Le dieci migliori prestazioni del primo turno. Spiccano i giovani Deotto, Poma e Coveri

Pubblicato il Apr 13 2016 - 8:00am by Francesco Raco

Iniziata la nuova stagione agonistica, torna la rubrica settimanale Top Ten IBL con un format rinnovato rispetto allo scorso anno: ora saranno valutate le migliori 10 prestazioni individuali in assoluto e senza distinzione tra i ruoli; alla luce di tale modifica e a causa della riduzione degli incroci settimanali dai 4 del 2015 ai 3 attuali, saranno eliminate le citazioni e la formula corrente si presenta quindi più selettiva ed essenziale. Talvolta potrà essere integrata con alcune statistiche avanzate per risaltare aspetti specifici della prova elargita. Come al solito, particolare rilevanza assumono i dati emersi dall’analisi dei tabellini di giornata e la testimonianza visiva e diretta di giocate determinanti ai fini del risultato finale. In questo primo turno di campionato, che ha visto lo sweep della T&A sul Novara e le doppiette di Padova e Fortitudo rispettivamente contro i campioni in carica del Rimini e Parma, viene evidenziata la performance generosa di 6 position player e 4 lanciatori.

 

Di seguito l’elenco dei giocatori nominati:

 

Alessandro Deotto, Parma. Miglior contattista settimanale con .545 AVG (1 solo SO incassato; 727 .SLG) e primo anche per media arrivi in base grazie a 6 battute valide (1 doppio) e 2 basi ball su un totale di 13 apparizioni al piatto, che gli sono valsi 2 RBI;  soltanto uno SO subito; rendimento impressionante considerando lo spessore del bullpen felsineo a lui opposto. Difensivamente non si registrano sbavature e disattenzioni.

 

Josè Flores, Rimini. L’ex Angel Service non ha brillato in fase difensiva, commettendo un errore da interbase, ma è stato premiato in virtù della miglior media battuta a pari merito con Deotto (.545 AVG, oltre a .727 SLG, frutto di 2 doppi e 4 singoli in 11 turni nel box) e della seconda miglior media arrivi in base di giornata: .583 OBP (1 BB); 1 solo SO subito e 3 RBI prodotti testimoniano costanza e utilità fondamentali al line-up romagnolo.

 

Joseph Mazzuca, San Marino. L’italo-americano ex Godo e Bologna ha primeggiato nella classifica individuale dei bombardieri, per merito di 2 singoli, 3 doppi e 1 homer realizzati in 13 turni alla battuta che hanno prodotto 3 RBI e fatto lievitare la sua SLG a .923. Colpito due volte dal lanciatore, è il quinto battitore in assoluto per media arrivi in base (.533 OBP) e terzo invece per media battuta (.462); anche lui ha sofferto in difesa da terza base, commettendo un paio di errori che comunque non ne compromettono la nomination relativa unicamente ai risultati nel box.

 

Paolino Ambrosino, Bologna. Il talento nettunese si è espresso ottimamente in termini di contatto: 5 / 11 e conseguente .455 AVG con 3 RBI totalizzati; 1 base ball e 1 colpito hanno alzato la media arrivi in base a .538, ovvero la quarta OBP in assoluto. Tuttavia la prestazione da esaltare riguarda la corsa sulle basi: l’esterno fortitudino ha chiuso il trittico settimanale contro Parma a 6 basi rubate su 6 tentativi complessivi.

 

Sebastiano Poma, San Marino. Numeri offensivi importanti per l’esterno ex Parma, sia per quanto concerne la media battuta di .429, che la OBP di .500 e la SLG pari a .571 (6 / 14 di cui 2 doppi + 2 basi ball); tuttavia il dato più significativo consiste nel numero di RBI messi a segno: ben 5, tutti concentrati nella prima sfida contro i piemontesi del Novara, che lo pone in cima alla classifica individuale apposita.

 

Alessandro Vaglio, Bologna. Nonostante la performance non eccezionale in battuta, il seconda base viterbese ha garantito una notevole solidità difensiva in diamante: nessun errore commesso in 20 opportunità personali, suddivise in 12 eliminazioni puntuali ed 8 assistenze precise; la sua partecipazione figura inoltre in tutti e 4 i doppi giochi di una difesa bolognese la quale, in questo avvio di stagione, è sembrata piuttosto incerta ed arrugginita.

 

Justin Germano, San Marino. Il californiano ex MLB ha confermato le aspettative aggiudicandosi subito la prima vittoria personale in gara 3 contro Novara: shutout di 6 riprese, nelle quali ha realizzato 6 SO senza concedere alcuna base ball e mostrando dunque gran controllo dei lanci; appena 4 singoli subiti da 22 battitori affrontati.

