Rimini, ufficiale l’ingaggio di Luis Alvarez

Pubblicato il Gen 7 2019 - 1:56pm by SDrudi

La Società Rimini Baseball del Presidente Simone Pillisio è lieta di annunciare ufficialmente la firma del ricevitore venezuelano Luis Honorio Alvarez (28/02/1990) che sarà il secondo dei tre giocatori stranieri del roster neroarancio in vista della nuova stagione 2019.

Alvarez è un catcher/prima base venezuelano (Nato a Barquisimeto) che ha già giocato tre campionati IBL. Nel 2015 a Padova, nella sua prima stagione italiana, ha disputato 26 partite di regular season colpendo 4 doppi, 2 fuoricampo producendo 11 Rbi per una average di .301 (obp .405). Nei playoff ha collezionato 13 presenze battendo 2 doppi impreziositi da 8 Rbi (avg. .237). Il campionato seguente viene confermato nuovamente dal Tommasin Padova dove sarà grande protagonista. Qui, verrà impiegato in 35 gare di campionato dove realizzerà ottime cifre, 9 doppi, un homer e ben 16 Rbi risultando il miglior battitore della formazione patavina con una media di .331 (8 basi rubate). Nel 2017 il Presidente dei Pirati Pillisio, allora patron del Novara Baseball, decise di portare Alvarez in Piemonte. In questa stagione novarese, il neo acquisto neroarancio gioca tutte le 34 partite di stagione regolare alternandosi in difesa tra prima base, terza base e ricevitore. Il 28enne venezuelano ha battuto 11 doppi, 5 fuoricampo per un totale di 18 Rbi (avg. .286). Quest’anno l’ex Padova e Novara era stato cercato in sede di mercato estivo dalla dirigenza riminese per sostituire l’antillano Llewellyn, ma lo stesso Alvarez non è potuto arrivare a Rimini, perché stava lavorando in una Accademia di Baseball in Colombia.

Attualmente, il nuovo catcher riminese è impegnato nella Liga Venezuelana (LVBP) dove fa parte del roster degli Aguilas de Zulia. Qui, con la casacca delle Aquile di Maracaibo ha disputato in stagione regolare 39 partite (299 inning giocati, 2 errori difensivi commessi) battendo 8 doppi e due homer impreziositi da 12 Rbi per una positiva media battuta di .268 (obp .318).

 

6 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. micio 7 gennaio 2019 at 15:22 -

    Mha…. Rimini intende veramente puntare su 3 battitori stranieri bruciando 3 visti subito e affidando la partita dello straniero ad Hernandez, Habeck e Ozanich? Mi sembra alquanto rischioso, se così fosse……. Il campionato si vince con il monte e anche a quello Italiano manca qualcosa, non credo bastino Bassani e Morellini con Di Raffaele come terzo…..

  2. giovanni 8 gennaio 2019 at 09:20 -

    Pienamente d’accordo con micio.
    Non si discute sulla qualità di Vasquez, Alvarez e Romero (possibile terzo straniero); ma bruciare subito tutti e 3 visti senza preoccuparsi di possibili infortuni/fughe/cattivo rendimento sembra anche a me molto rischioso.
    Rischio ancora più alto poichè si punta ad ingaggiare esclusivamente 3 battitori e nemmeno un lanciatore.
    Spero di sbagliarmi ma se la scelta del Rimini è effettivamente quella di scegliere 3 battitori stranieri la vedo dura.
    Ricordate lo scorso anno Parma (o meglio Casanova) ha eliminato Rimini in semifinale scudetto grazie a un grandissimo lanciatore e una squadra nella media negli altri reparti…

  3. Sergio Fioretti 8 gennaio 2019 at 23:31 -

    E’ chiaro che con tre visti si debba fare una scelta o punti sul monte o sul line up: Comunque un’altro catcher affidabile da affiancare ( al pur bravo ) Cit serviva e di Italiani o comunitari non se ne trovano tanti perciò la scelta su Alvarez penso sia scontata Pitcher buoni se ne possono trovare anche con passaporto europeo perciò credo che avere uno come Romero ( o simile ) in un campionato così strutturato dove una partita deve essere lanciata dall’Italiano sia importante. Ma ancora è tutto in alto mare vedremo

  4. Simone 8 gennaio 2019 at 23:45 -

    Salve a tutti ,
    Rimini si riconfermerà altamente competitiva con quelle che sono le regole attuali , sul monte e nel box , certo è che Rimini necessitava un chatcer di livello , Luis Alvarez lo è….
    il monte della partita dello straniero non è chiuso , quello italiano men che meno, nel box abbiamo già un ottimo livello ma stiamo lavorando per ottenere un maggior equilibrio fra giocatori comunitari e italiani in maniera da poter utilizzare il terzo visto al meglio !!!
    È presto e non deluderemo 😉

  5. Alby66 13 gennaio 2019 at 00:09 -

    Ufficiale a Rimini il ciga è stato fatto fuori dal buon pillisio…. Il baseball in riva al l’Adriatico è pieno di stranezze….

  6. Nespola 13 gennaio 2019 at 09:36 -

    Mi intrometto nel discorso da Nettuno, se arrivano Villalobos e Duarte il Ciga (grande persona) lo avrei esonerato anch io…