Nettuno, adesso la squadra unica non serve più?

Pubblicato il Dic 21 2019 - 2:18pm by Redazione Baseballmania

Improvvisamente tutto tace, nessuno grida più alla “squadra unica in A1″. In riva al Tirreno la solita cantilena è sparita! E’ bene ricordare che sono molti quelli che hanno consumato tastiere dei PC per pontificare sui social:”Un solo Nettuno unico in A1 oppure non vado allo stadio”. Uno slogan che sono anni che riempie gruppi e bacheche dei più polari social network. Adesso gli stessi che hanno portato avanti questa campagna ridicola hanno perso la parola. E’ ormai chiaro a tutti che l’unico vero obiettivo di questi cantori social era quello di ostacolare l’ascesa di una sola delle squadre nettunesi, il Nettuno BC 1945, l’unica squadra che sta dimostrando progettualità e prospettive di crescita.

Unico obiettivo era quello di mettere un freno ad una dirigenza che ha rotto tutti gli schermi, usuali a Nettuno, con cui è stato sempre gestito il baseball!

Tutti ricordiamo bene certi proclami sparati ad arte:”Perchè spendere per due squadre quando conviene unire per una squadra forte”! Bene allora si proceda pure, adesso è il momento giusto. Considerato anche che, dall’immobilismo sul mercato, non sembra che le due compagini di A1 abbiano grandi possibilità di spesa. In più va tenuto conto che tra Nettuno Baseball City e Nettuno2 c’è sempre stato un rapporto di stretta collaborazione. Quale migliore occasione quindi per realizzare il sogno di quei commentatori social, che così potranno andare alla stadio felici e contenti per la loro “squadra unica”.

A proposito di stadio, è bene anche ricordare quanto dichiarato dal Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, anche lui sostenitore di un unico Nettuno in serie A1. In una sua recente intervista, ripresa anche dalla stampa olandese, dichiarò che un solo Nettuno unito in A1 sarebbe stato l’ideale per poter iniziare un’opera di ristrutturazione dello Steno Borghese. Il fatto stava molto a cuore al Sindaco che sottolineò come “un solo Nettuno” era anche nei suoi discorsi durante la campagna elettorale. Ci piacerebbe sapere dal Sindaco di Nettuno se anche oggi la pensa allo stesso modo. Ci aspettiamo quindi un nuovo intervento del Sindaco Coppola, visto che lui stesso nello scorso mese di luglio aveva affermato in un comunicato ufficiale che si erano già avviati discorsi per tentare di avere una sola squadra in A1. Adesso le condizioni ci sono tutte, vediamo cosa farà il Sindaco.

Conosciamo però troppo bene le dinamiche nettunesi quando si parla di baseball. Quindi possiamo dire tranquillamente che nessuno parlerà più di squadra unica e probabilmente lo stesso Sindaco se ne guarderà bene da entrare di nuovo nei discorsi su questa questione. Chiaro che ci piacerebbe essere smentiti dal primo cittadino di questa città, sarebbe una bella dimostrazione di coerenza su quanto dichiarato nel recente passato.

Quindi tastiere dei PC ferme e tutti zitti, vedrete che andranno pure a vedere le due squadre nettunesi in A1. Poi dal prossimo anno, quando la “corazzata Nettuno” avrà conquistato la A1, vedrete che quei fenomeni social torneranno a cantare e suonare sulla “squadra unica”!

13 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Max 21 dicembre 2019 at 20:52 -

    quest’anno si tifa contro chi può salvare il baseball a Nettuno ovvero il Nettuno1945….a certa gente del baseball non interessa nulla pensano solo ai loro affari con la compiacente partecipazioni di alcuni organi di stampa locali

  2. Luciano 21 dicembre 2019 at 20:55 -

    Parole sante!

  3. Fulvio Vecchiarelli 21 dicembre 2019 at 21:56 -

    La domanda è giustissima. Ma andrebbe posta al contrario. Il Nettuno1945 è disposto a fare una squadra unica? Io me lo auguro. E mi auguro che la dirigenza del City possa acconsentire ad un processo in tal senso.
    Chi tifa Nettuno ne vuole sempre e soltanto una di squadra. Ripeto che, secondo me, è il Nettuno1945 che dovrebbe fare la prima mossa visto che sono due anni che si iscrive ad un campionato inferiore al grido di “meglio soli che male accompagnati”… o no?
    Ps: gentilmente poi sulla foto i credits per sapere di chi è.
    Altro Ps. Saluti al presidente Bonifazi. Visto che parla sempre di me…

    • Massimo Moretti 21 dicembre 2019 at 23:39 -

      E perché al Nettuno1945?

  4. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 21 dicembre 2019 at 22:44 -

    Stia sereno Vecchiarelli, la foto non può essere sua, noi utilizziamo solo foto di fotografi professionisti e comunque basta guardare in homepage per leggere il credito. Per il resto, non si cerchi adesso di cambiare le carte in tavola. Quando la gente parlava di squadra unica non tirava mai in ballo il Nettuno2 che stava in A2, si chiedeva l’unione tra chi stava in A1 tenendo fuori la squadra di Della Millia. Quindi il suo discorso non fila, oggi l’unione deve arrivare tra il Nettuno City e il Nettuno2 che sono entrambe in A1, lasciando stare il Nettuno 1945 che è in A2. Capisco benissimo che l’imbarazzo per due squadre che probabilmente messe insieme non riusciranno a farne una sia molto, soprattutto per chi per anni ha inneggiato alla squadra unica, ma adesso è arrivato il momento che i nodi arrivino al pettine.

  5. Fulvio Vecchiarelli 21 dicembre 2019 at 23:53 -

    Ti ringrazio per la risposta. Io comunque sto serenissimo. Per la foto chiedevo solo di mettere i credits, perché è una foto ben fatta ed ero curioso di sapere chi l’avesse scattata. E proprio perché vi avvalete di fotografi professionisti, sarebbe prassi che il nome sia in bella vista appena sotto. Immaginavo anzi ero sicuro non fosse la mia visto il casino di quando avete utilizzato una mia foto senza permesso.
    Per quanto riguarda il non citare il nettuno2, è falso. È stato citato, anche da me, più volte. È ovvio che l’attenzione mediatica la fanno il City ed il grandissimo entusiasmante 1945, che farà l’A2 a carte bollate e non per le vittorie sul campo. Poi lo stesso della millia disse tempo fa che non era interessato.
    E comunque non basta dire che “il discorso non fila” per avere una presunta ragione che non hai. Ad essere sincero non ho mai letto di un tuo articolo che abbia avuto poi un riscontro oggettivo. In un paio di occasioni te l’ho anche dimostrato. Arrivi sempre dopo. Sarà forse che sono due anni che l’orologio è ancora sbagliato. Me lo hai salutato Bonifazi?

    • Massimo Moretti 22 dicembre 2019 at 17:01 -

      Ti faccio i complimenti per le foto che fai per il City. Aspetto quelle della nuova stagione. Buona domenica.

  6. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 22 dicembre 2019 at 00:29 -

    Non è prassi dello staff di questo sito entrare in discussione con gli utenti e non lo faremo neanche in questa situazione in cui Lei sta cercando di provocare. Preciso solo che l’episodio della foto fu chiarito e fu un disguido e non un’azione voluta.
    Per il resto non merita risposta. Non è Lei che può discutere su riscontri oggettivi e presunte ragioni. Questo sito ha ormai quasi 6 milioni di pagine lette si figuri se ci facciamo problemi per come la pensa Lei. Confermo quanto detto prima, stia sereno Vecchiarelli, da quanto scrive un pò di agitazione si denota, come si denota una certa ossessione per il Presidente Bonifazi. Ha provato a rivolgersi direttamente a Lui? Lo faccia, forse troverà un po di serenità. Chiudo facendole notare che è maleducazione rivolgersi alle persone dando il TU!

  7. Fulvio Vecchiarelli 22 dicembre 2019 at 01:59 -

    Io non cerco di provocare nessuno. Ho risposto solo nel modo che ritengo più opportuno. Su dare del tu hai ragione. Ma io sono maleducato. Quindi continuerò a dare del tu. Soprattutto perché tu mi hai sempre dato del tu in passato. E poi ricordo bene quando sono stato messo alla berlina su queste pagine e continuo ad esserlo sulle pagine del Nettuno1945. Quindi poco mi importa se ora fai finta di non conoscermi e mi dai del lei.
    Continuo a dirti che io sono serenissimo. E molto calmo.

    Tornando al discorso principale, ribadisco che va fatta una squadra unica. E do anche un’idea: il city, il nettuno1945, academy, nettuno2, tornano ad essere franchigie di una squadra unica, in serieA1, chiamata Nettuno Baseball Club e con la N sul petto con la stella. Non quella del city ma quella del vecchio NettunoBC che deteneva titoli e appunto stella. Ogni squadra potrebbe fare il settore giovanile, fino alla serie B e poi organizzare dei trials a fine stagione per decidere chi va in A1. Nessuno svincolo. Tutti in prestito. La nuova squadra sarà partecipata dal comune di nettuno che potrebbe mettere lo steno, mentre il roster sarebbe composto dai vincitori dei trials. Con l’aggiunta di un paio di rinforzi stranieri sul monte. Non so di preciso come potrebbe essere risolta la componente economica. Ma presumo che una squadra unica possa dare il là ad una partecipazione popolare magari anche in azionariato con 100/150 quote da 1000euro.
    Il mio discorso è serio. L’ho buttato lì. Magari può essere uno spunto. Che ne dici Giovanni?

  8. jhonny 22 dicembre 2019 at 15:57 -

    Ma si potrebbe sapere che lavoro fa il Sig. Vecchiarelli visto che lancia campagne di associazionismo popolare da 1000/15000 euro a persona (quanto uno stipendio mensile di un operaio) per fare cosa la squadra unica … ma chi se ne frega ce ne sono 3 di squadre ne scelga una e se la goda.
    Poi se ha cosi tante risorse se ne compri una e si faccia il suo giochetto.
    Stia tranquillo Sig. Vecchiarelli Babbo Natale non te se caga neanche

  9. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 22 dicembre 2019 at 19:36 -

    Vede Vecchiarelli in passato chi non ha commesso errori? Oggi le do del Lei perchè errare é umano ma perseverare é diabolico. Le consiglio di prendere esempio da suo padre, persona rispettabilissima, educata, verso cui nutro stima. Ci conosciamo da tantissimo tempo e con cui quando mi incontro ci diamo del Tu. Segua il mio consiglio prenda esempio da Suo padre. Una cortesia, eviti di scrivere falsità su Facebook, i suoi commenti sono tutti pubblicati. Per quanto riguarda la sua proposta mi sembra una ipotesi assurda. Non vedo per quale motivo una società che ha budget e tutti i migliori giocatori dalla sua parte dovrebbe andare a mischiarsi con squadre da dove i giocatori sono scappati. Una cosa però é strana, perchè fate oggi ipotesi del genere mentre lo scorso anno andava bene come stavano le cose?

  10. Luciano 23 dicembre 2019 at 12:14 -

    Io non capisco una cosa, perchè ad oggi una società come il Nettuno B.C. 1945 dovrebbe unirsi con le altre realtà nettunesi.
    Non riesco a capire cosa abbiano da portare in dote il Nettuno City e il Nettuno2, tranne che per il titolo del City per giocare il A1, poi cos’hanno da offrire?
    Tra l’altro il titolo del Nettuno B.City non è stato conquistato sul campo, come qualcuno evidentemente ha dimenticato, o fa finta di non ricordare, ma fu data la possibilità alla società di giocare in A1 in sostituzione del Nettuno2, che a usa volta sostituiva l’Arezzo, che, ancora, a sua volta sostituiva il Grosseto!

  11. Markino 25 dicembre 2019 at 02:36 -

    Io una cosa che mai riuscirò a capire è perché si è deciso di chiamare una squadra “Nettuno2” perché? Come se ci fosse il Bologna3…il Parma… Boh… Misteri del marketing forse.