Bel duello tra Rivero e Lopez, per Bologna Ferrini e Polonius fanno la differenza. Tre fuoricampo, di Giordani, Celli e Flores lanciano la T&A

Pubblicato il Lug 20 2019 - 5:28pm by Redazione Baseballmania

Leo Ferrini segna punto

Al “Gianni Falchi” il derby tutto emiliano tra UnipolSai Fortitudo Bologna e Autovia Castenaso si rivela più equilibrato del previsto finendo con un 5-2 in favore dei campioni d’Italia e d’Europa che non hanno però trovato punti per cinque riprese intere. Vittoria in scioltezza invece per il San Marino, vincente a Serravalle per manifesta superiorità al settimo inning con il risultato di 12-1 contro il Godo Baseball.

Per i primi due inning si vedono solamente rimbalzanti e strikeout. Aliangel Lopez e Raul Rivero (5IP, H, 7K) sono in grande forma e lo dimostrano con prestazioni maiuscole trasformando il testacoda offerto dal calendario di Serie A1 Baseball in una partita equilibrata, combattuta e dall’esito incerto. La prima valida la si vede nella parte alta del terzo ed è un singolo di Simone Alfinito che però il Castenaso non sfrutta a dovere. Raul Rivero infatti chiude le porte, ferma da par suo gli avversari anche nel quarto inning ed attende i primi segnali dall’attacco che sembrano arrivare con il leadoff single di Nick Nosti nel quarto inning. Poi più nulla fino alla parte bassa del sesto (la parte alta l’ha aperta Perakslis, entrato al posto di Rivero) dove i singoli di Ferrini e Polonius rovinano l’ottima prestazione di Aliangel Lopez che tuttavia non crolla e chiude l’incontro con sole quattro valide subite, due basi su ball, un punto e dieci strikeout in sei riprese. Adesso sono i bolognesi ad avere il coltello dalla parte del manico. Il bullpen ferma il Castenaso nel settimo e nell’ottavo, riprese nelle quali invece l’attacco di Frignani segna un totale di quattro punti, due nel settimo e due nell’ottavo, con un solo homer di Fuzzi ed un doppio di Ferrini, e con un lancio pazzo ed un errore di tiro di Simone Alfinito per il provvisorio 5-0, rovinato nella parte alta del nono dagli RBI di Niccolò Loardi e di Rolexis Molina contro Gouvea, mentre Perakslis può festeggiare il suo primo successo nel campionato di A1.

 

Senza storia la sfida tra San Marino ed il Godo Baseball, capace di segnare soltanto un punto nel quinto inning, tormentato da un dominante Carlos Quevedo, arrivato su singolo centrale di Luca Servidei e incappato nella serata no del partente Jorge Hernandez vittima di 10 valide (delle quali 3 fuoricampo) nei primi cinque attacchi del San Marino. Ad aprire le danze è stato il caldo Federico Celli (1-2, RBI) nel primo inning con il primo homer di giornata. Nel secondo inning è toccato a Federico Giordani raddoppiare mentre il terzo inning ha visto un solo homer di Flores e due punti segnati approfittando di errori della difesa. Il peggio per il Godo però deve ancora avvenire e puntuale arriva nella parte bassa del quarto, dove i ragazzi di Mario Chiarini si portano sul provvisorio 10-0 grazie ad un singolo di Epifano e ad un grand slam di Simone Albanese (3-4, 5 RBI). Nell’inning seguente gli ultimi due punti del San Marino con un walk a basi piene di Flores (3-3, 2 RBI) ed una battuta di Mattia Reginato finita in scelta difesa.