La T&A perde lo spareggio 8-3 con Amsterdam e retrocede nella Coppa CEB per la prossima stagione. Sale in European Cup il Belgio grazie alla vittoria del Borgerhout in CEB

Pubblicato il Giu 10 2018 - 6:01pm by Redazione Baseballmania

Ronald Bermudez

La T&A perde lo spareggio retrocessione con Amsterdam (3-8). Vincente Heijstek, perdente Quevedo. La sconfitta nello spareggio salvezza condanna la federazione di San Marino alla retrocessione in Coppa CEB per la prossima stagione, un risultato che nessuno poteva neanche immaginare alla vigilia della trasferta a Rotterdam.

La gara di oggi è la conseguenza della sconfitta di ieri della T&A con i tedeschi dell’Heidenheim, un match che San Marino ha perso 5-6 nonostante la buona partenza sul monte di Ale Maestri (7 inning, 1 valida subita, 10 strike out). Avanti 4-0, poi 4-1 dopo 7 riprese, i Titani hanno subito 4 punti all’8° (4-5) e poi uno al 9° (4-6) prima del solo-homer di De Wolf che ha fissato il finale sul 5-6. Per la T&A il perdente è Perez, per Heidenheim il vincente è Spann e la salvezza va a Hively. Inutili le 9 valide sammarinesi contro le 4 tedesche.

Nello spareggio per non retrocedere con Amsterdam i Titani subiscono la mazzata dei 5 punti tra 1° e 2° inning. Al primo tre valide producono due punti (0-2), al 2° invece subito due eliminati di Quevedo, poi però un bunt valido mette in crisi il partente della T&A. Arrivano una base ball, una palla mancata, un lancio pazzo (0-3), un’altra base ball e un altro lancio pazzo (0-5). Senza valide ulteriori, in definitiva, l’L&D Amsterdam scava un solco difficilmente recuperabile.

La T&A San Marino però ci prova con carattere e tra terza e quarta ripresa prova a rimettersi in carreggiata. Al 3° arrivano due segnature grazie al bel doppio di uno scatenato De Wolf (2-5), al 4° è una valida interna di Avagnina a mandare a punto Bermudez, in seconda su doppio.

Al 5° attacco di Amsterdam un errore della difesa tiene vivo l’inning e Croes ne approfitta subito per toccare il doppio che genera un ulteriore punto (3-6). Il problema, a questo punto, è che l’attacco della T&A nella parte centrale del match non riesce a essere così efficace come in precedenza e il doppio di Berkenbosch, al 9°, accoppiato al singolo di Daal, battono a casa i punti del definitivo 8-3. Nessun punto sammarinese al 9° e  la T&A perde lo spareggio retrocessione.

T&A SAN MARINO – L&D AMSTERDAM 3-8

L&D: Draijer ec (1/3), Z. Croes 2b (1/4), Urbanus ss (0/3), Berkenbosch 1b (1/5), L. Croes ed (3/4), Daal dh (1/4), Gerard 3b (0/5), Clarijs r (1/3), Van Weert es (1/4).

T&A: Avagnina ec (2/4), Pulzetti ss (1/4), De Wolf ed (1/5), Colabello 1b (0/4), Bermudez dh (2/3), Lupo es (1/4), Albanese (Reginato 0/1, Martin) r (0/3), Imperiali 2b (1/3), Babini 3b (1/4).

L&D: 230 010 002 = 8 bv 9 e 0

T&A: 002 100 000 = 3 bv 9 e 1

LANCIATORI: Heijstek () rl 6.2, bvc 6, bb 3, so 6, pgl 3; Rietel () rl, bvc, bb, so, pgl; Quevedo (L) rl 5, bvc 5, bb 3, so 4, pgl 3; Jimenez (r) rl 1, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 0; Perez (r) rl 2.1, bvc 2, bb 2, so 2, pgl 2; Cherubini (f) rl 0.2, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0.

NOTE: doppi di Berkenbosch, L. Croes, De Wolf e Bermudez.

16 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Troiani Giuseppe 11 giugno 2018 at 06:48 -

    Ora qualcuno mi spieghi… SanMarino retrocedera come squadra italiana quindi perderemo un posto o come squadra dello stato che rappresenta?

  2. Ruggero Bagialemani 11 giugno 2018 at 08:07 -

    Buon giorno a tutti,un pensiero,una riflessione e una domanda.
    Il San marino retrocede in Puole B come squadra dello Stato di San Marino ma partecipa al Campionato Italiano,ammettiamo che quest’anno si qualificasse alla prossima Coppa dei Campioni per la Classifica del Campionato Italiano,cosa suderebbe?
    Io da sempre penso che se San Marino(come di fatto succede)partecipa al Campionato Italiano,dovrebbe accedere alla Coppa dei Campioni soltanto nel caso la conquistasse sul campo come tutte le squadre paertecipanti,invece San Marino partecipa sempre che la conquisti o no e questo a mio parere non è giusto perché se partecipa come Stato dovrebbe mandare una squadra di Sanmarinesi altrimenti dovrebbe attenersi alle regole della Federazione Italiana,so di farmi qualche nemico ma non importa ci sono abituato,dico sempre quello che penso sensa nascondermi,comunque aldilà del mio pensiero che è personale,cosa ne pensate?
    San marino vince lo scudetto 2018,il prossimo anno giocherò la Coppa Campioni o no ???????

  3. antony 11 giugno 2018 at 09:25 -

    ma cacciare chiarini no?
    mezza roba da giocatore mezza roba da allenatore
    E’ andato via da rimini e rimini ha vinto due scudetti, è andato a rsm e oltre a non fare nulla come giocatore non produce nulla di consistente come manager, è un grande (fallito)!!

