La squadra di Frignani vicina alla conclusione della trattativa per l’ingaggio dello spagnolo. Offerta anche per Richard Castillo

Pubblicato il Nov 3 2017 - 10:12pm by Giovanni Colantuono

Antonio Noguera è molto vicino a lasciare la SerieA per il ritorno in IBL. Sulle tracce del pitcher del CUS Brescia, e attualmente partente dei Tiburones de La Guaira, c’è il Bologna che punta su di lui per rinforzare il monte di lancio.

Noguera è da molti anni in Italia, arrivato nel 2011 nel roster del Novara in IBL. Dopo una seconda stagione di IBL nella squadra piemontese è poi passato in SerieA vestendo le casacche del Bollate (nelle stagioni 2013 e 2014) e del CUS Brescia nelle ultime tre stagioni.

Strepitosa la stagione 2014 a Bollate dove ha concluso la regular season con 10 vittorie e una sola sconfitta con la miglior media PGL del campionato a 0.59 con 189 strikeout. Si ripete l’anno successivo a Brescia vincendo 11 partite perdendone 2 con 0.79 di media PGL e ben 226 K. Il suo rendimento resta sempre al top anche nel 2016 con 0.80 di media PGL e quest’anno con 1.16.

Fa parte del roster della nazionale spagnola con cui ha conquistato il secondo posto agli Europei del 2016. Nella LVBP veste la casacca dei Tiburones de La Guaira con cui ha iniziato la stagione invernale della rotazione dei partenti. Nelle prime tre settimane della Liga Antonio Noguera ha lanciato 4 volte da partente per un totale di 15.2 inning sul monte di lancio con 3.45 di media PGL. Ha incassato due giorni fa la prima sconfitta per mano delle Aguilas del Zulia contro Richard Castillo.

A proposito di Richard Castillo, i rumors di mercato che arrivano dal Venezuela parlano anche di una offerta sempre del Bologna proprio per Castillo. Difficilmente il Città di Nettuno Academy lascerà partire il forte lanciatore di passaporto spagnolo arrivato a Nettuno lo scorso mese di luglio. Con la squadra di Fortini è infatti in corso la trattativa per il rinnovo e l’adeguamento del contratto.

Per Noguera la situazione è invece ormai ai dettagli e presto dovrebbe diventare un giocatore del Bologna.

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

20 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. armando 5 novembre 2017 at 10:08 -

    Aspettando l’ufficialità’ delle regole sui comunitari, è cominciato il mercato dei caraibici con passaporto spagnolo,
    speriamo non sia nocivo per i giocatori nostrani specalmete i lanciatori, staremo a vedere.

    • Giorgio 6 novembre 2017 at 07:06 -

      giocatori caraibici con passaporto spagnolo ce ne sono una montagna, mediamente bravi e molto motivati, e pare che non costino molto, staremo a vedere, l’ennesima invasione a discapito dei nostri vivai. Ai nostri ragazzi che avranno voglia non resterà che la serie C o nel migliore dei casi la B per chi ha voglia di sobbarcarsi le due partite in giornata. Film già visto.

  2. paolo 5 novembre 2017 at 13:39 -

    quella persone stanno per inziare il loro mercato per il 2018 per raggiungere il campionato , ma il problemma non e il tipo di giocatori che vanno in squadra , ma il tipo di politica,piuttosto il direttore sportivo che deve andare e dare la possibilita a qualcuno piu capace

  3. Daitarn 5 novembre 2017 at 18:39 -

    Paolo sto sforzandomi di capire cio’ che scrivi,stai alludendo a Mura?Aspetta stai mettendo in dubbio l’operato di Mura?Non scherziamo dai

    • Prince 6 novembre 2017 at 11:36 -

      Ecco Daitarn questo mi sembra proprio un buon lanciatore. Forse Paolo ha paura che avremo una squadra di naturalizzati e comunitari, paura fondata perché il regolamento lo permette e perché alcuni giocatori Italiani hanno chiesto di essere ceduti e questa è l’unica strada percorribile.

