrizio De Robbio e il Presidente della Commissione Organizzazione Gare Andreino Parentini per analizzare e discutere la proposta di struttura per il massimo campionato di baseball presentata dalla FIBS, scaricabile al link in calce a questo articolo.

I Club, tutti presenti con i Rangers Redipuglia in videoconferenza e la sola esclusione del Nettuno City, hanno dato vita a un confronto costruttivo sull’impianto della prossima stagione, che sarà condizionata dagli impegni cruciali della Nazionale di settembre, con l’Europeo di Bonn e il Torneo di Qualificazione Olimpica Eurafrica per il quale al momento non sono ancora state fissate sede e date esatte dalla WBSC.

L’inserimento di 3 Atleti di Formazione Italiana (AFI), di cui il lanciatore, in una delle partite del turno, proposto dalla Federazione, il numero dei visti per giocatori stranieri, l’innalzamento da 2 a 3 delle squadre per girone ammesse alla Pool Scudetto, il numero delle partite per turno da disputare nella medesima, 2 oppure 3, sono i nodi fondamentali sui quali si è incentrata la discussione e sui quali la FIBS lavorerà per presentare alla prossima riunione dei Club di A1 una lista ridotta di formule, che recepiscano le diverse opzioni ed esigenze, per stabilire definitivamente la struttura delle future stagioni.

Tale riunione si terrà fra fine ottobre e inizio novembre, in modo da giungere alla Consulta Generale delle Società del 18 novembre avendo chiara l’intera impalcatura delle diverse categorie.

Dalle società presenti all’incontro di Bologna sono arrivate anche delle richieste di modifica alla proposta. Su tutte la possibilità di avere da subito tre visti per gli stranieri e la qualificazione alla poule scudetto di tre squadre per girone, questo consentirebbe di avere una fase cruciale del campionato con più partite da giocare per arrivare alle Italian Series.