In serie A Federale ancora una enorme prestazione del pitcher dominicano dei Redskins Imola: Salas confeziona 15 K, concedendo 1 sola valida e nessuna base per ball. In primo piano anche Carlos Rodriguez il pitcher degli Hotsand Macerata. Alessandro Fanfoni (Collecchio) e Yosvany Peraza (Castenaso) i migliori battitori di questo campionato

Pubblicato il Mag 1 2016 - 11:13pm by Maurizio Roveri
Marino Salas, il “lanciafiamme” dominicano dei Redskins di Imola, continua a confezionare prestazioni enormi nel campionato di serie A Federale. Dopo il “complete game” con 17 strikeout del 17 aprile sul diamante degli Athletics Bologna, Salas aveva prodotto un’altra “completa” il 24 aprile nel 12-6 dei Redskins sul campo di casa della “Tozzona” contro i Paternò Red Sox. In quella occasione 14 K in 9 inning per l’uomo di Hato Mayor del Rey dal braccio bionico. Ebbene, sabato scorso Marino Salas ha firmato altri 15 K sul diamante di Ronchi dei Legionari, permettendo alla squadra imolese di vincere gara2 e di pareggiare il conto con i New Black Panthers. Proprio come nelle precedenti partite dei Redskins (1-1 contro Paternò, 1-1 contro gli Athletics).
Utilizzato da… finto partente, salendo sul monte dopo i 2 inning lanciati dal “partente” Simone Grandene, Salas per 7 inning ha letteralmente inchiodato il pur solido attacco friulano. Il lineup dei New Black Panthers, statisticamente il migliore in questa prima parte di campionato, l’unico oltre i 300 di average in tutta la A Federale, è stato completamente disarmato dalla fastball, dalla potenza e dalla personalità del pitcher dominicano. Marino Salas non soltanto ha messo a sedere 15 battitori. Ha anche, e soprattutto, concesso ai Black Panthers appena 1 battuta valida. In sette inning. E nessuna base per ball. Vincendo il confronto con un apprezzabile Salomon Marinez.
Dunque, un’altra performance energica e di notevole spessore tecnico da parte del trentaquattrenne lqnciatore dei Redskins Imola.
Un altro grande interprete del monte di lancio, in A Federale, è Carlos Rodriguez il trascinatore degli Hotsand Macerata. Anche per lui, qualche settimana fa, una partita da 17 strikeout in 9 inning. Vinta, nel derby marchigiano contro Potenza Picena. Un’altra partita “completa” Carlos Rodriguez l’ha confezionata sabato scorso (9 inning lanciati, 11 strikeout) nel 7-4 con il quale Macerata ha sconfitto Padule in gara2.
Carlos Rodriguez, 2-0 in quest’avvio di stagione con 0.53 di ERA e 33.2 inning lanciati, ha già firmato 52 K. Uno in più di Marino Salas. Tuttavia il pitcher di Imola è l’unico della serie A Federale a viaggiare con 4 partite vinte e nessuna persa.
Altri personaggi di questo appassionante campionato suddiviso in tre gironi da 8 squadre e che coinvolge 10 regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Marche, Toscana, Lazio, Veneto, Sardegna, Sicilia, Puglia) sono Alessandro Fanfoni del Collecchio, miglior battitore attualmente della A Federale con 500 di batting average, e un veterano di grande prestigio – Yosvany Peraza – un mito del baseball cubano. Il vecchio “jonronero” di Pinar del Rio, arrivato trentaseienne a Castenaso, sta battendo con 481 di media: 13 su 27, con 12 singoli e 1 doppio, più 5 bb, 1 hpb e nessuno strikeout subìto. Percentuale slugging di 519. Grande e grosso, una mole alla… Big Papi Ortiz, Yosvany Peraza non ha ancora avuto l’opportunità di fare esplodere il suo giro di mazza e quella forza nelle braccia che l’ha reso famoso a Cuba. I lanciatori avversari, infatti, lo “giocano” sporco, con basi per ball oppure con palline lentissime che… non arrivano mai. Peraza – personaggio umile, paziente – si mette al servizio della squadra e, in attesa che arrivino le situazioni per “buttarla fuori”, si accontenta di produrre intelligenti battute di contatto. Il mitico “jonronero” di Pinar del Rio non si vergogna di battere dei singolini. L’importante è fare comunque qualcosa di utile. E lui ci riesce. Anche questo è un insegnamento.
WordPress Author Box
Maurizio Roveri

Giornalista professionista, nato il 26 novembre 1949 a Bentivoglio in provincia di Bologna. Ha iniziato la sua brillante carriera giornalistica come redattore di Stadio nel 1974 per passare poco dopo al Corriere dello Sport-Stadio, dove è rimasto fino al gennaio del 2004. E’ iscritto all’Albo dei giornalisti professionisti dal luglio del 1977. Al Corriere dello Sport è stato responsabile del basket e del pugilato nella redazione di Bologna. Capo rubrica per il Corriere dello Sport-Stadio del baseball, sport seguito fin dal 1969 come collaboratore di Stadio. Molte le sue esperienze da inviato a cominciare dai campionati mondiali di baseball del 1972 in Nicaragua, del 1988 in Italia, del 1990 in Canada, del 1998 in Italia, nonché alle Universiadi di Torino del 1970 e ai campionati Europei del 1971, del 1987, del 1989, del 1991, del 1999. Collaboratore del quotidiano “Il Domani di Bologna” per baseball, pugilato, pallavolo dal 2004 al 2007. Creatore del sito internet specializzato sul baseball Doubleplay.it e collaboratore dei siti Baseballitalia.it, Baseball.it e BoxRingWeb.it. Entra con l’inizio del 2012 nel gruppo editoriale di InLiberaUscita, ricoprendo la posizione di opinion leader e di redattore da Bologna. Nel marzo del 2012 è cofondatore del sito specializzato BaseballMania.it di cui oggi è coordinatore giornalistico.