Nettuno City al capolinea?

Pubblicato il Mag 2 2018 - 11:20pm by Redazione Baseballmania

Pomeriggio agitato a Nettuno, sponda City, dove sembra sempre più probabile il ritiro della squadra dal campionato di SerieA1. La squadra era come di consueto radunata al Reatini di Anzio per l’allenamento, quando la dirigenza ha parlato al roster e allo staff tecnico comunicando la difficoltà economica in cui versa il club.

Di fatto sembra a rischio già la prossima trasferta a Sesto Fiorentino per il doppio incontro in programma sabato prossimo contro il Padule. La dirigenza avrebbe indicato la giornata di mercoledì per incontrare di nuovo la squadra, in attesa di risposte dagli sponsor. Se non ci saranno novità significative l’avventura del Nettuno City in SerieA1 potrebbe essere arrivata al capolinea con il ritiro dal campionato.

37 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. paolo palmieri 30 aprile 2018 at 21:56 -

    ma che è ? uno scherzo ??!

  2. Troiani Giuseppe 1 maggio 2018 at 05:02 -

    No ragazzi cosi no!! E allora non si iniziava per niente questa avventura…cosi si rischia di falsare un campionato che gia di se stesso “conta meno” del torneo di slowpitch Citta di Nettuno. Speriamo bene.

  3. Mah 1 maggio 2018 at 09:06 -

    Purtroppo i primi segnali su chi vuole un allargamento del massimo campionato non economicamente compatibile per la stragrande maggioranza del movimento non sono positivi (eufemismo) e di conseguenza il ripristino di promozioni e retrocessioni. Fare una lega per chi se la può economicamente permettere aldilà del numero delle partecipanti pare la soluzione più compatibile, lasciando al resto dei campionati federali il primo vero obiettivo di crescere i giocatori italiani dei vivai nazionali e non che questi sono gli ultimi ad essere tutelati (vedi abolizione della partita dedicata al lanciatore italiano).

  4. Io 1 maggio 2018 at 10:42 -

    Questo è il vero change up e non è ancora finita, vedrete nell’arrivare al 2020 quanti CHANGE UP accadranno.

  5. Giulio 1 maggio 2018 at 11:15 -

    Se una squadra non ha soldi per fare la A1 non li ha nemmeno per la A2. A meno che non si voglia fare sempre il passo più lungo della gamba.
    Qui, come a Paternò, il problema principale è la cattiva gestione. Se non hai i soldi fai giocare gli italiani che a Nettuno ci sono.

  6. domanda 1 maggio 2018 at 11:26 -

    Ma non capisco che colpa ne ha la Federazione (lungi da me l’idea di difendere la Federazione) se le squadre si iscrivono ai campionati senza le necessarie coperture economiche? Paternò in sofferenza economica da anni che comunque non disdegna di andarsi a prendere giocatori oltreoceano, Nettuno city che ha visto una vera e propria emorragia di giocatori scappati con chiacchere proprio in questo sito di stipendi non pagati lo scorso anno si iscrive forse senza nemmeno un giocatore di proprietà e imbottito di comunitari!

  7. Troiani Giuseppe 1 maggio 2018 at 12:30 -

    Ragazzi scusate se mi permetto…io non penserei al 2020 o al change up o che dir si voglia. Io penso al Nettuno (piazza storica) che rischia di mollare il campionato di A1 a Padule che puo giocare solo in un giorno a Paternò in A2 che si ritira dal campionato…come le tv i sponsor o la gente puo essere attirata da questo sport (nagnifico). Prima di guardare troppo avanti pensiamo al presente.

  8. max 1 maggio 2018 at 14:33 -

    ora silenzio assoluto è un nuovo inizio

  9. Mah 1 maggio 2018 at 16:32 -

    Rispondo con il mio punto di vista, quindi assolutamente opinabile, a Domanda e Giulio: la Fibs non c’entra e non incide ovviamente sulle questioni economiche delle società (a parte imporre gli importi sulle tasse gare e tutto il resto a livello federale) però penso che qualche info anche informale sulla situazione generale economica del movimento in genere (e quindi delle società) potesse averla quindi poteva attendere tempi migliori per imporre allargamento, promozioni in A1 e fare in modo di limitare in modo drastico l’impiego di pitchers italiani per tutelare quelli comunitari in un periodo pre-olimpico. Chiudo facendo presente budget per A1 e A2 sono ancora oggi molto differenti e sul discorso Nettuno, non so la situazione nello specifico, ma a livello generale per i giocatori italiani esiste ancora un vincolo di cartellino mentre per comunitari e stranieri no.

  10. Malconcio 1 maggio 2018 at 16:34 -

    Facciamo il count down ….. ma i soldi dei svincoli????

  11. Parsifal 1 maggio 2018 at 19:12 -

    A Troiani il Nettuno Baseball City non ha mai rappresentato la piazza storica come l’hai definita te, in serie A c’è l’unico vero Nettuno che porta la stella sulle casacche. Quindi Nettuno non perde niente, anzi c’è tutto da guadagnare se una società come quella si leva di mezzo. Penso alle sette sorelle, che bella figura che stanno facendo se avevano tra loro chi si è iscritto al campionato solo per incassare i soldi degli svincoli per poi fare il fugone. C’è pure il solito idiota che punta il dito sulla fibs. Ma vai a chiedere ai giocatori che l’anno scorso stavano al Nettuno Baseball City e senti cosa ti dicono di quella dirigenza. Questa è la fine naturale di chi è entrato in ibl per vie traverse prendendo il titolo dal vecchio Grosseto passato all’Arezzo e poi al Nettuno 2 credendo di essere il vecchio Nettuno. Non hanno mai rappresentato niente e non ci fa ne caldo e ne freddo se salutano e se ne vanno.

  12. Canaletto 1 maggio 2018 at 20:08 -

    No proprio adesso che Bernicchia aveva costruito uno squadrone

  13. Io 1 maggio 2018 at 20:41 -

    Parsifal, C’è anche il solito idiota che non riesce a vedere più in la della propria società, qualunque essa sia.
    Credi che se sparisse il Nettuno “quello vero” o Rimini o Parma a qualcuno interesserebbe qualcosa? E se si dimmi a chi per favore.
    In qualsiasi sport la federazione è giudicabile nel bene o nel male, è meritevole o criticabile delle regole di campionato o di gioco, se cosi non fosse perchè continuare ad elogiare Beneck? Perchè criticare Tavecchio nel calcio? Chi è l’idiota?
    Fine della lezione, posso anche dare lezioni per quelli che hanno problemi di apprendimento.

  14. Giuseppe Ricci 1 maggio 2018 at 23:48 -

    All’ovest niente di nuovo! Hanno inciuciato, hanno fatto la guerra a Fortini, hanno cercato con tutti i mezzi, di starci nel magico mondo del baseball … questa è la degna fine, già scritta da qualche anno per chi sa leggere, di chi, senza scrupoli, voleva volare essendo una gallina zoppa e spennata. Non fossero mai esistiti il baseball Nettunense oggi avrebbe potuto volare molto più in alto. Hanno resuscitato cariatidi, hanno tramato cercando in tutte le maniere di affossare il patron Fortini… e mo levateve dar cazzo!

  15. loris 2 maggio 2018 at 06:34 -

    Che tristezza! A parte le vicende proprie di Nettuno e c’è chi ha ragione da vendere, è un peccato arrivare dopo due giornate di campionato a queste situazioni. Un dissesto finanziario non si augura mai a nessuno, ma pare strano che una società che si è fatta carico di partecipare alla serie A ora venga fuori che non ha nemmeno i soldi per una trasferta. Ma non ci sono delle garanzie da presentare? Il danno che deriva a tutti da un ritiro in pieno campionato chi lo paga? chi se ne fa carico? Insomma sta cosa pare allucinante, allora se c’è che chi non può a questo punto faccia le trasferte in macchina o in treno, i giocatori giochino gratis, oppure i presidenti tirino fuori i soldi di tasca propria come si faceva tanti anni fa….siamo proprio alla canna del gas ma non solo per il caso del Nettuno che leggiamo, come federazione, come movimento, tra poco saremo meno dell’okey a rotelle o su prato con tutto il rispetto per l’okey o del badminton.

