La battaglia per regolamentare lo scontro iniziata dallo Junior Rimini e dal Rimini Riviera. La regola IBAF sarà applicata al T.d.R.

Pubblicato il Mag 29 2014 - 12:05pm by Redazione Baseballmania

Con enorme soddisfazione rileviamo che il Consiglio Federale del 22 maggio ha stabilito di “sperimentare la regola contro gli scontri a casa base varata dalla IBAF” durante lo svolgimento del Torneo delle Regioni 2014.

La regola in questione tende ad evitare gli infortuni di gioco, anche gravi, che vengono provocati da comportamenti di gioco violenti nei tentativi di ottenere da parte del corridore, o annullare da parte del ricevitore, il possibile punto.

I competenti Organi Federali Nazionali, Regionali e Locali, recentemente, erano stati da noi sensibilizzati sul questo tema attraverso la dettagliata relazione del 30 aprile 2014 corredata da foto in sequenza molto esplicative, e possiamo senz’altro affermare di avere vinto una prima battaglia contro questa pericolosa tipologia di infortuni di gioco. Continueremo a batterci affinché la sperimentazione divenga regola applicata ai Campionati Giovanili.

Com’è noto, durante questa prima fase della stagione agonistica sono ben tre gli incidenti di gioco occorsi ai ricevitori nelle gare disputate dalle nostre squadre. In tutti e tre i casi i ricevitori si trovavano già in possesso di palla con largo anticipo sulla semplice eliminazione dei rispettivi corridori.
In particolare due scontri, entrambi per fortuna senza conseguenze, sono avvenuti con la Squadra Cadetti Junior Rimini Baseball il 13-4 sul campo del Rimini 86 e il 18-5 sul campo del Torre Pedrera Falcons: nel primo (nella prima serie di foto) caso il nostro corridore è stato “espulso per gioco pericoloso nei confronti del ricevitore avversario”, ma con il punto valido per l’ostruzione del Ricevitore. Nel secondo caso (nella seconda serie di foto)il corridore avversario viene “ammonito per comportamento antisportivo” e dichiarato out.

Ma il caso più grave (nelle foto che seguono) è avvenuto con la squadra Under 21 Rimini Riviera sul campo di Castenaso, il 23 aprile 2014, con il nostro ricevitore soccorso e rianimato sul posto fra lo sgomento dei presenti e poi trasportato d’urgenza in ambulanza all’ospedale Maggiore di Bologna per cure ed ulteriori accertamenti. Anche in questo caso l’Arbitro ha eliminato il corridore, ma considerando involontaria la carica al ricevitore non ha adottato ulteriori provvedimenti.

Rivolgendo l’attenzione anche al regolamento di gioco, appare evidente la difficoltà degli UdG a valutare ai fini sanzionatori e in modo univoco, nella loro discrezionalità, l’intenzionalità o meno di provocare lo scontro da parte di uno dei due giocatori, avversari fra loro, nella richiamata azione di gioco a casa base. Ben venga, perciò, il divieto per regola di caricare il ricevitore regolamentando le dinamiche e le casistiche di gioco: prevenire, è certamente meglio che curare!

Francesco Zucconi, Junior Rimini Baseball e Softball

Tiziano Pellegrini, Rimini Riviera Giovani Baseball

Foto di Giovanni Soatin

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Paolo Alimonti 29 maggio 2014 at 12:34 -

    Salve, in settimana ho proprio richiesto alla FIBS via cna le regolarità della carica del ricevitore da parte del corridore.
    Sabato scorso abbiamo avuto un caso in una partita Allievi ed il nostro ricevitore ha rischiato di farsi male sul serio. Se l’è cavata con una brutta contusione al naso.
    Trovo assurdo che nelle categorie giovanili venga permesso e soprattutto che venga insegnato ai ragazzi a farlo.
    Ci preoccupiamo di far giocare i ragazzi con le palline di gomma, di fargli indossare la conchiglia, gli impediamo di scivolare in avanti a casa però è consentito che un ragazzo di 12 o 13 anni possa caricare con violenza uno di 9?
    Non vedo il problema a vietare immediatamente la regola nelle categorie giovanili, perchè si deve aspettare il torneo delle regioni.

  2. Gigi Mignola 29 maggio 2014 at 14:28 -

    Il motivo della fase sperimentale ed in caso positivo dell’immediata applicazione a partire dal 1 luglio è quello di verificare e discutere con Cnt. CNA e CR le modalità dell’ applicazione e quindi uniformità di comportamenti da parte del settore arbitrale e al tempo stesso la piena condivisione da parte dei CR e della divulgazione da parte di FIBS Nazionale e CNT. A titolo personale io l ‘avrei adottata immediatamente a livlo giovanile e successivamente in parallelo alla MLB .

  3. Simone Perazzini 2 giugno 2014 at 09:47 -

    “espulso per gioco pericoloso nei confronti del ricevitore avversario”, ma con il punto valido per l’ostruzione del Ricevitore.
    Ostruzione del ricevitore ?
    Spero sia una “leggerezza” in fase di scrittura dell’articolo…
    in caso contrario per chiamare ostruzione ad un ricevitore con palla in mano, in attesa di eliminazione del corridore e per di più con un vantaggio di svariati metri, ci vuolte davvero tanto coraggio !