Nettuno Academy da sogno! Arriva Scott Richmond!

Pubblicato il Mar 13 2018 - 11:36pm by Giovanni Colantuono

La notizia è di quelle che fanno rumore. Scott Richmond è il quarto straniero del Nettuno Academy! Il gigante canadese campione di Taiwan nel 2016 con gli EDA Rhinos ha firmato il contratto che lo lega alla squadra nettunese nella stagione 2018.

Al grande mercato condotto magistralmente dal DS Leo Mazzanti mancava la ciliegina sulla torta, il colpo a sensazione, per essere al pari delle solite San Marino, Rimini e Bologna da subito. Il colpo a sensazione è arrivato, con l’ex MLB Scott Richmond che nelle ultime due stagioni è stato ai vertici del baseball mondiale giocando due campionati da protagonista nella CPBL di Taiwan. Tutta la carriera di questo pitcher partente destro, nato a Vancouver in Canada il 29 agosto del 1979, è di assoluto valore. Curva e cutter le sue armi migliori sul monte di lancio, ma Richmond è partente completo potendo contare anche su altre varietà di lanci come slider e sinker di ottima efficacia e velocità che arriva alle 90 miglia.

La casacca del Canada di Scott Richmond al Classic

Inizia la carriera professionistica a Edmonton nella Northern League Independet League giocando tre stagioni dal 2005 al 2007. Le sue prestazioni attirano l’attenzione dei Toronto Blue Jays che lo ingaggiano nel 2008. In quella prima stagione con Toronto brucia velocemente le tappe. Inizia in DoppioA con New Hampshire, poi 8 partenze con i Syracuse Chiefs in TriploA e l’esordio in Major league con i Blue Jays il 30 luglio contro i Tampa Bay Rays da partente per 5.1 sulla collinetta. L’anno successivo i Blue Jays mettono Richmond stabilmente nella rotazione dei partenti, per il gigante canadese (è alto 1,96m) è la consacrazione con 24 gare da partente e la firma su 8 vittorie in 138.2 inning lanciati. Il grande salto ai Blue Jays gli costa la partecipazione ai Giochi Olimpici del 2009 di Pechino per i quali Richmond era stato inserito nel roster del Canada. Nella franchigia di Toronto resta fino al 2012 anno in cui firma 11 vittorie in TriploA, con Las Vegas 51a in Pacific Coast league, con 25 gare da partente e 134 inning lanciati

L’anno successivo, nel 2013, accetta la proposta dei Texas Rangers e con Round Rock disputa altre due stagioni in TriploA, per un totale di sette nella sua carriera. Nel 2015 ritorna nelle Independet league con Wichita Wingnuts in American Association. Per il canadese è ancora una stagione da incorniciare con sei vittorie nelle 10 gare da partente con 1.79 di media PGL in 65.1 inning sul monte di lancio.

Scott Richmond con i Blue Jays in MLB

Arriva poi per lui la chiamata dalla CPBL di Taiwan, in assoluto uno dei primi campionati al mondo dopo la MLB e la NPB giapponese. Richmond firma per gli Eda Rhinos e subito alla prima stagione, nel 2016, il suo apporto è fondamentale per la conquista del titolo. Nei Rhinos trova l’ex Anzio Roberto Espinoza come pitching coach. I Rhinos lo confermano anche per la stagione 2017, in cui la squadra cambia nome in Fubons Guardians, e Richmond si conferma starter di qualità. In due anni a Taiwan lancia 50 gare da partente per 289.2 inning totali con 16 vittorie nelle regular season e 4.53 di media PGL, i suoi numeri gli consentono di stare per due anni tra i migliori lanciatori della CPBL.

Ottima anche la carriera con la nazionale del Canada. Medaglia d’oro ai Giochi Panamericani nel 2011 e nel 2015, e medaglia di bronzo al mondiale IBAF del 2011. Ha disputato tre edizioni del World Baseball Classic nel 2009, 2013 e 2017.

Richmond insieme a Mike Willner per commentare lo Spring Training dei Blue Jays

Molto popolare e conosciuto nel mondo della MLB, nei giorni scorsi ha commentato per la radio ufficiale dei Blue Jays e per il sito MLB.com alcune gare di spring training della squadra di Toronto.

Si chiude quindi con un grande annuncio il mercato straniero del Nettuno Academy, l’arrivo di Scott Richmond colloca la squadra di Guglielmo Trinci tra le pretendenti ai playoff potendo contare su due partenti di grandissima qualità come appunto il canadese e Marcos Frias. Il cambio delle regole nella massima serie ha dato gioco forza indicazioni tecniche che tutti i team di vertice hanno seguito, per puntare a vincere sono necessari due partenti di grande valore. Una indicazione che il Nettuno Academy ha seguito alla lettera, completando il roster con l’ingaggio di un lanciatore che potrà essere il valore aggiunto in più ad un mercato che a questo punto è giusto definire da sogno!

 

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

11 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Fabrizio 11 marzo 2018 at 18:23 -

    Ma davvero il Nettuno ha preso Richmond?
    È un giocatore di assoluto valore, bravi!

  2. MLB 11 marzo 2018 at 18:36 -

    Welcome aboard Scott!

  3. Francesco D.G. 11 marzo 2018 at 19:30 -

    Grande Leonardo, benvenuto Scott

  4. Daitarn 11 marzo 2018 at 21:04 -

    Congratulazioni,davvero un ottimo colpo.So riconoscere quando i rivali di una vita fanno strike.Mi pare lui sia il secondo partente dei Blue Jays in Italia,dopo il grande Jackson Todd.

  5. max 12 marzo 2018 at 07:22 -

    direi un Nettuno scatenato un roster da playoff da una società seria e preparata

  6. roberto 12 marzo 2018 at 09:14 -

    Forse uno dei più forti lanciatori mai venuti in Italia, alla soglia dei 40 è ancora solidissimo.
    Gran colpo!!!

  7. Sempione 12 marzo 2018 at 13:56 -

    Che fine hanno fatto tutti quei idioti che parlavano e scrivevano di due mezze squadre? Imbecilli siete spariti. Il Città di Nettuno ha fatto uno squadrone e voi invece neanche mezza di squadra vè rimasta. Chi continua a parlare di due squadre a Nettuno è solo un poveraccio. Il Nettuno è uno solo ed è questo squadrone con questo grande lanciatore

  8. Alessio M 12 marzo 2018 at 15:02 -

    Con questo lanciatore il Nettuno è una squadra che lotterà alla pari con chi vuole puntare allo scudetto. Tanti nettunesi bravi, anzi i migliori, e stranieri che possono fare la differenza. Ora sta a noi tifosi andare allo Steno Borghese a sostenere la squadra, ma i tifosi veri, chi ancora continua a dare solo fastidio a un grande presidente come Fortini se ne stasse tranquillamente a casa. Quando sarà il momento del carro dei vincitori, perché lavorando in questo modo quel momento presto arriverà, allora voglio proprio vedere con che faccia avrete il coraggio di presentarvi. Forza Nettuno, quello vero e grande, Fortini e Trinci riportateci in alto

  9. Tobia 13 marzo 2018 at 12:59 -

    Complimenti a Fortini,un Nettuno da scudetto renderà solo più interessante il campionato

  10. Francesco 14 marzo 2018 at 12:41 -

    dalla fraschetta nessun commento e nessuna citazione …. come rosicano mamma mia ….

  11. Canaletto 15 marzo 2018 at 14:29 -

    Alla fraschetta continuano a parla di due squadre, ma quali sono ste due squadre, io vedo uno squadrone e una squadra materasso