  16. Sempione 2 maggio 2018 at 08:29 -

    Accessi agli atti per far chiudere lo Steno Borghese al Città di Nettuno quando gli stessi dirigenti del Nettuno Baseball City erano dirigenti del Nettuno 2, corrente staccata allo stadio per non far giocare la coppa Italia al Città di Nettuno. Solo gli imbecilli fanno finta di aver dimenticato queste cose. Una fusione farsa mai voluta dal Nettuno Baseball City con tanto di cacciata di Fortini perché tanto ormai il loro obiettivo era raggiunto con il Città di Nettuno senza giocatori e senza stadio. Hanno fatto il conto alla rovescia per incassare i quarantamila euro degli svincoli, ora sono i veri tifosi del Nettuno a fare il conto alla rovescia in attesa del momento che ve levate dar cazzo!

    • armando 2 maggio 2018 at 09:13 -

      E’ ora che le magnifiche 8 (che poi sono 6) tornino con i piedi per terra adeguandosi loro alle squadre di SERIE A investendo meno in stranieri e più nei vivai, se no mettano in piedi una loro lega indipendente nessuno gli lo vieta ma non obblighino il resto del movimento a follie che non si può permettere.

  17. Francesco 2 maggio 2018 at 09:11 -

    sull’ Hosteria del baseball stanno facendo passare il concetto come se Nettuno stia sparendo dal mondo Baseball …. cosi la gente non capisce che sta sparendo invece chi si è intascato i soldi dei svincoli,chi faceva lo spiritoso con il count down ogni giorno prendendo in giro la sponda opposta, chi voleva lo stadio gratis,chi si metteva la stella sullo stemma senza diritto, chi voleva nessuna squadra entro 25 km, chi voleva dal comune aiuti ecc ecc e chi neanche un anno fa’ fece una conferenza stampa in pompa magna con diretta facebook dei soliti lecchini dicendo di avere 400mila euro a disposizione sponsor e chi più ne ha piu ne metta …

    signori il tempo è galantuomo via tutta sta gente che è solo il male del baseball che ancora pensa al passato il futuro è altro il Nettuno c’è i derivati stanno sparendo …. e speriamo che spariscano anche gli osti perché come dice un vecchio detto tutti i nodi arrivano al pettine

  18. luca 2 maggio 2018 at 10:09 -

    adesso anche il fenomeno del BAR DEL BASEBALL scende in campo, fino adesso non ti sei inculato nessuna delle squadre di nettuno sia in A1 che A2 ti permetti di scrivere “Nettuno ex città del baseball …in sei partirte fatte a fine settimana sei sconfitte” Vai a lavorare anche tei che è meglio

  19. Giuseppe Ricci 2 maggio 2018 at 11:37 -

    Sig. Colantuono vedo che mi ha censurato … il noto alcolista avrà ora tempo di andare dal dentista. Salatamm!!!