 

Raul Ruiz, Padova. Il mancino venezuelano ha firmato una shutout all’esordio stagionale in gara 1 contro il nove del Rimini campione in carica, conquistando la W che ha spinto il Tommasin alla prima vittoria in IBL: 6 inning lanciati, 4 valide subite di cui 2 doppi, ma addirittura 7 SO prodotti e 1 sola base ball concessa a 22 battitori affrontati anche lui.

 

Carlos Richetti, Rimini. Il veterano ex Anzio, Nettuno e Bologna ha mostrato appieno la sua esperienza, domando le mazze padovane e contribuendo con la sua W ad evitare ai neroarancio un clamoroso sweep esterno: 6 inning sul monte, 4 singoli incassati in totale sempre da 22 battitori affrontati e nessuna base ball concessa.

 

Ludovico Coveri, San Marino. Momento di gloria per il giovanissimo rilievo dei Titani classe 1997, autentica promessa dell’Accademia di Tirrenia, che sabato pomeriggio ha siglato la sua prima salvezza in IBL congelando il line-up novarese nelle ultime 3 riprese dell’incontro: 2 BB concesse,

Foto del fotografo di redazione Lauro Bassani/PhotoBass.eu

WordPress Author Box
Francesco Raco

Nato nel 1993 a Roma, città dove vive. Studente universitario con una grande passione: il baseball. Ha conosciuto il gioco da bambino guardando serie anime giapponesi in TV, poi il padre, che è di Nettuno, lo ha portato ad assistere a una partita del Nettuno BC: fu amore a prima vista. Tutt'oggi non è difficile trovarlo seduto sulle gradinate dello stadio Steno Borghese, sempre sopra alla prima base e con in testa il cappellino raffigurante la “N”. Predilige un approccio sabermetrico nella valutazione dei giocatori, senza ridurre però il baseball a una scienza esatta e svilirne così le componenti emozionali e genuine: è infatti un tifoso molto caldo e passionale nel modo di vivere le partite.

4 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Daitarn 13 aprile 2016 at 21:22 -

    Paolino e Ale,avanti cosi’,duri,siete alla Effe,la grande Aquila

  2. Ongina 14 aprile 2016 at 07:04 -

    Vedo anche due ottimi esordi in battuta in IBL nelle file nel Novara: Gabriele Tealdi, classe 97 che contro San Marino ha battuto il suo primo fuoricampo in IBL e Mattia Varalda, classe 95 che ha battuto le sue prime 4 valide in IBL ed è l’undicesimo miglior battitore del campionato. Nel ruolo di DH e poi ricevitore in gara 2 ha esordito in IBL un altro diciottenne, Guido Monello e gara 2 terminata 5 a 2 per San Marino, è stata affidata a due Under 21: Davide Anselmi ed Enrico Varin, quest’ultimo esordiente in IBL.
    Il Novara ha iniziato la stagione con 9 esordi assoluti in IBL e di questi ben 6 sono Under 21 di cui 4 di interesse delle squadre Nazionali.
    Omaggio al coraggio.

  3. Francesco Raco 14 aprile 2016 at 11:41 -

    “Come al solito, particolare rilevanza assumono i dati emersi dall’analisi dei tabellini di giornata e la testimonianza visiva e diretta di giocate determinanti ai fini del risultato finale”. Non metto in discussione le potenzialità dei giocatori da Lei citati, ma resto coerente con i miei criteri di valutazione: premio chi eccelle nelle principali voci statistiche standard o incide in maniera significativa sull’andamento della gara. Saluti.

  4. Ongina 14 aprile 2016 at 13:27 -

    Buon pomeriggio signor Raco Non metto in discussione i criteri da Lei utilizzati, ci mancherebbe.
    Mi fa piacere leggere delle prestazioni di Deotto perchè è un giovane Under 21.
    Io ho solamente segnalato le prestazioni di giovani e addirittura giovanissimi: a me pare che la notizia di un fuoricampo battuto da Gabriele Tealdi, 18 enne esordiente in IBL nel trittico San Marino – Novara sia una notizia e che notizia.
    Mi domando chi sia stato l’ultimo diciottenne a colpire un HR nel week end di esordio in massima serie, magari qualcuno lo sa.
    Sarebbe interessante trovare anche un resoconto delle prestazioni settimanali degli Under 21 impegnati in IBL.
    Complimenti , comunque, per la bella iniziativa.