Dopo Nettuno-Parma parla il manager Guglielmo Trinci

Pubblicato il Apr 23 2018 - 3:38pm by Giovanni Colantuono

Guglielmo Trinci

E’ finita 1-1 la serie tra Nettuno e Parma in quello che era senza dubbio il primo confronto importante della nuova stagione della SerieA1. La squadre di Trinci e Poma hanno dimostrato che saranno grandi protagoniste per la corsa verso la post-season e allo Steno Borghese hanno offerto due gare intense e di ottimi spunti tecnici. Bellissimo il confronto tra Scott Richmond e Erly Casanova, due partenti da World Baseball Classic. Non hanno tradito le aspettative dando vita ad un duello in gara1 di grandissimo livello. Ottime anche le difese con giocate quasi sempre decisive, non a caso contando sulle due gare, si sono giocati ben 15 inning con il risultato bloccato sullo 0-0.

“Due belle partite e aggiungo anche la terza giocata sabato scorso nella Final Four di Coppa Italia – ha dichiarato il manager del Nettuno Guglielmo Trinci – sono state le classiche partite dominate dai lanciatori e dalle difese, chi sbagliava di meno vinceva la partita. Venerdì abbiamo sbagliato noi due giocate interne e poi un lancio su Sambucci che ci ha punito. Anche in gara 2 dominio dei pitcher, Parma ha battuto solo due valide e noi cinque, c’è voluto il fuoricampo di Rodriguez al nono per decidere il risultato. Sono sincero, prima della battuta decisiva di Leo con il pensiero stavo già andando al tie-break”.

Tanta qualità in difesa con azioni decisive di Mattia Mercuri e Edgard Montiel, in più un monte di lancio che sta dando importanti risposte nonostante ancora si deve avere il miglior Frias:

“Di lanciatori ne abbiamo tanti e stiamo gestendo Frias in modo da fargli recuperare al più presto la condizione ottimale. Sappiamo tutti che il suo ruolo è quello di partente, nei campionati professionistici centroamericani ha sempre fatto grandi cose e vogliamo da lui quel tipo di contributo alla squadra. Quando sarà in condizione sarà lui il partente di una partita e gestiremo diversamente Richard Castillo. Sulla difesa siamo tutti consapevoli di avere ragazzi molto bravi e che in campo danno sempre il massimo, certo alcune volte possono sbagliare, come oggi che nell’ottavo inning abbiamo sbagliato due giocate che per me sono gravi. Farò presente ai ragazzi gli errori commessi”.

Richard Castillo ti ha dato ancora una grande prestazione da partente:

“Richard si è messo a disposizione e sta facendo benissimo – continua Trinci – la dirigenza l’ha confermato dallo scorso anno in cui aveva già fatto vedere di essere un ottimo lanciatore. Tra la Coppa Italia e il campionato ancora non ha subito neanche un punto, facciamo i debiti scongiuri, ma speriamo che continui in questo modo”.

Parma ha dimostrato di essere una squadra da alta classifica:

“Casanova sarà uno dei migliori partenti del campionato, tutte le squadre soffriranno contro di lui. In battuta hanno un lineup in cui tutti toccano bene nel box di battuta e sono veloci sulle basi, quindi penso che Parma sarà protagonista”.

La squadra ha mostrato che mentalmente è stata sempre in partita per 18 inning molto intensi in questo primo turno, è indubbiamente un aspetto positivo di questo primo impegno di campionato. Da manager, in cosa ritieni che i tuoi ragazzi devono migliorare in prospettiva futura?

“Si, però oltre all’intensità messa sul campo ritengo che dobbiamo ragionare di più. Per esempio credo che l’80% dei lanci che abbiamo girato erano dei ball,  non dobbiamo farlo. Quando succede questo si deve cambiare strategia, ne ho parlato ai ragazzi ma per almeno quattro o cinque inning abbiamo continuato a girare su lanci che erano ball”.

 

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Troiani Giuseppe 23 aprile 2018 at 18:59 -

    Non e’ una “sviolinata” (anche perche non gli serve) ma Guy e’ davvero una grande persona, mai banale sempre gentile, disponibile a parlare di baseball in qualsiasi posto o ora…a me sono rimasti nel cuore i suoi complimenti dopo aver arbitrato una gara i ibl 2 è persa dalla sua squadra, insomma un uomo che nel baseball ce ne dovrebbero essere molti!!