Duro comunicato ufficiale del Nettuno inviato alla FIBS e ai presidenti della squadre di SerieA1

Pubblicato il Mag 23 2018 - 4:38pm by Redazione Baseballmania

Si ritorna alla situazione di partenza. Il Nettuno Baseball City è di nuovo senza uno stadio per giocare le partite del campionato di SerieA1. Quanto deciso, nella riunione tra i presidenti della massima serie e il Presidente Fibs Andrea Marcon in videoconferenza lo scorso 7 maggio, salta con il  comunicato ufficiale inviato dal Città di Nettuno BC Academy al Presidente Marcon e a tutti i massimi dirigenti delle squadre di A1.

Un comunicato duro, con allegate anche alcune foto che testimoniano in che condizioni è stato lasciato lo stadio Steno Borghese dopo le due gare giocate in casa dal City in occasione del derby. Nel comunicato si fa riferimento anche all’assenza di una copertura assicurativa per danni a terzi quando ad utilizzare l’impianto è la società Nettuno Baseball City.

Si ritorna quindi alla situazione di partenza con una squadra in A1 che non ha un campo su cui giocare le gare casalinghe. L’apertura e la disponibilità da parte del Città di Nettuno Academy c’è stata, ma quanto stabilito non è stato rispettato.

Contatto dalla nostra Redazione, questo è stato il commento del Patron Piero Fortini:

“Il comunicato è già chiaro, c’è poco da aggiungere – ha dichiarato Piero Fortini – dico solo che non abbiamo l’anello al naso e soprattutto non siamo servi di nessuno. Siamo dovuti andare noi dirigenti a pulire gli spogliatoi per poter ospitare il Rimini dopo il derby. Adesso basta”!

Di seguito vi pubblichiamo integralmente il comunicato inviato:

 

7 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. max 23 maggio 2018 at 17:18 -

    direi giusto inecepibile

  2. Daitarn 23 maggio 2018 at 18:40 -

    Domanda.Dove giocheremo venerdi’ e sabato? Al Falchi? All’aquacetosa?Chi lo sa?

  3. Daitarn 23 maggio 2018 at 18:42 -

    Che palle pero’…ma si puo andare avanti cosi???

  4. flavio orati 23 maggio 2018 at 19:50 -

    hai pienamente ragione, ma tanto per farti un esempio di come stiamo andando “avanti così” …. stasera la Nazionale di Gibo che gioca la prima del suo tour …. avremmo voluto cercare di intuire come andavano i ragazzi di questa selezione non dico da uno dei tanti canali RAI, ma almeno dalla semplice ripresa streaming di un telefonino a bordo campo con un micro treppiede… non ci vuole una tecnologia satellitare o un camioncino regia,…. certe volte “basta poco …che ce vò?”.

    • Daitarn 23 maggio 2018 at 22:05 -

      La Rai? Flavio,dimentichiamoci la Rai,perche’ il governo entrante ha gia’ preannunciato una dieta dimagrante epica e il baseball sicuramente sara’ out tutta la vita ,tanto per continuare ad andare avanti cosi’…

    • RedSox 24 maggio 2018 at 19:50 -

      Inutile parlare di RAI quando la Fibs per una partita della Nazionale, seppure d’allenamento, non si è neppure degnata sul proprio sito di fare un semplicissimo PbP. Manca perfino il tabellino della partita.

  5. Troiani Giuseppe 24 maggio 2018 at 05:19 -

    Magari la Rai no…ma Sportitalia (che si occupa anche di sport “minori”) DMax una rete privata o che ne so io. L’ho detto e lo ribadisco, secondo me ci vorrebbe una riforma in FIBS sono 40/50 anni che vediamo i stessi personaggi e le stesse facce, il bello è che il loro “potere” (di cosa non so!!!) continua e possono fare e disfare a loro piacimento anche swi vari comitati all interno della Fibs stessa. Il rugby il volley 20 o 30 anni fa facevano 300 spettatori a partita o ne fanno chi 80000 e chi 10000…ma i personaggi nelle rispettive federazioni sono cambiati. Nettuno-Rimini 20 anni fa portava allo Steno Borghese 3000 persone l altra sera c erano si e no 200 persone!