Sono partite in 30, sono rimaste in 10. In un mese le sfide per diventare campioni!

Pubblicato il set 29 2014 - 9:00pm by Simone Bacio

Domenica hanno giocato la loro 162ª partita, e in alcuni casi l’ultima è stata quella decisiva. Uno dei campionati più lunghi degli ultimi anni, iniziato a Marzo con le sfide di Sydney, Australia tra i LA Dodgers e gli Arizona Diamondbacks, si è concluso ieri emettendo gli ultimi verdetti per l’accesso alla Post-Season.

Sono partite in 30 squadre, ora sono rimaste in 10 a giocarsi i Play Off per aggiudicarsi l’anello di Campioni del Mondo per il 2014.

Di sicuro tutti hanno onorato il loro impegno fino all’ ultimo: i Detroit Tigers e i St. Louis Cardinals hanno avuto la certezza di vincere le loro rispettive Division solo all’ultima giornata. Anche gli Oakland A’s si sono qualificati per un posto delle Wild Card vincendo la loro ultima partita di Regular Season.

Ma anche chi aveva già un posto assicurato si è impegnato al massimo: nonostante i Washington Nationals avessero già vinto il campionato con il miglior record della National League, il loro lanciatore, Jordan Zimmerman, ha lanciato una No-Hit. La quinta totale per il 2014 nelle MLB.

Altre squadre hanno preferito tenere alta la pressione in vista dei Play Off, rimanendo concentrati ma trovando piccoli momenti di relax.

Il manager dei Dodgers, Don Mattingly, si è preso un giorno di pausa con tutto lo staff tecnico. Per un giorno il manager è stato Il terza base Jose Uribe, che ha simpaticamente indossato le casacche di Mattingly stesso, per concludere la partita indossando la casacca numero 2 di Tommy Lasorda, ultimo manager a portare il titolo a Los Angeles. Il suo Pitching Coach è stato Clayton Kershaw e il suo Bench Coach l’interbase Hanley Ramirez.

Il manager Uribe ha vinto la partita per 10-5.

I Kansans City Royals hanno sperato fino all’ultimo di vincere la loro Division, ma si devono accontentare di accedere ai play off con la Wild Card. Royals che festeggiano il loro ritorno ai play off dopo 29 anni la loro vittoriosa stagione del 1985, mentre i loro rivali di Division, i Detroit Tigers, vincono la loro Division per il 4º anno consecutivo.

I LA Angels arrivano ai play-off con il miglior record delle MLB, con 98 vittorie e 64 sconfitte.

I LA Dodgers vincono per il secondo anno consecutivo la NL West, e avranno subito la rivincita delle finali dello scorso anno contro i Cardinals. Lo scorso anno finì 4-2 per St. Louis, vincendo la National League.

WordPress Author Box
Simone Bacio

Milanese, nonostante la carta di identità reciti 1974 come anno di nascita sono ancora un giocatore di baseball, da più di 30 anni. Ancora mi diverto a battere la palla e difendere il sacchetto di Prima Base. Appassionato di sport sono un tifoso interista (poche grandi gioie e interminabili sofferenze). Amo la musica in generale con una preferenza per il rock e la grande passione per gli U2. Seguo da molto vicino la tecnologia e adoro perdermi nel mondo di Hyrule, giocando alla serie “La Leggenda di Zelda" Seguo da vicino il baseball americano grazie al tifo sfegatato per i Los Angeles Dodgers e alle 4 leghe di Fanta-baseball che ogni giorno (meglio dire notte) seguo.