Guy Trinci:”Bologna è fortissima ma vogliamo perdere giocando il nostro baseball”

Pubblicato il Ago 18 2018 - 9:56am by Giovanni Colantuono

A fine Gara1 della semifinale tra Bologna e Nettuno, le parole del manager Guy Trinci, spiegano la serata difficile di Scott Richmond al Gianni Falchi. Un Richmond che gia dal primo inning rientrava fortemente contrariato nel dugout nettunese:

“Scott è un grande professionista e non ha mai contestato le chiamate degli arbitri a casa base da quando è in Italia, non sta nella sua mentalità – ha dichiarato Trinci – questa sera invece già dal primo inning si era innervosito. La partita è finita 10-1 e tra noi e il Bologna ce ne sono anche 15 di punti di differenza, loro sono una corazzata costruita per vincere, noi siamo una squadra giovane che ha comunque raggiunto il suo obiettivo stagionale di andare a questi playoff. Detto questo vorrei perdere avendo la possibilità di giocarmi le mie carte, e se Bologna alla fine ci fa 15 punti ci sta tutto perchè è la squadra più forte del campionato”.

Richmond alla fine del quarto inning di attacco del Bologna usciva dal campo parlando verso l’arbitro di casa base De Notta, visibilmente nervoso:

“Se per quattro inning non ti viene chiamato neanche un lancio sui fili del piatto penso che qualsiasi lanciatore sia contrariato – continua Trinci – anche uno come Scott che per la sua professionalità e mentalità non contesta mai le chiamate. E’ chiaro che se di conseguenza entri nella zona centrale del piatto il Bologna ha battitori che ti fanno molto male e anche questa sera lo hanno dimostrato. Comunque ripeto che la squadra di Frignani è fortissima e quindi questa non è una recriminazione ma una constatazione dei fatti, vogliamo perdere contro una squadra più forte di noi avendo la possibilità di giocarci le nostre armi a disposizione. Aggiungo solo che in settimana avevo fatto delle dichiarazioni che non sono state riportate da chi mi ha intervistato, alla luce di quanto accaduto oggi avevo ragione su quanto dichiarato martedì scorso. Chiudiamo quì la questione e pensiamo ad andare avanti nella serie perchè Bologna deve ancora conquistare la finale e noi daremo già da gara2 battaglia, sono forti ma proveremo a metterli in difficoltà”.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono