Il Patron Fortini:”Nello Steno Borghese ritorna la squadra più importante della città. I migliori talenti del baseball nettunese sono nella nostra squadra”

Pubblicato il Mar 2 2018 - 6:07pm by Giovanni Colantuono

Come vi abbiamo anticipato ieri, tutto in un giorno per il Nettuno Academy che nella mattinata di oggi ha ottenuto ufficialmente le chiavi dello stadio Steno Borghese e completato l’iter degli svincoli di Mattia Mercuri, Mario Trinci e Andrea Sellaroli. In effetti tutto era scontato, su BaseballMania avete sempre letto la realtà dei fatti, e la conclusione è stata come noi vi abbiamo sempre scritto. Lo Steno Borghese è del Città di Nettuno Academy, come anche i tre forti giocatori nettunesi sui quali non ci sono mai stati dubbi su quale casacca avrebbero indossato dalla stagione 2018!

Lo Steno Borghese è stato dunque ufficialmente assegnato oggi al Città di Nettuno Academy. L’amministrazione comunale ha diramato oggi il seguente comunicato stampa:

Nuova gestione per lo Steno Borghese: dopo la scelta dell’Amministrazione comunale di un Bando pubblico teso a individuare un soggetto disponibile ad assumere tutti gli oneri di una dettagliata “Convenzione per la gestione in concessione dell’impianto sportivo”, la procedura si è conclusa con l’affidamento alla S.S.D Nuova Baseball Club Città di Nettuno srl con la Determina Dirigenziale n. 195 del 22 Febbraio. Soddisfazione dell’Amministrazione per un progetto che tendeva all’obiettivo di una gestione che, accettando i criteri previsti dall’Avviso, ponesse le basi per un futuro di eccellenza dello Steno Borghese.
Da oggi dunque – dopo la firma della convenzione nei giorni scorsi e il sopralluogo realizzato questa mattina sul posto alla presenza del personale dell’Ufficio Patrimonio, dell’Ufficio Sport e della Polizia Locale e dei nuovi concessionari – sono state consegnate le chiavi e quindi l’impianto alla Società che potrà entrare da subito operativamente in attività, avendo già adempiuto a tutte le formalità previste dal Bando e dal contratto. La gestione e la manutenzione dell’impianto riguarderà le strutture, tutte le pertinenze e gli arredi assumendosi gli oneri della manutenzione ordinaria, della custodia e della pulizia di ogni area in ordine a garantire “massima efficienza, sicurezza e funzionalità” dell’impianto, del campo di gioco e del bar. Così come previsto dall’Avviso e dal contratto stesso, il nuovo concessionario dovrà “assicurare la possibilità di allenarsi e giocare anche alle eventuali altre squadre iscritte alla medesima massima serie concordando, con la supervisione dell’Amministrazione comunale, un calendario di utilizzo che permetta la loro regolare partecipazione al campionato”. Come da contratto, lo Stadio Borghese sarà sempre a disposizione gratuita dell’Amministrazione Comunale per proprie manifestazioni e attività che saranno sempre realizzate nel rispetto dei calendari e degli impegni programmati nell’impianto stesso.

Una rappresentante del Comune apre lo stadio insieme a Piero Fortini

Si apre quindi una nuova fase per lo storico impianto di Nettuno, i lavori per la sistemazione inizieranno presto come ha annunciato il Patron Piero Fortini:

“Siamo finalmente a casa e da oggi rientriamo in possesso dello Steno Borghese. E’ per noi un giorno importante – continua Piero Fortini – in questo stadio ritorna la squadra più importante della città, quella che ha dato lustro allo sport nettunese portando il nome di Nettuno in tutto il mondo. Lo stadio sta in condizioni veramente critiche ma siamo pronti a sistemare tutto e sarà pronto per l’inizio della stagione, interverremo subito soprattutto sul terreno di gioco per permettere alla squadra di iniziare al più presto gli allenamenti sul diamante”.

Lo stadio e gli svincoli, tutto in un giorno in questo “Party Friday”, oggi per il Nettuno Academy inizia il nuovo futuro:

“Ci stiamo lavorando da tanto tempo con tutto lo staff dirigenziale per arrivare a tutto quello che abbiamo fatto fino ad oggi – continua Fortini – quando una dirigenza lavora bene si arrivano a raggiungere gli obiettivi, noi ci siamo riusciti grazie all’impegno di persone come Paolo Bernardi, Fabio Bonifazi, Leo Mazzanti, Roberto De Franceschi e tutto il mio staff del Città di Nettuno. Alle parole devono seguire i fatti, altrimenti poi ad esempio scappano via tutti i giocatori. Volevamo lo stadio e lo abbiamo ottenuto, volevamo una squadra con tutti i migliori talenti di Nettuno e ci siamo riusciti. A tutte quelle persone che hanno dato credito a stupide ironie sui social, a tutte le notizie false e tendenziose che certi personaggi hanno messo in giro ad arte in queste ultime settimane, dico che li aspetto tutti allo Steno Borghese venite a vedere un grande Nettuno Academy in campo. E’ grazie a noi se quest’anno Nettuno sarà protagonista in SerieA1 e tenterà di competere con le grandi squadre come Rimini, Bologna e San Marino. C’è chi rideva di certi post diffamatori nei nostri confronti, ora chissà se guardando quanti giocatori sono rimasti al City continueranno a ridere, ora dovrebbero iniziare la conta per rendersi conto che non hanno più quella squadra che lo scorso anno è arrivata fino ai playoff”.

