Parma, il ritorno di Luis Lugo!

Pubblicato il Lug 13 2020 - 11:51pm by Redazione Baseballmania

Il Parma baseball 1949 annuncia di aver raggiunto un accordo con il lanciatore italo-venezuelano Luis Lugo Lareschi per la presente stagione agonistica.

Il lanciatore mancino, nato il 5 marzo 1994, ha già vestito la divisa del Parma baseball nel campionato 2018 e nelle stagioni successive è sempre stato tesserato dalla nostra società nella possibilità di un possibile ritorno in Italia dopo la firma con l’organizzazione dei Chicago Cubs.

La carriera statunitense di Luis Eduardo Lugo Lareschi è iniziata il 28 febbraio 2011 con la franchigia dei Cleveland Indians. Nel 2011 ha giocato 12 partite suddivise tra l’Arizona League e la Lega Estiva della Repubblica Dominicana. Ha disputato l’intera stagione 2012 in Arizona e nel 2013 ha vestito la divisa dei Mahoning Valley Scrappers. Nel 2014 ha giocato con i Lake County Captains (singolo A) e nelle due stagioni successive è stato ingaggiato dai Linchburg Hillcats (singolo A avanzato).

Nel dicembre del 2017 ha firmato un contratto con l’organizzazione degli Orioles ma è stato rilasciato al termine dello Spring Training.

Nel 2018 Lugo ha inizialmente giocato in Italia con il Parma Clima (una vittoria, una sconfitta, tre salvezze, media pgl di 2.25, trentasette strikeout in sedici riprese lanciate) ma poi è volato negli Stati Uniti per giocare nell’organizzazione dei Chicago Cubs.

A livello internazionale Lugo vanta importanti esperienze con la divisa della nazionale italiana.

Con la squadra di Marco Mazzieri ha disputato la prima edizione del Premier 12 e nel 2017 ha partecipato al World Baseball Classic. Sotto la direzione tecnica di Gilberto Gerali ha lanciato nel 2019 la gara di finale dei campionati europei di Bonn contro l’Olanda e nella sfortunata partita di Parma contro Israele che è costata l’eliminazione nella corsa ai giochi olimpici di Tokyo.

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. alby66 14 luglio 2020 at 16:00 -

    bentornato luis!!!!…..per gradire faccio copia incolla di un amico su facebook

    GianFranco Passera Anche nel campo da gioco di Milano era permesso di entrare noi emiliani siamo proprio ammalati fortemente se dobbiamo rimanere chiusi fuori ma chi ci capisce è bravo