La squadra di Bindi vince di misura gara 1 (2-1), vincente Guerra e salvezza di Cubilan.

Pubblicato il ago 7 2014 - 10:20pm by Redazione Baseballmania

Nel primo atto della finale di European Cup la T&A vince 2-1 allo stadio dei Pirati di Rimini. Merito dei due punti segnati al 4° e di un monte di lancio che ha tenuto alla grande. L’unico punto riminese arriva al 7° ma per Guerra (vincente) e Cubillan (salvezza) è stata una serata eccellente. Per San Marino 8 valide (Ramos e Mazzuca 2/4), per Rimini 6, con Gonzalez che è il pitcher perdente della gara. Venerdì 8 alle 21 seconda partita a San Marino.

In gara1, come previsto, i partenti scelti dai manager Bindi e Catanoso sono Gonzalez e Guerra. La T&A non tarda a rendersi pericolosa e già al primo inning va vicina a segnare. La sensazione di minaccia la dà già Avagnina al secondo lancio della partita (lunghissimo fly all’esterno centro), ma è immediatamente dopo di lui che c’è il primo arrivo in base (Macaluso colpito). Ramos è eliminato al piatto, ma Mazzuca tiene viva la ripresa toccando un singolo a destra: con uomini agli angoli e due out, Persichina è eliminato al volo dall’esterno centro Zileri e l’inning si chiude.

Al 2° è Rimini ad andare vicina al vantaggio. Mazzanti, sul conto di tre ball e uno strike, infila la prima valida della partita dei padroni di casa. Dopo di lui Chiarini è eliminato al piatto, ma Spinelli colpisce un doppio che sposta il compagno in terza. Grosso rischio per la T&A, con Guerra che però rimane di ghiaccio ed elimina Gomez (FF3) e Bertagnon (K). Il partente sammarinese prende slancio e completa un terzo inning da tre strike-out, con la squadra che al cambio di campo passa in vantaggio. È la parte alta del 4° e bastano quattro lanci per il primo punto: prima, con uno strike sul conto, Ramos tocca un singolo, poi, ancora con uno strike, Mazzuca va col doppio del vantaggio (1-0) e nell’azione arriva in terza. Non solo, perché l’uomo successivo, Persichina, va con la volata a destra del 2-0.

Guerra intanto continua a lanciare molto bene, ma anche la difesa non è da meno. Nella parte bassa del 4° arriva un esempio perfetto: sul tentativo di rubata di Romero (valida in campo opposto), Albanese fulmina il tentativo con un’assistenza perfetta per Imperiali che svuota le basi. Al 5° altra grossa occasione per segnare per la T&A. Imperiali comincia col singolo, è in seconda su lancio pazzo ed è spinto in terza dalla rimbalzante di Albanese. Un solo eliminato a tabellone, ma Avagnina e Macaluso vanno out in diamante.

Il settimo inning inizia con Reginato che sfiora il fuoricampo, ma la pallina sbatte sulle recinzioni e rimane in campo. Per Mattia è solo un doppio e purtroppo arriva anche l’infortunio che lo costringe ad uscire (al suo posto Morreale). C’è comunque un uomo in posizione punto con zero out, ma il 3-0 non arriva. Sul monte riminese Gonzalez è sostituito da Escalona: per lui l’eliminazione di Pantaleoni al piatto, la base a Imperiali e gli out di Albanese (F7, lunghissima volata) e Avagnina (K) che chiudono l’inning.

Nella parte bassa della stessa ripresa i padroni di casa dimezzano lo svantaggio, ma la T&A si salva a basi piene. Dopo aver eliminato Mazzanti, Guerra subisce il singolo al centro di Chiarini, concede la base a Spinelli e poi arriva il doppio di Gomez, con Morreale all’esterno destro che non riesce ad arrivare bene sulla palla (2-1). Le basi sono riempite dai quattro ball a Bertagnon, ma sulla battuta di Di Fabio c’è l’out a casa e dopo di lui Zileri è il terzo out (K).

Rimini chiude l’inning a basi piene, ma la stessa cosa succede qualche minuto dopo alla T&A (base a Macaluso, valida di Ramos e bunt valido a sorpresa di Morreale), con la battuta di Pantaleoni che provoca l’ultima eliminazione in diamante.

Guerra intanto comincia pure l’ottavo inning, ma dopo il K su Santora e i quattro ball a Romero è sostituito. Entra Cubillan, che prima colpisce Mazzanti ma poi elimina Chiarini (FF9) e Mazzanti in seconda sulla rimbalzante di Spinelli.

Manca il nono inning. Gomez trova subito un singolo a sinistra, Bertagnon lo spinga in seconda con un bunt di sacrificio. Sul pinch hitter Babini c’è il K, la pallina colpita da Zileri finisce invece dalle parti di Imperiali che assiste in prima per Mazzuca. È l’ultimo out, la T&A vince 2-1.