    • paolo 6 novembre 2017 at 17:12 -

      Prince , quello che dici tu non e vero . qualcuni giocatore hanno voluto andare via per favore quello non ti lo credi tu . quindi queste e un monopolio che devi finire . anche queste anno pensavano di avere la squadra piu forte e guarda ni a finale hanno arrivato . quiendi si conosce il medio e meglio non parlare

  4. paolo 6 novembre 2017 at 13:54 -

    si daitarn lui . lui deve andare via subito

  5. fabio 6 novembre 2017 at 17:43 -

    Da tifoso riminese penso che Mura sia l’artefice principale dei successi bolognesi in questi anni perché ha sempre allestito roster molto competitivi e praticamente ogni anno Bologna è partita con i favori del pronostico. Poi può succedere di non azzeccare qualche giocatore.

    • Daitarn 6 novembre 2017 at 19:50 -

      Perfettamente d’accordo con te Fabio ma,come vedi,non tutti la pensano cosi’…. Anche se forse ho capito chi e’ Paolo

    • paolo 7 novembre 2017 at 08:07 -

      daitarn. secondo te chi sono , perche si sei una persona saggia propio non sai nulla , l’unica cosa che sai e puro parlare e parlare .

  6. paolo 6 novembre 2017 at 18:25 -

    fabio . se parli con quella autorita e perche sicuro tu ottieni qualcosa in cambio o sei parte di quella dittadura

  7. jhon 6 novembre 2017 at 20:32 -

    Tanti comunitari e qualche oriundo arriveranno, soprattutto lanciatori, a prendere il posto degli italiani che avranno sempre meno spazio, non tanto quest’anno ma sicuramente tra due/tre anni.
    già da quest’anno avremmo tanti venezuelani/americani/dominicani con doppio passaporto spagnolo/inglese/francese/greco/tedesco che giocheranno in italia, insieme agli stranieri con visto (3/4 per squadra) e che mai potranno vestire la maglia azzurra.

  8. jhon 6 novembre 2017 at 20:46 -

    E che sempre potranno essere schierati in campo, compreso i lanciatori stranieri/comunitari che sempre potranno lanciare in qualsiasi gara, sia in ibl, sia in A, sia in B.

  9. Tobia 6 novembre 2017 at 22:37 -

    Mura ha sicuramente meriti,ma costa come un ottimo straniero,la bilancia alla fine è in parità,non di più

  10. luca 7 novembre 2017 at 06:53 -

    Le squadre penalizzate saranno quelle che hanno un ottimo settore giovanile e tanti giocatori italiani nel roster (vedi nettuno, parma) alle altre va tutto a favore. Due stranieri e cinque comunitari in campo, hai fatto una squadra competitiva….ridicolo

  11. Gigi 7 novembre 2017 at 13:34 -

    Mura prende soldi e ne prende tanti, molto di più di tanti giocatori. Anche di meriti ne prende tanti, secondo me non giustificati. Se analizzate bene gli ultimi anni siamo la squadra che ha cambiato più stranieri durante la stagione, non penso che questo debba essere considerato un grande pregio per un D.S. poi con quel budget a disposizione anche io potrei fare la stessa figura.
    Sopravalutato

  12. Mario 7 novembre 2017 at 14:24 -

    Ora ditelo a chi ha votato sta banda che è in federazione.

  13. Citi 7 novembre 2017 at 15:53 -

    Guarda che non è obbligatorio ingaggiare comunitari oppure oriundi puoi benissimo fare con i tuoi Italiani puri, è qui a Bologna ne abbiamo tanti ed anche “buoni ma forse, anche se scarso, l’etnico attira di più.
    Abbiamo perso uno scudetto e ora si proclama la rivoluzione, via tutti gli italiani e dentro solo stranieri, ovviamente sbagliando il colpevole

  14. paolo 7 novembre 2017 at 19:05 -

    hai ragione Citi

  15. Armando 7 novembre 2017 at 19:05 -

    Già attira circa 150/200 spettatori a partita: vale proprio la pena????????