Il Nettuno City potrà comunque giocare nello Steno Borghese come prevede il bando:

“A noi non hanno chiesto niente, da oggi ci devono interpellare a noi se hanno intenzione di giocare nel nostro stadio – continua Fortini – devono anche fare presto, non attenderemo a lungo la loro richiesta”.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

8 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. max 3 marzo 2018 at 08:57 -

    continuo a non capire il tanto odio che si respira da parte di alcuni contro questo presidente

  2. Troiani Giuseppe 3 marzo 2018 at 13:53 -

    Io credo che dell odio ne suoi confronti il presidente Fortini se ne freghi altamente…la mia domanda è un altra: ora che è terminato il “countdown” vorrei sapere cosa ne sarà del City, dove giocherà come completerà il rooster…seguirò nei limiti del possibile entrambi i Nettuno e credo sia una domanda lecita.

  3. Corsaro Nero 3 marzo 2018 at 14:31 -

    Certi personaggetti sono contro il grande Fortini perché gli ha tolto il giocattolo dalle mani, gli ha impedito di sparire e ricomparire come se nulla fosse, gli ha fatto saltare il loro piano organizzato per continuare come hanno sempre fatto portando la squadra di baseball quasi a sparire. Volevano la morte del Città di Nettuno per restare solo loro e invece se so attaccati alla mazza, per restare in tema con il baseball. Poi ci sono quelli che stanno rosicando di brutto, quelli che hanno creduto alle cazzate che sono state scritte su Facebook, quelli che hanno detto che Fortini avrebbe pagato con i dolci di carnevale, che hanno condiviso cazzate su cazzate sperando di restare anche loro in sella magari continuando a non pagare il biglietto allo stadio come hanno sempre fatto. Bene così, attaccateve tutti alla mazza! Sempre per restare in tema con il baseball!

  4. franco 3 marzo 2018 at 20:59 -

    L’Hosteria del baseball tace tutto ciò il metalmeccanico e il piantone se staranno a mangia le mani quest’anno non se mettono in piccionaia a gioca ma gli tocca anda da qiualche altra parte

  5. massimo moretti 4 marzo 2018 at 08:31 -

    ora Forza Nettuno e tutti allo stadio le polemiche e le rosicate le lasciamo ad altri chi vuole bene al baseball e Nettuno torni allo stadio e porti più persone che può con questa squadra si punta ai Play Off forse manca qualcosa sul monte ma che campagna acquisti è stata fatta complimenti finalmente innesti da oltreoceano di qualità

  6. Ichiro 4 marzo 2018 at 20:19 -

    Io credo che a prescindere da tutte queste lotte intestine, a noi nettunesi, debba interessare solo il futuro del baseball nella nostra città. In questo momento, abbiamo due squadre, ma una sola è l’erede del grande Nettuno, questo è fuori di dubbio. Io personalmente seguirò con attenzione anche il City, ma il Città di Nettuno, lo sento come la squadra numero uno della città. Sono contentissimo di vedere al timone, Guy Trinci, un grande del nostro baseball, un uomo di poche parole e tanti fatti, un uomo concreto, che saprà tirare fuori il massimo dai giocatori. Ottima la scelta di svincolare, Mario, Mattia e Andrea, giocatori ancora giovanissimi e che daranno tanto a questa squadra. Una squadra di giovani, chiamati a ricoprire anche ruoli fondamentali all’interno della squadra. Trinci dietro il piatto, sarà presto una garanzia anche con il bastone in mano, statene certi, così come Mercuri e Sellaroli. Paolino, Federico Giordani, e tutti gli altri, sapranno dare qual qualcosa in più che servirà per crescere negli anni. Io sono ottimista, pensiamo a tornare a gremire lo Steno, piuttosto che a chiacchierare sterilmente. Forza Guy e forza ragazzi. Il vostro Ichiro!!!!

  7. Diego 8 marzo 2018 at 06:07 -

    Buongiorno, scrivo qui anche se un pò off topic.
    La fase del mercato giunge al termine, le squadre sono già fatte o quasi, mancano uno o due players a qualcuna ma in linea di massima ci siamo, il Nettuno è completo o arriverà un altro lanciatore straniero?

  8. Angelo 8 marzo 2018 at 14:31 -

    Se dopo la campagna acquisti fatta non prende un lanciatore forte forte, sarebbe un clamoroso autogol