Trionfo di Chinandega a gara 5 e quarto titolo della storia. Vincente Marcos Frias e Norlando Valle MVP della Serie

Pubblicato il Gen 20 2018 - 2:31pm by Giovanni Colantuono

Come dodici mesi fa, la storia è la stessa. I Tigres de Chinandega vincono il titolo della LBPN chiudendo la serie di finale in cinque partite e sul monte di lancio a firmare la vittoria, sempre lui, il dominicano Marcos Frias anche questa volta a dare il suo determinante apporto al successo dei Tigres.

Per Chinandega è il quarto titolo della storia, unica squadra insieme ai Boer Managua a riuscire a vincere due titoli consecutivi. Ora dal 26 gennaio Frias e compagni rappresenteranno il Nicaragua nella Serie Latinoamericana che si disputerà proprio a Managua nello splendido stadio Dennis Martinez.

Rivas esce con le ossa rotte dal confronto con Chinandega, considerando i dieci match delle ultime due finali della Liga, quella di ieri è l’ottava vittoria dei Tigres contro le sole due dei Gigantes che anche in questa edizione della finalissima ha visto la potenza del suo lineup sbattere contro il monte di lancio delle Tigri. Solido nei partenti e determinato con i rilievi, fondamentali anche loro in questa serie di finale. Sia Jorge Bucardo che Junior Tellez, i primi backup utilizzati da Lenin Picota, hanno egregiamente continuato il lavoro degli ottimi Frias, Lopez e Flores.

Marcos Frias intervistato dalla TV nicaraguense

In Gara 5, confronto tra i partenti Frias e Pedro Viola,  Rivas aveva le spalle al muro e per forza di cose doveva dare subito vivacità al suo attacco. Ci riusciva anche, complici due sbavature dell’esterno sinistro Jamar Walton e dell’interbase Jesus Lopez. Il primo litigava con la palla sul singolo di Elmer Reyes che diventava un doppio, il secondo andando con leggerezza su una rimbalzante di Juan Torres che diventava un singolo con RBI. Marcos Frias non si scomponeva e con una bella giocata di Osman Marval in prima chiudeva il primo attacco di Rivas con un solo punto al passivo.

Il pareggio arrivava immediato. Secondo attacco di Chinandega, con due out, Edgar Montiel arrivava fino in seconda base su un errore del terza base Darrel Campbell, alla fine i suoi errori saranno tre e fondamentali per il risultato. Lo stesso Montiel andava a segnare il punto del pareggio su una groundball di Leonardo Ortiz mal difesa da Rivas. La palla era fermata dal prima base Moises Flores che assisteva per Pedro Viola, il partente dei Gigantes però non toccava il cuscino di prima e Ortiz lo bruciava sul tempo, valida interna e RBI.

Spina dal pubblico di casa, Rivas metteva in difficoltà Marcos Frias nel secondo attacco. Doppio di Dennis Phipps, e dopo i due K su Moises Flores e Luis Alen, erano due doppi consecutivi di Ramon Flores e Valdimir Frias e riportare avanti sul 3-1 Rivas. Il neo acquisto del Nettuno Academy però reagiva con grande carattere, da quel momento in poi iniziava a dominare la partita e fino al sesto inning concedeva solo un singolo a Darrel Campbell. Al resto ci pensava l’attacco dei Tigres e la cattiva difesa di Rivas.

Nel terzo inning secondo punto di Chinandega, base per ball a Norlando Valle e doppio di Jesus Lopez. Nel quinto il pareggio, con il doppio del solito Norlando Valle, MVP della serie, errore della difesa e poi palla mancata per il 3-3.

Osman Marval, uno dei trascinatori dei Tigres

Nel sesto, dopo a base per ball a Guerra usciva il partente Pedro Viola rilevato da Josè Villegas. Il sacrificio di Ortiz portava Guerra in seconda e Campbell la combinava ancora grossa. Marvin Martines batteva una “velenosa” nell’angolo caldo di terza, Campbell raccoglieva ma sbagliava il tiro in prima base. Guerra arrivava a casa base e Martinez fino in terza. Il singolo di Norlando Valle puniva Rivas che andava sotto 5-3. Usciva anche Villegas rilevato dal mancino Nelson Payano che con un lancio pazzo portava il parziale sul 6-3 in favore di Chinandega tra il delirio dei tifosi dei Tigres presenti nello stadio Yamil Rios Ugarte di Rivas.

Nervi a fior di pelle per i padroni di casa e Juan Torres riusciva a farsi espellere dall’arbitro per proteste. Nel settimo comunque Rivas provava a rientrare in partita. Il singolo di Luis Alen metteva fine alla prova di Marcos Frias, il manager Lenin Picota saliva sulla collinetta e lo rilevava con Junior Tellez. Lungo l’applauso dei tifosi di Chinandega al momento dell’uscita del dominicano, che ancora una volta ha dato dimostrazione di grande personalità sul monte di lancio, reagendo da grande pitcher nel momento di massima pressione del lineup di Rivas. Per Marcos Frias la firma sulla vittoria che vale il titolo con 6.1 RL, 7 BV, 6K, 1 BB.

L’ingresso in partita di Tellez era messo in difficoltà da un errore di Guerra che sbagliava una difesa facile su una rimbalzante di Ramon Flores. L’ingenuità del cubano portava i corridori in seconda e terza base con un solo eliminato. La base per balla Vladimir Frias caricava le basi ed il singolo di Darrel Campbell riaccendeva le speranze dei Gigantes, parziale sul 6-5. Reyes era però il secondo eliminato e Tellez non aveva problemi a mettere strikeout Obregon entrato al posto di Torres espulso.

Il Manager Lenin Picota al secondo titolo nella LBPN

Era l’ultimo sussulto dei padroni di casa che nell’ottavo inning vedevano Chinandega scappare ancora nel punteggio. Ancora una volta era Darrel Campbell a combinare il pasticcio in terza facendosi bucare da una linea non imprendibile di Curt Smith a basi cariche. Il terzo errore di Campbell costava altri due punti a Rivas e partita che andava sull’8-5.

Nel nono e ultimo atto della finale il manager Lenin Picota andava sul sicuro, dopo la base per ball a Luis Alen, andava sulla collinetta e rilevava Junior Tellez con Raul Ruiz ed il venezuelano chiudeva. Al doppio gioco Guerra-Lopez-Marval esplodeva la gioia dei tifosi di Chinandega per il quarto titolo dei Tigres.

Foto: Haxel Rubén Murillo 

 

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono