Board of Dreams Series, Filippo Riva vince la prima tappa di Vicenza

Pubblicato il mar 19 2015 - 2:15pm by Redazione Baseballmania

Filippo Riva tra Marco Pieri e Culicchi

Ha preso il via a Vicenza il secondo campionato italiano nazionale di Board of Dreams, il gioco da tavolo ideato e realizzato da Marco Pieri e supportato dalla Federazione.

Molti giocatori e appassionati del baseball giocato e di quello da tavolo, hanno potuto conoscere le regole, le meccaniche di gioco e cimentarsi a colpi di dadi.

La nuova stagione del campionato ha visto confermato il format vincente dello scorso anno, ovvero: fase di qualificazione con partite disputate su 3 inning con il regolamento Major e senza le carte speciali, così da permettere anche ai giocatori meno esperti di poter giocare e divertirsi senza troppi dubbi, fino poi ad arrivare alla finale con tutte le opzioni che Board of Dreams prevede.

Finale che i due partecipanti, Filippo Brigo e Filippo Riva, hanno deciso di disputare al meglio dei 3 incontri, e che lo stesso Pieri ci racconta nella cronaca.

Si parte piano, con una Gara 1 che è principalmente una fase di studio dell’avversario, infatti il primo inning produce soltanto 3 facili eliminazioni per parte; poi la partita inizia a movimentarsi e, grazie a una battuta da extrabase e 2 successive volate di sacrificio, i NY Giants di Brigo si portano in vantaggio, prima della chiusura dell’inning con 1 strike out e del cambio di campo. I The PiBowers di Riva iniziano la parte bassa ottenendo soltanto 2 out e un arrivo in prima su una mancata presa al volo, poi la svolta: il settimo in battuta colpisce un profondo fuoricampo che ribalta la partita.

A questo punto i Giants possono solo sperare di recuperare nel loro ultimo attacco, ma tutto svanisce quando il closer dei PiBowers, dopo avere concesso un singolo chiude la partita con 2 strike out.

Gara 2 vede i Giants, che partono in difesa, subire l’iniziativa dei PiBowers subito con un doppio, poi un out per assistenza 4-3 è seguito da un singolo che mette 2 corridori agli angoli. Il manager Riva fa eseguire uno squeeze play con l’uomo di terza che arriva vicino a casa base, ma viene eliminato con una perfetta assistenza del pitcher. Chiusura dell’inning con una rubata prima dello strike out girato. Da questo momento in avanti la partita per i Giants sembra stregata. Diversi uomini arrivano in base, ma la difesa non lascia scampo e con doppi giochi e strike out riesce sempre a non subire punti, mentre al secondo inning i PiBowers, dopo un doppio gioco, mettono nuovamente un uomo in prima per base ball e, subito dopo, con un triplo sbloccano il risultato. Niente più succederà da qui in avanti e gara 2 finisce ancora con uno strikeout del closer dei PiBowers, che di diritto accedono alla finale di Lucca.

Prossima tappa sabato 11 Aprile a Play Modena per proseguire la caccia al biglietto per Tokyo.