Vittoria sofferta contro gli ucraini del Knut. Decisiva per andare in finale la sconfitta del Senart per mano dei tedeschi

Pubblicato il giu 21 2014 - 9:11pm by SDrudi

Il Rimini Baseball seppur faticando ha la meglio sulla formazione ucraina del KNTU Elizavetgrad per 5-4, risultato che accoppiato alla sconfitta nel pomeriggio dei francesi del Senart Templiers contro i tedeschi del Regensburg per 5-1 consente ai Pirati di qualificarsi per la finale di Domenica contro gli olandesi del Neptunus. Questa sera proprio gli orange affronteranno i padroni di casa del Draci Brno che, qualora vincessero sarebbero secondi (3v 2p), ma Rimini avendo vinto lo scontro diretto è comunque qualificata. Tornando alla partita di questa mattina è stata una gara più difficile del previsto dove i neroarancio hanno faticato a concretizzare le numerose occasioni. Sul monte ha iniziato la gara Corradini, dopo di lui è salito Torres ed infine seppur con qualche affanno di troppo il closer Escalona si è guadagnato la vittoria personale grazie al balk decisivo che ha permesso a Spinelli (dopo un gran triplo realizzato) di segnare il punto del definitivo sorpasso all’ultimo inning.

Domenica pomeriggio (playball ore 15) i Pirati come già detto in precedenza disputeranno la Finale contro il Door Neptunus che giovedì hanno stravinto proprio contro i neroarancio. Probabili lanciatori partenti per Rimini Ekstrom, mentre per gli olandesi dovrebbe esser scelto Markwell.

La cronaca

Al secondo inning gli ukraini colpiscono duramente il partente riminese Corradini, Shkatula e Stovba arrivano entrambi salvi su errori difensivi (il primo Di Fabio il secondo Corradini), entrambi i corridori avanzano in posizione punto sul bunt di sacrificio di Nelipa. Il singolo di Kubalskyi spinge a casa il primo punto (0-1), sulla rimbalzante in diamante di Lopata entra anche il secondo punto (0-2) e il singolo di Mamontov fa segnare per la terza volta i suoi (0-3). Il momento critico per il pitcher dei Pirati termina con l’out di Poliakov. Al cambio di campo Rimini accorcia le distanze, Spinelli batte valido e Bertagnon è salvo sull’errore del seconda base Chukhas. Babini e Cit vengono eliminati, Corradini si guadagna la base ball che riempie le basi, sul conto di Di Fabio arriva il lancio pazzo che permette a Spinelli di accorciare le distanze (1-3), poi lo stesso Di Fabio verrà eliminato al piatto.

Due inning più avanti i neroarancio rientrano in partita, Babini è out in diamante, Cit si guadagna la base ball, Corradini incassa il ‘k’, e Di Fabio si guadagna la base ball. Santora viene colpito e si riempiono nuovamente i sacchetti, e la terza base ball concessa dal pitcher ucraino fa segnare a Cit il punto automatico (2-3). Cambio sul monte del Kntu fuori il partente Chukhriy dentro il rilievo Limarenko che chiuderà l’attacco grazie alla gran presa al volo del terza base sul pop di Romero.

Al quinto gli uomini di Catanoso pareggiano, Spinelli incassa lo strike-out, Bertagnon batte un singolo e Babini riceve la base ball. Sulla rimbalzante di Cit la difesa ucraina nel tentativo di girare il doppio gioco commette l’errore difensivo che permette a Bertagnon di pareggiare il match (3-3).

Nella ripresa successiva i neroarancio effettuano il sorpasso, dopo l’out al piatto di Di Fabio, Santora viene passato in base e giunge fino in terza sul singolo di Zileri. Nel box si presenta Romero che realizzerà la volata di sacrificio consentendo al compagno di pestare il piatto di casa base (4-3), poi Zileri verrà colto in ballerina dalla difesa del Kntu.

L’emozioni di questa partita non sono finite, al nono in pedana per Rimini c’è il closer Escalona al posto di un ottimo Torres. Il neo entrato subisce la valida di Stovba, Nelipa viene eliminato al piatto e il gran doppio a sinistra di Tikhonets firma il pareggio (4-4) che rimette tutto in discussione. Escalona riuscirà ad uscire da questa delicata situazione facendo battere una comoda ground ball a Lopata e lasciando al piatto Mamontov. L’ultimo assalto dei Pirati si apre con il gran triplo al centro di Spinelli, poi lo stesso corridore riminese segnerà il punto della vittoria sul balk chiamato al pitcher ucraino Limarenko, decretando così l’importante successo degli uomini di Catanoso per 5-4.

8 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. bomber 22 giugno 2014 at 09:30 -

    come prevedevo, nessun commento in caso di vittoria.
    Aspettiamo allora una sconfitta per leggere qualcosa di intelligente.

    • Gabriele 22 giugno 2014 at 12:00 -

      Hai ragione bomber io non volevo commentare per non essere ripetitivo ma non posso esimermi piu che dal commentare dal domandare : per quanto tempo ancora dobbiamo vedere quello strazio di lanciatori asi che rispondono al nome di Cherubini del bianco biondi? Non sono capaci!!!!! Basta .

  2. superpirata 22 giugno 2014 at 17:16 -

    troppo facile esaltare i fenomeni.
    Oggi i nostri giovani si sono comportati da veterani e non hanno fatto rimpiangere i tanti assenti.
    Stupenda vittoria

  3. ivano 22 giugno 2014 at 18:46 -

    la vittoria di oggi non mi fa dimenticare la figuraccia rimediata l’anno scorso a bologna per la coppa oppure le finali scudetto gettate al vento degli anni passati non ultima vantaggio 2-0 poi passata a4-2 in favore di san marino la memoria corta e una brutta cosa………..meditate gente

  4. superpirata 22 giugno 2014 at 20:23 -

    come dicevano: ” Prima o poi bisogna morire”.
    Se campi pensando a ciò è un brutto campare.

  5. ivano 22 giugno 2014 at 21:27 -

    per stasera tutti fenomeni come balotelli……….vedi partita venerdi sera

  6. fioretti sergio 23 giugno 2014 at 09:12 -

    Vorrei rispondere ad Ivano e Gabriele che fanno parte di quei tifosi che si nutrono di negatività. Nello sport ci sono vittorie e sconfitte è la legge di qualsiasi sport, ma vivere solo di ricordi negativi è assurdo.io cerco di essere positivo e spero che questo sia l’anno buono anche perchè pensare il contrario non mi porta niente. Ci sono già troppi professori in tribuna pronti ( e forse è il solo motivo per cui vengono allo stadio ) a puntare il dito. Io vorrei più gente che faccia il tifo e meno criticoni

  7. superpirata 27 giugno 2014 at 05:47 -

    Esatto, negatività e non solo.
    Ci sono persone che escono fuori solo dopo una sconfitta e questo accade da anni, sperano che la squadra perda per contestare questo o quello.
    Ma state a casa !!!