Quattro ore di gioco con il Castenaso a tenere testa alla Fortitudo grazie ai fuoricampo di Ambrosino e Peraza

Pubblicato il Mag 25 2019 - 1:17am by Redazione Baseballmania

Dopo oltre 4 ore di gioco per 10 inning di partita, l’UnipolSai Fortitudo Bologna ha espugnato per 11-3 il campo dell’Autovia Castenaso ed è rimasta così imbattuta in testa alla classifica del campionato di serie A1 di baseball. Al termine delle riprese regolamentari, terminate sul 3-3, le cui segnature sono tutte arrivate grazie a dei fuoricampo (Polonius e Leonora per Bologna, Peraza e Ambrosino per Castenaso), la Fortitudo ha creato il solco decisivo al decimo inning, il primo con l’ausilio del tie-break, realizzando i punti della vittoria grazie anche al fuoricampo di Ferrini. Gara 2 è in programma alle ore 20 di sabato 25 maggio allo stadio ‘’Gianni Falchi’’ di Bologna.

 

Nonostante il risultato finale, la partita è stata combattuta e ricca di grande pathos. La Fortitudo è passata subito a condurre al primo inning, grazie al fuoricampo da due punti di Polonius ai danni di Lopez, partente avversario. Nella ripresa seguente, Peraza ha però riportato il risultato in parità, colpendo duro Rivero, con l’home run del 2-2. Al terzo inning, l’UnipolSai ha portato gli uomini in posizione punto grazie alla base su ball di Ferrini e al singolo di Marval ma non ha concretizzato. Al cambio campo, anche il Castenaso ha messo due uomini in base sfruttando la valida di Dreni e i 4 ball di Infante ma non è riuscito a trovare la giocata decisiva.

 

In occasione della quarta ripresa, l’UnipolSai ha perso per espulsione Rivero, ‘’reo’’ di aver colpito appositamente Peraza. Noguera, suo rilievo, si è dimostrato impeccabile pur entrando ‘’a freddo’’ e ha poi dato vita a un gran duello sul monte di lancio contro i rispettivi colleghi avversari, Lopez prima e Milani poi, a partire dal sesto inning.

 

La Fortitudo ha trovato il nuovo vantaggio in occasione del proprio ottavo attacco, grazie al solo homer di Leonora. Al cambio campo, però, Ambrosino ha pareggiato subito i conti, colpendo il fuoricampo del nuovo pareggio ai danni di Murillo Gouvea, entrato al posto di Noguera.

 

La partita è così andata ai supplementari. Al decimo inning, il primo con la regola del tie-break (uomini in automatico in prima e seconda base e zero out), l’UnipolSai ha segnato ben 8 volte contro Milani e Rodriguez, grazie anche al fuoricampo da 3 punti di Ferrini e al doppio da 2 punti di Nosti per il definitivo 11-3 finale.

Foto Lorenzo Bellocchio

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. luigi 25 maggio 2019 at 08:34 -

    4 ore “grande pathos” che bellezza… allora perchè non ridurre le partite a 7 innings come insiste Fraccari? Magari invece che 250 persone (pubblico indicato dal box score) ne arriveranno 1500 !!

  2. Bologna 29 maggio 2019 at 11:04 -

    Castenaso ?? Non pervenuto !! Anzi i lanciatori italiani sono pervenuti, in orbita però, ah ah ah !!!
    Califfo Califfo pensavi era facile !