  20. massimo 2 maggio 2018 at 13:07 -

    Perche’ non vomitate addosso questo vs malcontento verso le codarde squadre del nord che negli ultimi 5 anni nonostante le loro continue promozioni dalla serie cadetta alla ex IBL non hanno mai accettato di fare un campionato di serie A1?IL City , il Novara , il Reggio Emilia, il Godo sono le squadre che ci hanno provato ma per motivi economici non sono riuscite a proseguire ma perlomeno cj hanno messo la faccia. Ma Imola , Castenaso, Ronchi dei Legionari ?Non hanno trovato € 150.000,00 per fare un campionato visto che loro per la maggior parte delle partite le giocano quasi in casa senza dover affrontare le spese che gravano ogni anno sul budget delle squadre nettunesi?Sono d’ accordo con voi per il fatto che sono stati un po’ superficiali e si sono fidati di un solo sponsor, ma sono 5 anni che tengono la squadra in A1 ( ex IBL ) per capirci, avendo dato la possibilita’ a diversi giocatori locali a non scendere di categoria o di andare in altre squadre, se Fortini gli ha svincolati significa che erano atleti validi, sono stati anche convocati in nazionale,quest’ anno avete beneficiato del ripescaggio se no VI RICORDO che siete arrivati sesti l’anno scorso quindi significa che contano i soldi.Poi vi ricordo che nel City ci sono circa dieci giocatori nettunesi ,che cosa vi hanno fatto? Spesso su questo blog vedo che li sfottete, finitela per favore che loro non c’entrano nulla.Se la squadra e’ stata costruita con diversi stranieri significa che altri atleti nettunesi pur di fare i CALLI AR CULO in panchina hanno preferito stare con Fortini, non c’e’ alcun atleta nettunese in questo momento che sta’ fuori roster per forza il City ha dovuto completare la squadra con i comunitari.

    • Francesco 2 maggio 2018 at 13:18 -

      forse non servivano al progetto del Nettuno quelli che sono rimasti al city se no svincolavano anche quelli … a mio parere solo un paio se ne salvano gli altri non sono da A1 …. diciamo la verità Masala ha capito che ce stava solo a rimettere come se fosse un bancomat e giustamente non se la sente più di farsi spennare ( guarda anche al contratto che non ha più al comune di nettuno che ha inciso parecchio)

    • piero1965 2 maggio 2018 at 13:36 -

      Sig. Massimo, mi permetto ma credo che i ragazzi che come dice Lei hanno scelto di fare “I CALLI AR CULO” in panchina sono quelli che probabilmente avevano capito che aria tirasse su quella sponda ….
      E comunque sono dispiaciuto per i ragazzi nettunesi che ai primi di maggio non sanno cosa li aspetta per il prosieguo della stagione.

  21. Francesco 2 maggio 2018 at 13:44 -

    L’unico dispiacere è per Carlo Morville una grande persona che come al solito fidandosi di persone inadatte ancora una volta è rimasto fregato da questo ambiente.
    Non meritava questo trattamento

  22. Canaletto 2 maggio 2018 at 15:05 -

    Massimo ricordi male, il Nettuno Baseball City cinque anni fa neanche esisteva. Sono nati tre anni fa e hanno solo due campionati alle spalle, e pensa quanto sono strani, esistono da tre anni e si sono messi una stella come se hanno vinto 10 scudetti. Questi solo questa fine potevano fare, sparire!

  23. max 2 maggio 2018 at 17:09 -

    ora sotto con il Bologna sta buffonata di questi cialtroni è finita concentriamoci sul campionato che dobbiamo fare molta strada

  24. Aless 2 maggio 2018 at 18:30 -

    Calmi state calmi e non cantiamo vittoria troppo presto. Quella gente è capace di tutto, potrebbe pure essere che stanno mettendo in scena l’ennesimo teatrino. Minacciano di ritirarsi, piangono con la federazione e con l’amministrazione comunale per arrivare ai loro obiettivi, magari cosi non pagano le tasse gara e via dicendo.

  25. Sempione 2 maggio 2018 at 19:06 -

    Questi non vogliono pagare nessuno e quindi minacciano di ritirarsi così la Fibs per salvare il campionato non gli farà pagare le tasse gara, poi busseranno al comune di Nettuno per chiedere di fare pressione su Fortini per non pagare lo stadio. Ai giocatori non daranno una lira e tirano a campà. Se accade una cosa del genere sarebbe una vergogna assoluta.