  4. Giovanni Colantuono
    Giovanni Colantuono 11 giugno 2018 at 11:13 -

    Rispondo a Troiani e Ruggero Bagialemani. Il San Marino ha fatto retrocedere in Coppa CEB la federazione di San Marino quindi l’Italia non perde un posto in European Cup. Se il San Marino vincerà lo scudetto in SerieA1 il prossimo anno non giocherà comunque l’European Cup ma la Coppa CEB cercando di riconquistare il posto nella massima competizione europea

  5. Ruggero Bagialemani 11 giugno 2018 at 13:19 -

    Bella roba,questo dimostra che tipo di sport siamo,mentre tutte le squadre(quando giocavo mi dava molto fastidio la cosa)devono sudarsi la qualificazione,loro comunque la fanno da una parte o dall’altra,secondio me sarebbe giusto che loro partecipassero alla Coppa Campioni soltanto se la qualificazione la guadagnassero sul campo,come tutte le squadre,visto che disputano il Campionato Italiano,se poi come Repubblica di San Marino gli spetta un posto dovrebbero andare con una squadra di Sanmarinesi come fanno nel Calcio.

    • sergio carlini 11 giugno 2018 at 18:19 -

      penso che lei stia facendo un pò di confusione….primo quando abbiamo vinto gli scudetti quindi abrogandoci il diritto di rappresentare anche la federazione italiana non siamo mai andati con 2 squadre ma liberavamo il posto a chi a suo vedere non ne avrebbe avuto il diritto visto che non guadagnato sul campo…per quello che riguarda nel calcio la squadra san marino calcio disputa campionati italiani ma non con giocatori sammarinesi ma di vari paesi….invece x i preliminari di campions league e europa league vanno in rappresentanza del campionati interni alla federazione sammarinese e anche li con giocatori sammarinesi e stranieri(non ultimo la proposta a usain bolt)….quindi penso che lei abbia un po le idea confuse…
      cordiali saluti Carlini Sergio

    • sergio carlini 11 giugno 2018 at 18:22 -

      e cmq il posto ce l’ho siamo guadagnato portando la rappresentativa del nostro paese in poule A e difeso fino alla sciagurata edizione appena terminata….non x grazia ricevuta

  6. Davide 11 giugno 2018 at 23:23 -

    Chiarini….eee..chiarini potevi diventare una bandiera dei miei pirati ☠️ e invece ti sei andato a rifugiare sul titano per una promessa da coatch…i colori non si tradiscono sopratutto quelli nero arancio caro mio chiarini… questa è la giusta fine …da perdente …

  7. Daitarn 12 giugno 2018 at 00:19 -

    Che confusione,che pena di regolamento.Siamo all’ammazzacaffe’..

  8. Ruggero Bagialemani 12 giugno 2018 at 08:17 -

    Penso lei stia affermando quello che io asserisco sig.Carlini,comunque nessuno discute la vostra partecipazione in Coppa Campioni per quando avete vinto gli Scudetti,tanto di cappello perché disputate il Campionato Italiano quindi vi spetta di diritto,il problema nasce quando non vi qualificate in Campionato Italiano e partecipate alla Coppa come Nazione con la stessa formazione che disputa il Campionato Italiano,spero di essermi spiegato,comunque non c’è problema era solo un dubbio che avevo e come me molti in Italia,saluti e in bocca al lupo per la stagione.

  9. Giulio 12 giugno 2018 at 09:57 -

    Uno non si inventa allenatore dal giorno alla notte. Spesso il talento dei giocatori fa la differenza e nasconde questo aspetto. Nei momenti di difficoltà invece la bravura dell’allenatore nel gestire la squadra e le situazione è fondamentale. E quindi ripeto. Non ci si inventa allenatori dal giorno alla notte.

  10. Troiani Giuseppe 12 giugno 2018 at 13:28 -

    Signor Carlini se non sbaglio (seguendo il baseball da 45 anni)San Marino faceva la coppa campioni anche quando in campionato arrivava penultima… Perciò credo che chi a preso un abbaglio sia lei o forse ricorda male qui non si tratta di “grazia ricevuta” perché disturbiamo uno troppo importante, ma di una regola sbagliata (l ennesima) della FIBS

  11. Giulio 12 giugno 2018 at 15:02 -

    Secondo me si sta delirando. Il San Marino partecipa-va alla Coppe dei Campioni come stato a se. Infatti, sia che vincesse, sia che arrivasse ultima in campionato, le squadre “Italiane” avevano diritto agli stessi posti. Quindi non vedo il problema. Poi è chiaro che partecipando al campionato italiano deve sottostare alle regole del campionato italiano in quanto a stranieri. Mica può rifare la squadra, tesserando solo giocatori di San Marino, per giocare una settimana in coppa!
    Comunque ora il problema non si pone più per almeno 2 anni.
    Più che altro se fossi il “Mago di Cesena” farei qualche riflessione e magari manderei a casa qualcuno.
    Ultima riflessione…………Il livello del nostro baseball si è alzato? Forse si è alzato di nazioni come Germania, Rep. Ceca ecc.

  12. Armando 12 giugno 2018 at 15:51 -

    La regola non è della FIBS ma della CEB , pareva volessero cambiarla ma forse hanno cambiato idea.

  13. Bianchi Roberto 12 giugno 2018 at 16:55 -

    Forse sarebbe meglio che la CEB ci dia la possibilità di mandarne 10/15 di squadre in coppa…..
    si potrebbe sperare di prenderli per stanchezza gli Olandesi……. visto che tre non bastano

    • Daitarn 13 giugno 2018 at 00:25 -

      hahaha Whity,buona questa…