La semifinale tra Fortitudo e Parma si decide a Gara5. Grande partita di Alex Bassani rilievo dell’ottimo partente Claudio Scotti

Pubblicato il Ago 8 2019 - 6:38pm by Redazione Baseballmania

Alex Bassani

Con una coraggiosa, orgogliosa ed eccellente prova sul monte di lancio, la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna ha battuto il ParmaClima con il risultato di 5 a 3, dopo oltre 3 ore e 40 minuti di gioco, portandosi così sul 2 a 2 nella serie playoff, rimontando lo 0 a 2 con due successi in trasferta e rendendo necessaria la disputa di gara5, che avrà luogo a Bologna, sabato 10 agosto, per decidere chi passa il turno e va in finale assieme al San Marino. Grandi emozioni al Nino Cavalli di Parma anche in gara4 di semifinale del massimo campionato italiano di baseball di serie A1. Secondo matchball per i padroni di casa ducali nella seconda partita della serie riservata ai lanciatori di formazione italiana. Tempi di gara decisamente più dilatati rispetto a gara3, ma ancor più emozione e passione in un impianto ancora una volta gremito di appassionati, una parte dei quali provenienti dalla città felsinea, che possono così tornare a casa felici.

Da sottolineare le prestazioni dei pitcher messi in campo da Frignani questa sera: Claudio Scotti (3.2 IP, 3 H, 3 BB, 4 K, 2 ER) è stato il partente ed ha saputo contenere da veterano l’inevitabile entusiasmo iniziale dei ducali, per poi passare il testimone a Alex Bassani, man of the match, lanciatore vincente (4.1 IP, 5 H, 2 BB, 11 K, 1 R, O ER), riscattando pienamente la prestazione sfortunata di garadue. Con grande freddezza, Filippo Crepaldi ha completato l’opera con salvezza al nono inning. La gara è stata decisa in fase offensiva da due buone riprese per i biancoblu, che hanno segnato due punti al secondo inning e 3 al terzo. I ducali, dopo aver ottenuto il primo vantaggio al primo inning e pareggiato i conti al secondo, non sono stati più in grado di recuperare i tre punti segnati da Bologna al terzo, battuti da Agretti, Paz e Grimaudo, mentre un doppio di Alessandro Vaglio aveva prodotto le prime due segnature al secondo inning. Osman Marval (3 su 4) è stato il battitore più prolifico fra i biancoblu.

E’ il Parma che passa a condurre al primo inning, senza valide, con Koutsoyanopulos, colpito, che ruba la seconda, va in terza e segna sulle eliminazioni in diamante di Zileri e Poma. Al secondo inning la risposta della Fortitudo, che scavalca i locali con due segnature. Apre Marval con la valida a destra, avanza su lancio pazzo, poi c’è la base per Leonora ed entrambi i corridori avanzano di una base su un secondo lancio pazzo. Leonora zoppica vistosamente ed è sostituito a correre da Agretti. Il doppio a sinistra di capitan Vaglio manda a punto entrambi i corridori, poi base a Paz, un altro paio di lanci pazzi, ma Aldegheri risolve bene, mettendo a sedere Grimaudo e Dobboletta. Al cambio di campo il Parma pareggia con Mercuri, che batte un singolo interno sul pitcher, avanza su un altro singolo interno di Paolini, che Polonius prova ma non riesce a difendere, poi una smorzata di sacrificio di Scalera fa avanzare entrambi i compagni, seguita da una volata di sacrificio di Grasso per il provvisorio 2 a 2. Bologna però mette la freccia al terzo inning. Un Aldegheri ancora provato dalla buona gara di Bologna elimina al piatto Ferrini, poi subisce il singolo al centro di Polonius e quello a destra di Marval, che fa volare il compagno in terza. Poma sale sul mound a sostituire il suo partente con Oberto. Il rilievo incassa un importante singolo a destra di Agretti, che riporta in vantaggio i biancoblu, poi c’è una base ball a Vaglio e la volata di sacrificio di Paz, con Grimaudo che suggella il 5 a 2 con una valida a destra. Scotti sembra assumere il controllo del match, alternando eliminazioni al piatto a un paio di basi ball fra il terzo e quarto inning, quando però, con due out e Grasso in base, arriva la valida di De Simoni, la terza dei gialloblu, che convince Frignani a cambiare il suo partente con Bassani. La mossa si rileva azzeccata, perché il rilievo imolese elimina al piatto il leadoff avversario in tre lanci. Al quinto inning, dopo una base conquistata da Agretti, Parma inserisce Rivera, il suo terzo lanciatore.

L’approccio di Bassani è eccellente: tre eliminazioni al piatto anche al quinto inning, ma ugualmente Rivera mette la sordina all’attacco felsineo. Al sesto inning i ducali trovano la valida del leadoff: Paolini piazza un singolo interno e arriva salvo in seconda su errore di tiro di Ferrini. Scalera lo manda a punto con una secca valida al centro; il ParmaClima riduce lo svantaggio. Bassani, dopo una visita, chiude l’inning con altri tre strikeout. Anche al settimo attacco ducale, aperto dalla valida interna di Zileri, il rilievo imolese se la cava alla grande, mettendo a referto altre due eliminazioni al piatto. Lo scatenato Paolini apre l’ottavo attacco parmigiano con una valida al centro, ma il seconda base ducale viene poco dopo colto rubando da un’ottima assistenza di Paz a Polonius. Con due eliminati, Vinales (subentrato a Grasso a metà match) batte un lungo doppio al centro. De Simoni guadagna 4 ball, segue Koutsoyanopulos, che sfiora il fuoricampo, per poi diventare l’undicesima vittima al piatto di Bassani. Emozioni al Cavalli. Al nono inning, parte bassa, entra Crepaldi per difendere due punti di vantaggio dall’ultimo attacco dei padroni di casa. Il closer senza troppi patemi svolge al meglio il suo compito e ottiene la salvezza.

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Daitarn 8 agosto 2019 at 22:53 -

    Bella Alex,cavolo che prestazione,mi sei veramente piaciuto come mi sono piaciuti tutti gli altri,Leonora entrando distrutto,Osman quasi, tutti sul pezzo..ora al Falchi speriamo in una buona affluenza anche dal mare,la fede si vede anche da questi particolari,non ci sara’ uno stadio da classicissima Biemme-Germal stile nostalgici anni 70,ma anche la meta’ basterebbe…Forza Effe!!!