La squadra nettunese torna al completo e vince a Parma. Gli uomini di Marco Nanni hanno la meglio al tie-break

Pubblicato il Lug 13 2019 - 4:13pm by Redazione Baseballmania

Il  Nettuno City consolida la seconda posizione in classifica con una vittoria netta in trasferta sul Parma Clima. Gli emiliani rimangono al quarto posto dietro al San Marino, beffato a sua volta al tie-break dall’Autovia Castenaso, che si impone col punteggio di 8-7 grazie alla valida della vitttoria di Simone Chiatto. Sabato si replica sugli stessi campi e inoltre si giocherà il doppio confronto fra Rangers Redipuglia e Godo.

IlNettuno City sbanca il “Cavalli” di Parma con un convincente 8-2. Con la squadra al completo, bastano pochi colpi ai nettunesi per stendere il Parma Clima, ora a tre lunghezze dal secondo posto occupato dai laziali. Il primo arriva dal quarto home run stagionale di Andy Vasquez che al secondo inning sblocca la sfida con due punti ai danni del partente avversario Erly Casanova. Gli emiliani rispondono nel loro secondo attacco con un punto, frutto di un lancio pazzo di Ricardo Hernandez che ha permesso a Vinales di realizzare il momentaneo 2-1, ma i nettunesi colpiscono di nuovo nella quarta frazione. Un errore del terza base Scalera e una base su ball apparecchiano la tavola al doppio da due punti di Freddy Noguera per il 4-1. Dopo che un assist di Nicola Garbella dall’esterno destro ha gelato il forcing del Parma al quarto inning, il secondo punto per i padroni di casa lo costruiscono Charlie Mirabal (doppio) e Sebastiano Poma (singolo da un punto). Tuttavia, dopo una valida di Vinales, il Parma Clima vanifica l’opportunità di riavvicinarsi ulteriormente e non muoverà più il proprio punteggio contro Raul Ruiz (tre riprese inviolate) e Carlos Teran (nono inning inviolato). L’allungo decisivo degli ospiti arriva nelle riprese finali. Vinicio Sparagna porta a casa Vasquez all’ottavo inning contro Habeck, mentre al nono inning, contro il nuovo lanciatore Francesco Nardi, entrano altri tre punti su un singolo di Angulo e un errore difensivo e sul quarto fuoricampo dell’anno di Jesus Ustariz.

 

L’Autovia Castenaso supera San Marino per 8-7 in 10 inning al termine di una partita rocambolesca. La sfida rimane in equilibrio per cinque riprese e mezzo. I sammarinesi si procurano un risicato vantaggio con un punto al primo e al terzo attacco, realizzati entrambi da Federico Giordani, contro il partente Frank Lopez. Il Castenaso accorcia le distanze al quarto inning contro Carlos Quevedo grazie a tre singoli. Il sesto inning rappresenta la prima svolta della partita. Dopo due valide e una base su ball, Michele Venturi capitalizza con un contestato doppio da due punti che vale il sorpasso (e anche l’espulsione del manager sammarinese Mario Chiarini), poi Simone Chiatto accoglie il rilievo Andres Perez con un singolo al centro da due punti. Nel settimo inning, San Marino torna prepotentemente in partita, mettendo due uomini in base e inducendo il manager dei locali Marco Nanni, ex manager del San Marino, a chiamare Eduardo Miliani a limitare i danni al posto di un inefficace Jhonaikell Rodriguez, entrato ad inizio ripresa. Dopo un doppio di Giordani che riporta i titani sul 3-5, Miliani esce da una situazione di basi cariche e zero out, mentre l’attacco locale produce un altro punto. L’Autovia Castenaso spera, ma nel nono inning cambia tutto. Un ispirato Federico Giordani (4 su 6 in battuta, con 3 punti segnati e 3 punti battuti a casa) riporta gli ospiti sul 5-6 con un home run da due punti, poi, con due eliminati, Celli (singolo) e Flores (doppio) concretizzano il pareggio. A quel punto, Miliani concede una base intenzionale, ma cede anche due basi su ball consecutive a Imperiali e Albanese e San Marino si porta sul 7-6. Il pitcher ospite Fernando Baez arriva ad uno strike dalla vittoria, ma è Rolexis Molina (4 su 5 anche per lui in battuta) a rimandare la fine della partita, portando a casa Infante con un singolo provvidenziale. Si arriva così al tie-break. San Marino getta al vento la sua opportunità, mentre l’Autovia Castenaso ci mette un istante per chiudere la contesa grazie al singolo della vittoria di Simone Chiatto che dona alla sua squadra un successo fondamentale.

 

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Alby66 13 luglio 2019 at 18:14 -

    Campionato falsato? O dilettanti allo sbaraglio? Se lunedì a nettuno non pagano la prossima giocheranno i soliti 9 (forse….) ma chi ci crede più? Vergognatevi tutti…. Questo è un surrogato del vero nettuno… Anzi è una copia taroccata venuta male… Che nausea che schifo…. E la federazione? Tace….. Vero marcon?????

  2. pippo 15 luglio 2019 at 08:19 -

    a nettuno taroccano tutto pure la statua della madonna