Salas e compagni vincono Gara4 dopo aver ceduto nella terza al Senago

Pubblicato il Set 24 2018 - 10:50am by Nino Villa

Come in semifinale con gli A’s Bologna, Imola cede la terza partita ad un indomito Senago che sfodera un grande Bryan Sheldon – il papà David ha vinto scudetti a Rimini, Bologna e San Marino prima di allenare Bollate – che effettua una partita completa (W; ip 9; r 2; er 2; h 8; bb 1; so 6) e che dovrebbe essere tenuto in considerazione come lanciatore italiano dal ct della nazionale “Gibo” Gerali. Imola in vantaggio di due al 6° inning ma subito superata nelle riprese successive con Guadagnino a 5/5, doppi di Realini, Suardi e Franco oltre a Betti (3/4) tra cui un homer da due punti. Un dirigente lombardo non nasconde la soddisfazione:”Mi sarebbe scocciato perdere tre a zero…”. Domenica mattina la musica cambia con Salas (W; ip 5.2; h 6 r1; er 1; bb 1; so 6) ed Sosa (S; ip 3.1; so 4) e le mazze imolesi che ritrovano il consueto smalto: D’Amico 4/5, Aleman 3/3; Coroli 2/3, Focchi 2/3 con un fuoricampo da tre punti al 7° quando Imola ha preso il largo, oltre alla valida di Tanesini. Adesso toccherà alla Fibs decidere se i Redskins, che hanno acquisito il diritto sul campo come l’anno scorso con la conquista dello scudetto di serie A, possono partecipare al massimo campionato pur non avendo il campo illuminato. Con le cattive  acque che ci sono, Padova out, Sesto Fiorentino e Nettuno City in forse, pensiamo che la cosa migliore sarebbe rivedere le regole per mettere insieme un campionato di vertice decente. Qualche ripescaggio mirato, due fasi in cui nella prima viene ridotto il numero di stranieri, gironi composti per vicinorietà ecc. Quando va male, meglio fare un passo indietro per farne due avanti, quando e se si creeranno condizioni migliori. Intanto aumentano le squadre emiliano-romagnole ad avere diritto all’A1, ben sette su…? perché oltre ai Redskins sono passate anche la corazzata Castenaso e Godo che riconquista sul campo la serie maggiore. Benvenuta anche alla matricola terribile Redipuglia, in due anni dalla B all’A1, che conferma la vitalità del baseball giuliano.

WordPress Author Box
Nino Villa

Nato a Imola (Bo). Pubblicista dal 1984 a Bologna, si è sempre occupato di sport "minori" come baseball, softball, football americano, cricket, hockey prato, ippica e altri, più il ciclismo. ha collaborato stabilmente alle pagine regionali dell'Emilia-Romagna ed a quelle nazionali dell'Unità; ha lavorato in trasmissioni sportive nella redazione di Punto Radio TV ed NTV a Bologna. Ha collaborato con numerose riviste specializzate di vari sport. Ha diretto alcuni giornali locali, il foglio informativo della Fortitudo Baseball ed ha svolto il ruolo di Addetto Stampa della Uisp di Bologna. Rientrato a Imola nel 1987, collabora alle pagine sportive del settimanale imolese (12.000 copie tra abbonamenti e vendite) "sabato sera".