Vittoria di misura dei toscani in Gara1 per 2-1. In Gara2 la squadra di David Sheldon si impone per 4-1

Pubblicato il Ott 13 2020 - 10:50pm by Redazione Baseballmania

Tanto equilibrio al “Vita” di Firenze, dove la Fiorentina Baseball vince (2-1) il primo match contro il Senago Baseball per poi cadere in gara due (4-1 per il Senago), dove la formazione di David Sheldon restituisce il favore a quella di Marco Duimovich.

La Fiorentina Baseball vince, 2-1, una gara 1 tiratissima fino all’ultimo out. Con due punti al settimo inning e il complete game di Euridis Martinez (6 valide, 1 punto, 3 basi su ball e 7 strikeout), i toscani sconfiggono il Senago in una partita rimasta bloccata sullo 0-0 per sei riprese. Oltre al sopracitato Euridis Martinez, anche il partente del SenagoMarco Artitzu, controlla le mazze avversarie con 6 riprese di alta qualità con 3 basi su ball e 5 strikeout. I lombardi producono due opportunità importanti nel secondo (due corridori lasciati in base) e nel quinto inning (basi piene non concretizzate). I padroni di casa mettono pressione ad inizio partita, ma la svolta arriva al settimo, quando la Fiorentina Baseball piazza due singoli con Andrea Biffoli e Oregsis Martin Perez e una base su ball a Krasniqi che costringono il Senago al cambio sul monte. L’ingresso del rilievo Davide Monticelli non ferma l’entusiasmo dei toscani che ottengono il vantaggio sul singolo di Akram Es-Soufi. Dopo un’eliminazione a casa base, Giacomo Cappiello capitalizza con un singolo da un punto e consegna nelle mani di Martinez un vantaggio prezioso che riesce a conservare fino alla fine. Nonostante il conto dei lanci ben oltre la soglia 100, Martinez tiene duro, subisce un punto sulla valida di Hernandez, appena entrato per Rotondo, ma dopo il singolo concesso a Franco e con il punto del pareggio in seconda, il lanciatore di casa (146 lanci per lui) riesce ad eliminare Laise su una rimbalzante verso l’interbase.

La certezza dopo gara due è che la finale tra Fiorentina e Senago Baseball non terminerà sabato prossimo, ma arriverà almeno fino a domenica 18, dove, dopo gara tre prevista per sabato 17, sono in programma gara quattro e l’eventuale gara cinque. La squadra lombarda infatti si è riscattata nella partita serale ed esce dal “Pier Paolo Cesare Vita” di Firenze con un successo per 4-1 maturato grazie alla prestazione del lanciatore partente Stefano Grassi, capace di annullare l’attacco toscano per 6 riprese. Il primo pericolo è di marca senaghese, che nel secondo inning è capace di mettere alle strette il lanciatore Oregsis Martin Perez con la valida del primo in battuta Alexander Hernandez, e con l’arrivo in base di Nicolò Milani colpito dal lanciatore della squadra di casa. Il partente della Fiorentina Baseball tuttavia non crolla e risponde con due strikeout su Matteo Franco e Luigi Rotondo. Se il Senago Baseball è la prima a creare una condizione di pericolo, la Fiorentina Baseball è la prima squadra capace di ferire, nel terzo inning, con Akram Es-Soufi, singolo da primo in battuta, capace di arrivare a casa su lancio pazzo di Grassi con due eliminati. Il partente del Senago Baseball chiude subito l’attacco avversario ed i suoi compagni di squadra rispondono con rabbia nella parte alta del quarto inning dove arrivano tre punti grazie ad un errore di tiro del ricevitore Mergim Krasniqi sul bunt di Milani e nel tentativo di eliminare Hernandez in seconda, su un lancio pazzo di Oregsis Martin e la valida del 3-1 di Matteo Pascoli. Grassi non concede tregua all’attacco avversario e pilota la partita fino alla fine del sesto inning, dove esce per lasciare posto a Bryan Sheldon, che prende in consegna il settimo inning eliminando per strikeout tutti i tre battitori affrontati, ovvero Oregsis Martin (tolto dal monte di lancio nella parte alta del settimo e spostato in terza base), Endrit Krasniqi e Akram Es-Soufi, per chiudere l’inning sul 4-1 per il Senago, arrivato nella parte alta del settimo contro Endrit Krasniqi grazie ad un rbi single di Alexander Hernandez (3-5, RBI). Sheldon esce indenne anche da un più complicato ottavo inning per poi prendere in consegna anche il nono inning in cui Oregsis Martin è l’unico ad arrivare in base (singolo e rubata in seconda) ed a salvarsi dagli strikeout che invece colpiscono Andrea BiffoliFrancesco Cialli e Akram Es-Soufi, l’ultimo out del rilievo figlio d’arte (3IP, 2H, BB, 8K) che raccoglie la salvezza e riporta il Senago a casa forte di un pareggio nella serie.

Foto Lynx-Prod