 

RIMINI BASEBALL – T&A SAN MARINO 1-2

T&A: Avagnina es (0/5), Macaluso ec (0/2), Ramos dh (2/4), Mazzuca 1b (2/4), Persichina ss (0/3), Reginato (Morreale 1/1) ed (1/3), Pantaleoni 3b (0/4), Imperiali 2b (1/3), Albanese r (1/4).

RIMINI: Zileri ec (0/5), Santora ss (0/4), Romero ed (1/3), Mazzanti 3b (1/3), Chiarini dh (1/4), Spinelli 1b (1/3), Gomez 2b (3/4), Bertagnon r (0/2), Di Fabio (Babini 0/1) es (0/3).

T&A: 000 200 000 = 2 bv 8 e 1

RIMINI: 000 000 100 = 1 bv 7 e 0

LANCIATORI: Guerra (W) rl 7.1, bvc 6, bb 3, so 11, pgl; Cubillan (S) rl 1.2, bvc 1, bb 0, so 1, pgl 0; Gonzalez (L) rl 6, bvc 6, bb 0, so 4, pgl 2; Escalona (r) rl 3, bvc, bb 2, so 3, pgl 0.

NOTE: doppi di Mazzuca, Reginato, Gomez e Spinelli.

Le foto di Gara 1 sono del fotografo di redazione Lauro Bassani/PhotoBass.eu

9 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. ivano 7 agosto 2014 at 23:03 -

    da apprezzare la tentata rubata di romero ed il pinch hitter babini…….vero catanoso vattene fallito ma vedi bene di portarti dietro i tuoi sostenitori

    • ramon#27 8 agosto 2014 at 12:12 -

      Insieme a Catanoso (aldilà degli errori tecnici spero che bastino, per andarsene, i mille secondi posti conquistati!), non vorrei più rivedere gente come Zileri non certo una garanzia come lead off, Santora (ha dato tanto a Rimini ma è ora di far basta con lui!) e Chiarini (adesso avrà anche la scusante dell’infortunio ma in battuta è un pianto sia prima che dopo l’infortunio). Anche ieri quando contava sul 2-1 sotto, cosa ha fatto? K!!!!

  2. ivano 7 agosto 2014 at 23:23 -

    un altro anno di zeru tituli ,,,,,,,,,,grazie di esistere catanoso

  3. Flagello 8 agosto 2014 at 06:57 -

    Quanti spettatori c’erano?Non ne parla nessuno perchè?

    • Giovanni Colantuono
      Giovanni Colantuono 8 agosto 2014 at 09:19 -

      Chi era presente allo stadio parla di circa 400, al massimo 500 spettatori. Cifra a mio giudizio scarsa per una finale di European Cup.

  4. ramon#27 8 agosto 2014 at 07:06 -

    solito film tra pirati e T&A, solita sudditanza psicologica dei neroarancio nei confronti dei “cugini”.. mi ha stupito Fito Gomez con 3/4 (visto che non batteva in maniera regolare da un bel po’) ed invece mi ha fatto incavolare Zileri: come si fa da lead off a sfoderare uno 0/5 senza appelli, condito da un bunt preso al volo dal pitcher che ha fatto inorridire tutti i tifosi presenti?? veramente impalpabile e sottolinea carenza nostrana di “fondamentali”.

  5. Ermanno 8 agosto 2014 at 09:19 -

    Torna a casa, Leo. A Rimini non ti amano. Noi invece ci ricordiamo i sacrifici che hai fatto per rientrare nel 2010 e il tuffo sulla spalla malata che ci ha regalato lo scudetto.

  6. davide 8 agosto 2014 at 12:04 -

    Solita sudditanza psicologica è la parola giusto nonché solito protagonista catanoso..(in negativo chiaramente)..con tutto il rispetto sempre per i fedelissimi

  7. fioretti sergio 8 agosto 2014 at 15:04 -

    Vedi Davide tu fai un ragionamento corretto e da rispettare
    invece Ivano non ha capito ancora che noi ” sostenitori ”
    come ci definisce non lo siamo di Catanoso ma del Rimini
    e io finchè avrò voce tiferò per i pirati
    Lui invece si augura di perdere per attaccare il coach
    ( secondo me gli deve avere fatto qualcosa a livello personale in questa o in un’altra vita ) Parla senza sapere
    la rubata di Romero è stata un’iniziativa personale
    e se stavi attento ( cosa che dubito che tu possa fare )
    ti saresti accorto che Mazzanti che in quel momento era
    in battuta e non ha coperto la rubata come di solito si fa se viene chiamata
    Ma va bene così io penso ed è un mio personalissimo
    parere che Rimini di ” tifosi ” come te può farne a meno
    e mettiti il cuore in pace che con o senza Catanoso noi saremo sempre li a tifare mentre tu solo e sempre a criticare