Sophia e gli interni. Concentrazione, agilità, forza!Quattro felini a difesa delle basi

Pubblicato il Giu 25 2018 - 11:11pm by Federico Fuscà

Andrea Sellaroli

“Pronti come un aracnide, o meglio un felino” spiega Sophia, “gli interni debbono restare concentrati sulla sola cosa che conta: l’eliminazione dell’avversario”. Infielders è un modo di essere. Oltre alla forza esplosiva, che caratterizza tutti i giocatori di Baseball, un interno deve essere sempre concentrato, pronto a raccogliere la pallina anche a mani nude per tagliare i tempi della giocata ed ottenere l’out dell’avversario.

Comprendere in anticipo le giocate del battitore o dei corridori fa parte del mestiere.

“I segni del coach-suggeritore di terza talvolta celano un bunt o uno squeeze play. Gli interni debbono saper leggere in anticipo le mosse dell’avversario, per poterne attenuare o annullare l’efficacia”, dice Sophia.

Ma non basta. Spesso in condizioni di equilibrio precario, con l’inerzia di corsa divergente rispetto a dove recapitare la palla per effettuare l’eliminazione, riescono ad effettuare giocate difensive ai limite dell’incredibile. Palle raccolte correndo con lancio al compagno effettuato in torsione; assistenze in salto, da terra, in acrobazia. Gli interni ed in special modo gli shortstop (interbase) spesso regalano giocate tanto efficaci, quanto spettacolari.

Basta farsi un giro su youtube per restare incantati dalle linee prese al volo, dai doppi e tripli giochi difensivi, dai lanci in torsione, fatti dagli interni e dagli interbase in particolare, sempre per ottenere un out in più.

Derek Jeter, per molti lustri leader degli Yankees, in una parola the capitain, ha donato ai suoi fans ed agli appassionati del più bel gioco del mondo straordinarie eliminazioni: linee secche intercettate al volo, palle raccolte in avanzamento con assistenza implacabile; sfere raccattate in giravolta dietro il sacchetto di seconda ed eliminazione del battitore in prima; rimbalzanti prese nel guanto e rilanciate con precisione in salto, salto necessario per riprendere equilibrio; spettacolari assistenze a casa base; palle rilanciate da terra, dopo esserci lanciato ad intercettare una rimbalzante, sino in prima… il formidabile capitano, con jersey numero 2 dei Bronx Bombers, ha fatto stropicciare spesso gli occhi degli spettatori.

Più vicino a noi, occorre ricordare le splendide giocate di Ruggero Bagialemani, con il Nettuno e la Nazionale con la maglia n. 20, di cui è stato a lungo uno dei pilastri, in una langa stagione di grandi successi (compresi alcuni tornei olimpici con insperate performance).

Sophia mi perdonerà, se scendo sul personale, ma ricordo allo Steno Borghese l’anno d’esordio di Ruggero (1978) in prima squadra. Un trascinatore in attacco e … una “pantera” in difesa.

WordPress Author Box
Federico Fuscà

Nato a Roma, vive ai Castelli Romani. I genitori, appassionati di baseball, lo hanno portato sin dalla più tenera età a vedere le partite allo Steno Borghese, dando vita ad un vero e proprio imprinting con questo straordinario sport. Tennista, con qualche partita nella serie C di metà anni ottanta, ha scritto di Pallavolo e di salute. Già collaboratore de Il Messaggero, pagina Tivoli-Velletri (1986-87) e alla rubrica La Nostra Salute dal 1988 al 1994 [inserto a 16 pagine 92-94]. Ha diretto WorldMusic (periodico di musica Etnica - 1991) e “Il Nostro Paese” (giornale di attualità politica - 1997). Dopo la laurea in Giurisprudenza, è stato per un breve periodo Volontario all’Ufficio Stampa delle ACLI nel 1996, coordinando i resocontisti durante il Congresso Nazionale di Napoli; lo stesso anno è diventato Addetto stampa e collaboratore parlamentare dell’On. Gino Aldo Settimi nella XIII legislatura. Pubblicista dal 1989 al 2001, da molto tempo ormai svolge la professione forense, essendo abilitato al patrocinio davanti alle Magistrature Superiori (cassazionista). Si occupa di diritto civile ed amministrativo. Specializzato in Fondi Strutturali Europei, per molto tempo è stato consulente dell’Autorità di gestione del PSR Lazio. Avido lettore di storia, narrativa, saggi e informazione sul baseball...