Padova, è in arrivo la nazionale azzurra di Gerali

Pubblicato il Giu 9 2018 - 9:54pm by Flavio Orati

Italia Festeggia

Mentre cresce l’attesa per sapere se i Pirati riusciranno a riportare la coppa campioni in Italia, al Plebiscito di Padova si stanno ultimando i preparativi per ospitare adeguatamente la Nazionale di Gibo Gerali.

Alla sua seconda uscita in questo tour infrasettimanale dopo il primo 2 a 0 di Parma,  è il turno della Tommasin Fondi Bombati Padova ad offrire la spalla per un ruolo da sparring partner non certo scontato anche se la sua migliore pedina in attacco e il suo più giovane rilievo italiano, faranno parte del roster azzurro.

Nell’incontro che avrà inizio a Padova martedì 12 giugno alle 20 nel diamante del Plebiscito Alex Russo, , con Diego Fabiani sono stati infatti inseriti nel team italiano di cui farà parte anche Francesco Aluffi , l’hitting coach che affianca manager Sandillo alla guida del Tommasin nella rincorsa alla qualificazione per i playoff  2018.

Il forte esterno ex Fortitudo al termine del girone di andata, guida ancora la classifica battitori con una media di 446 e 679 % di slugging anche se con una partita in meno essendo stata rinviata gara 1 per l’impraticabilità del Plebiscito contro un San Marino poi battuto il giorno seguente per 5 a 3 a La Ciarulla nell’ultima di andata.

Questo incontro con la Nazionale azzurra servirà a tutta la squadra per riprendere il fil rouge di questo campionato che consentirà alla squadra veneta di far sapere che avrà ancora molto da dire nella sua fase di ritorno. L’ottimo lavoro di manager Sandillo nello stringere le maglie per creare quello spirito necessario per fare più squadra ed ottenere giocate quando servono, sembra abbia trovato la giusta armonia già dall’ultimo match a San Marino.

E questo si vedrà già dalla prossima giornata di inizio ritorno quando si dovrà affrontare in casa – il 15 sera e il 16 al Falchi – la Fortitudo Bologna reduce da un’impegnativa settimana in Olanda.

“Ospitare uno scalino che costituirà poi la Nazionale italiana – dice Bobo Tommasin – non è stato facile, ma vuole essere l’ennesimo impegno di tutta la società per continuare ad offrire un’alta qualità del baseball a tutti gli amanti di questo sport che ci attendiamo partecipino numerosi all’evento.  Sono molto soddisfatto del lavoro del manager Sandillo, anche se mi rendo conto che il campionato quest’anno è un po’ anomalo: adesso una pausa di quindici giorni e a luglio la pausa si ripeterà spezzando quel ritmo che si fatica già a trovare su di una forbice ridotta a 28 partite. Come tutti sanno – continua Bobo – non smetterò mai di sollecitare tutte le persone che hanno a cuore questo meraviglioso sport, ad affiancare la nostra società sostenendola, non solo a parole, ma anche negli impegni quotidiani per continuare nel progetto di consolidamento rivolto a tutte le categorie ed ai giovani in particolare, che vede  oggi Padova ritagliare il proprio spazio e la propria visibilità nel mondo del baseball individuando un preciso carattere che ci contraddistingue”.

Non manca una nota indirizzata agli amministratori pubblici – al lancio della prima palla sarà presente l’assessore allo sport Bonavina – per sentirli più vicini nel quotidiano anche nelle più banali necessità al servizio di una struttura sportiva che, se non fosse per l’assunzione di responsabilità personale assunta dal patron Bobo, attende ancora la cartolarizzazione della convenzione. Il presidente del Tommasin, infatti, sollecita esclusivamente un pari trattamento e una pari solerzia comunemente adottata con le società delle altre discipline sportive che orbitano nella struttura del Plebiscito, mettendo entrambi gli staff nelle condizioni migliori per poter garantire un sereno svolgimento delle attività.

Come di consueto in tutte le gare ed anche in questa che ospiterà la Nazionale italiana, sarà garantito l’ingresso gratuito con la possibilità di ottenere un capo di abbigliamento del Tommasin Fondi Bombati Padova estratto tra tutti i partecipanti alla manifestazione che, come sempre potranno degustare squisiti hamburger preparati nel suo food-corner per i suoi afecionados.

WordPress Author Box
Flavio Orati

Flavio Orati sulla soglia dei sessanta - Padova 4/10/55 - ho iniziato come tutti con gli allievi nell'Arcella Padova-baseball che avevo 8 anni. Poi juniores,e la serie C con la squadra dell'oratorio che ci ha accompagnato per molti campionati da eterni secondi in competizione perenne con Verona, storica scuola di riferimento per noi veneti dell'epoca,riuscendo a conquistare in un lontanissimo campionato la possibilità di fare un torneo per passare alla serie maggiore. la gestione ecclesiastica della squadra - i frati di S.Antonio - ha rinunciato alla partecipazione facendo sfumare il nostro sogno rincorso per anni. Sciolta la squadra, abbiamo costruito con le nostre mani in tempo record un campo per farci disputare il campionato autotassandoci - erano tempi duri ma ricchi di solidarietà - tanto che siamo riusciti a creare una società ex novo e disputare almeno tre campionati di C. Nel frattempo uno sponsor quasi vero Bellamio, ha preso in mano il futuro della squadra con molti dissensi che hanno fatto migrare alcuni di noi verso l'altra storica compagine padovana: quella del CUS Padova.Intanto con l'età crescevano anche gli impegni e il nostro baseball spartano e universitario nonostante i campionati di B doveva lasciare il posto alla vita ma fino ai quarant'anni non ho abbandonato se non con qualche rara sosta, la frequentazione dei diamanti. Ed ecco che tornato a Padova ho ripreso a seguire la squadra nella sua performance stupenda della vittoria del campionato A federale e contestualmente anche della coppa Italia: un team che meritava sacrifici ulteriori nonostante la mia BPCO (broncopatia cronica ostruttiva) che non mi fa più respirare tanto bene. Eccomi qua che provo ad interpretare il baseball per le colonne on line di Baseballmania..... secondo la mia pluridecennale esperienza iniziata da esterno centro con l'erba che era più alta di me, per poi giocare in seconda e poi interbase, ma all'occorrenza ho ricoperto tutti i ruoli!!

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Oddone 11 giugno 2018 at 17:57 -

    ottimo l’articolo di Orati sulla partita della nazionale che si giocherà domani (martedì 12 giugno) a Padova, ma è incredibile che non ci sia nemmeno un accenno a questo incontro il lunedì 11 giugno sul sito della federazione.
    grazie Orati per le informazioni a riguardo.

  2. Enrico 12 giugno 2018 at 18:40 -

    Dip la pioggia di oggi si terrà lunedì stesso la partita?

    Grazie ciao