Indiscrezioni indicano nel pitcher ex TriploA con i Cubs il probabile rinforzo in vista della Champions Cup

Pubblicato il Mag 10 2019 - 11:55pm by Giovanni Colantuono

Potrebbe essere l’americano Stephen Perakslis il rinforzo sul monte di lancio della Fortitudo Bologna per la Champions Cup. Indiscrezioni delle ultime ore danno infatti il Bologna molto vicino al ventottenne lanciatore destro nato ad Abington nel Massachusetts.

Sarebbe un colpo di grande qualità vista la carriera. Sette stagioni nelle Minors di cui sei nell’organizzazione dei Chicago Cubs e una nei Seattle Mariners. Un record di 22 vittorie con 15 sconfitte e una ERA vita di  3.78. Con i Cubs è arrivato fino in TriploA con Iowa nelle stagioni 2016 e 2017.

Utilizzato sia da partente che da rilievo, ha messo anche a segno 15 salvezze nei 364.2 inning lanciati nelle Minors. Per Perakslis anche una esperienza nella Winter league nel Venezuela con i Tigres de Aragua nella stagione invernale 2017-2018.

Lo scorso anno ha disputato la stagione da partente con i Somerset Patriots in Atlantic League con 3.35 di media PGL nelle 9 gare giocate da starter. Vedremo nei prossimi giorni se arriveranno conferme su questa importante trattativa di mercato della Fortitudo Bologna.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono