Vince il Rouen con tre punti al nono grazie ad un errore di Sforza. Mistero sull’ingresso in campo del pinch-hitter Combes

Pubblicato il giu 18 2014 - 8:16am by Andrea Flamini

E’ iniziata con una sconfitta l’avventura del Nettuno in European Cup. Nella prima partita infatti i Francesi del Rouen Huskies (FRA) hanno vinto in extremis, al nono inning con una sola valida interna e un errore del terza base Sforza grazie al quale sono entrati i tre punti decisivi, quando si avvicinava già il tie break del decimo inning. Nella competizione europea infatti, il tie -break avviene già dal decimo con la sostanziale differenza che si  parte con un corridore in seconda e uno in prima ma con zero eliminati. Nettuno fortemente rimaneggiato dal manager  Scerrato a causa delle assenze nella spedizione Olandese. Mancano infatti all’appello  Ennio Retrosi, Gianluca Cibati e Andrea Castrì per motivi di lavoro cosi come Alessandro Paoletti e Danilo Scorziello che si uniranno alla squadra domani nel tardo pomeriggio, mentre arriverà giovedì Fraylin Florian. Con queste premesse la formazione che è scesa in campo ha visto  Giordani al posto di Retrosi al centro, a sinistra Sergio Cestarelli  e a destra Fulvio Caradonna. Linea interna costituita  da Mirco Caradonna  interbase, Sforza in terza, Giusti in seconda e Carlos Pezzullo in prima, Manuel Evangelista ricevitore e Tiziano Scirman DH, con Josè Lorenzo partente.

Il primo inning scorre via velocemente con tre out immediati ambo le parti, con la sola eccezione di un errore della difesa francese su Pezzullo. Al secondo la prima occasione per passare in vantaggio è dei francesi, con due out, il ricevitore Marche batte un triplo a destra, la base ball concessa subito dopo da Lorenzo a Paturel porta i corridori in prima e terza ma il K rifilato al Dh Aponte ( saranno tre su tre turni per lui ) chiude la ripresa senza problemi. Al cambio campo l’occasione non viene sfruttata dal Nettuno. Sforza out al volo apre la ripresa, l’errore del terza base permette a Cestarelli di arrivare salvo in prima, il singolo di Scirman a destra porta il Nettuno ad avere corridori agli angoli, ma prima la volata sul prima di Giusti e poi il K di Fulvio Caradonna chiudono la seconda ripresa sullo 0 a 0. Il terzo inning sembra la ripetizione del secondo per i francesi, si ritrovano ancora con due out e corridori in prima e terza frutto di un singolo e di un errore di Giusti su una linea del terza base Rogers, ma proprio Giusti chiude con una precisa assistenza in prima sulla battuta di Gauthier, dopodiché i francesi nei successivi cinque inning raggiungono una sola volta il sacchetto di prima base, grazie a un Lorenzo che con i suoi lanci mette a segno ben 9 K e facendo battere costantemente in diamante i battitori avversari. Al contrario il Nettuno non sfrutta le occasioni avute per passare in vantaggio. Al sesto Giordani e Pezzullo arrivano in base con due singoli rispettivamente al centro e a destra, ma con un out, il K di Evangelista e la battuta in diamante di Sforza chiudono la ripresa senza riuscire a portare il punto, cosi come avviene all’ottavo quando Mirco Caradonna arriva in prima con un singolo a sinistra, raggiunge la seconda su rubata e viene spinto in terza dal singolo ancora a sinistra di Giordani.  L’esterno  arrivava  in seconda ancora su rubata, qui con un out Pezzullo batte una linea sull’interbase che raccoglie al volo e elimina Giordani in seconda per il doppio gioco che chiude la ripresa e porta al famigerato non inning finale. Lorenzo  subisce una valida con una rimbalzante su di lui da Rogers, poi il bunt di sacrificio porta il corridore del Ruen in seconda, e quando con l’assistenza di Giusti per il secondo eliminato porta, si apre lo scenario che cambia la partita. Con uomo in terza viene concessa la base intenzionale al miglior battitore dei francesi, e una successiva base ball diciamo un po regalata dall’arbitro ( due ball potevano essere tranquillamente chiamati strike) riempie le basi e chiude la partita di Lorenzo. Sale sul monte Rodney Rodriguez, Combes subentrato a Aponte ( anche qui una situazione poco chiara, infatti la prima sostituzione di Aponte avviene con un giocatore non inserito sul roster, i commissari europei bloccano il cambio quando il giocatore stava già entrando nel box di battuta, cosa che avrebbe portato l’out per regola, e succede che nelle fasi concitate in cui il manager Scerrato chiede spiegazioni all’arbitro e ai commissari, misteriosamente il numero di casacca non registrato cambia da 35 a 5 e diventa di un giocatore regolarmente inserito nel roster, cosa dubbia per il sospetto che i francesi hanno fatto il cambio di casacca con un altro battitore) comunque sia, con Rodriguez sul monte, Combes batte una rimbalzante su Sforza, che invece di eliminare il corridore in terza per gioco forzato tenta l’assistenza in prima base sbagliando del tutto il tiro e permettendo cosi ai francesi di segnare addirittura tre punti.  Il K su Dagneu chiude la ripresa. Al Nono il Nettuno lascia altri due corridori sulle basi e non riesce a sfruttare l’occasione del cambio lanciatore.

Prima partita dunque decisa da un errore, una partita che ha visto il Nettuno, con un grandissimo Jose Lorenzo sul monte di lancio, battere nove valide contro le 5 messe a segno dai francesi. Il prossimo impegno, sempre alle ore 13.00 sarà contro i Tedesche del Solingen Alligators, oggi sconfitti 5 a 2 dal San Marino.

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. MMfromBO 18 giugno 2014 at 14:24 -

    Con tutto il doveroso rispetto, capisco l’orgoglio di voler giocare la Coppa, ma vista anche la manifesta di oggi 18/6, era proprio il caso?