  26. massimo 2 maggio 2018 at 20:22 -

    CMQ e’ sbagliata la formula del campionato se si continua cosi’ ci saranno sempre meno squadre o campionati “zoppi” alla ricerca dell’ ottava squadra, poi chi ci mette la faccia ( N City)viene lapidato e chi scappa nessuno se ne accorge.L’ anno prossimo credo che bisogna fare due gironi allargando alla serie A2, se no si rischia di perdere per strada qualche altro club. Io personalmente non odio nessuno come si evince da alcuni dei vs commenti,se pensaste piu’ ai ragazzi che ai dirigenti sarebbe meglio, io personalmente anche se non ho la stessa ” adrenalina ” di una volta sono presente a quasi tutte le partite del Citta’ di Nettuno1945 nonostante ho un figlio che gioca? con il City. Non diffondiamo nel baseball la brutta mentalita’ non sportiva che regna nel calcio,si tifa piu’ contro che a favore,mo me preparo pe’ nna’ a Padule, se non trovo nessuno me vado a fa’ na’ bistecca alla fiorentina e ritorno.

  27. luca 3 maggio 2018 at 06:24 -

    ottima analisi ALESS hai centrato il punto , vedrete che sarà tutto cosi i saldi sono pronti.

  28. Franco 3 maggio 2018 at 09:05 -

    Qui si valuta’ il tutto con rabbia e no razionalmente:l’errore piu’ grande risale a 20 anni fa’ ,quando invece di aiutare societa’ come aprilia ceccano latina e ricordo anche ad’albano a rimanere vive e fare i vari campionati minori e con l ‘anzio in A2 dove potevano crescere e giocare molti giovani e creare un interesse e forza nella regione lazio,invece i “”vecchi dirigenti””facevano sparire il tutto e in piu’ anche il settore giovanile ……lasciando in mano il tutto a personaggi insoliti e non di sport!!!adesso i conti tornano ,ricatti per i prestiti,selezioni regionali e nazionali in mano a “incapaci” non riflettendo sul futuro e portando sempre meno interesse nel baseball,non date la colpa a dirigenti e non assolvete i giocatori italiani perche’ qui quasi nessuno a capito che il baseball in italia e specialmente a nettuno serve per divertirsi e magari arrotondare lo stipendio del lavoro quoditiano….giocatori italiani e special modo nettunesi ,cercate di divertirvi fare qualche battuta valida in piu’ ….piu’ di qualcuno di voi a firmato in u.s.a. e puntualmente dopo un’ANNO’ MAX 2 e ritornato qui a mani basse ,allora’ giocate qui con cuore e voglia per la vostra citta’ ho dove andrete perche’ sarete piu’ rispettati con umilta’ e volando basso,buon campionato a tutti e sperando che i 2 nettuno giocheranno il derby in piena tranquillita’ sportiva

  29. max 3 maggio 2018 at 11:02 -

    credo che oramai siano bruciati cuoceranno a fuoco lento

  30. max 3 maggio 2018 at 18:57 -

    il sito FIBS dà le partite in programma a Padule nettuno city..alcune cose scritte da Franco sono giuste (albano ceccano aprilia anzio) ma è importante ora come ora che resti il solo Fortini a Nettuno è l’ultima speranza che abbiamo in città altrimenti la vedo dura….

  31. max 3 maggio 2018 at 19:00 -

    Per Massimo non è che tifo contro …in questa città dopo 5 anni abbiamo solo una speranza di baseball ed è Fortini ….alcuni dirigenti non sono più credibili (e non dico altro) inoltre sono loro che sono contro

  32. Troiani Giuseppe 4 maggio 2018 at 11:39 -

    Vabbe ma la domanda è questa…a Padule si giocherà o no??

  33. Max 4 maggio 2018 at 20:15 -

    Letto ora articolo su stampa locale …imbarazzante

  34. max 5 maggio 2018 at 08:54 -

    sono di animo buono …spero solamente che finisca presto questa storia nel modo migliore