I Pioniers guidati da Steven Van Gronigen superano i campioni d’Italia per 4-2

Pubblicato il giu 19 2014 - 9:45pm by Redazione Baseballmania

Niente da fare per la T&A contro i padroni di casa olandesi dei Pioniers, impostisi 4-2 a suon di valide (10 a 4) nonostante una prova solida sul monte da parte di Milvio Andreozzi (7 inning con 8 valide subite e 126 lanci). Titani spuntati in attacco contro le traiettorie del partente di Hoofddorp, Steven Van Groningen, che alla fine è risultato il pitcher vincente in 7 inning con solo 2 valide subite.

Gli olandesi sbloccano il risultato alla prima ripresa, ma la T&A può tirare un sospiro di sollievo per aver subito “solo” un punto. Dopo due out veloci, Andreozzi concede i singoli a Rombley e Rooi, poi la base a Moorman e anche a Duursma (punto dello 0-1 automatico). L’inning si chiude con la grounder di Flanegin su Mazzuca. Al 3° i Pioniers raddoppiano e il merito è di due doppi, quello di Rombley e quello di Moorman (0-2).

Vantaggio risicato, ma in attacco la T&A non produce davvero nulla e gli unici arrivi in base nei primi quattro inning sono rappresentati da Morreale (colpito al 3°) e Ramos (base ball al 4°). Per il resto Van Groningen domina e subisce la valida che rompe la no-hit solo al 5°, quando Mattia Reginato tocca un singolo a sinistra in apertura (ma Imperiali, Albanese e Morreale non riescono a farlo avanzare).

Al 6° Andreozzi si salva e, con tre in base e due out, lascia al piatto Draijer. Nella parte bassa della stessa ripresa San Marino dimezza lo svantaggio: Avagnina si guadagna una base ball, avanza in seconda su palla mancata e va a segnare sul puntuale singolo al centro di Jairo Ramos (1-2). Ci sono comunque due out a tabellone e l’inning si chiude con la rimbalzante verso la terza di Mazzuca che provoca l’eliminazione in seconda di Ramos.

Al cambio di campo, al 7°, gli olandesi ristabiliscono i due punti di margine grazie alla valida di Rooi (1-3) con Rombley in seconda (singolo e rubata). All’8° è tempo di avvicendamento sul monte con Andreozzi, autore di un’ottima prova, sostituito da Alessandro Ercolani. Il rilievo subisce il singolo da Flanegin e concede la base a Dirksen, con entrambi i corridori accompagnati in posizione punto dal sacrificio di Draijer. Croes indovina la valida che vale l’1-4, ma sull’azione arriva anche il terzo out in terza.

La T&A produce qualcosa in attacco al 9° sul closer Cornelisse, ma è troppo tardi. Arriva il punto del 2-4 (rbi di Reginato, Vasquez era in base con un doppio), ma non di più. Finisce con gli olandesi a festeggiare, il prossimo impegno di San Marino è fissato per domani alle 13 contro Nettuno.

 

T&A SAN MARINO – HOOFDDORP PIONIERS 2-4

PIONIERS: Croes 2b (1/5), Van’t Klooster (Clemensia) ed (0/4), Rombley ec (3/5), Rooi 3b (2/5), Moorman 1b (2/4), Duursma r (1/3), Flanegin (Williams) dh (1/4), Dirksen es (0/2), Draijer ss (0/2).

T&A: Macaluso ec (0/4), Avagnina es (0/3), Vasquez ss (1/4), Ramos dh (1/3), Mazzuca 3b (0/4), Reginato ed (2/4), Imperiali 2b (0/4), Albanese r (0/3), Morreale 1b (0/2).

PIONIERS: 101 000 110 = 4 bv 10 e 0

T&A: 000 001 001 = 2 bv 4 e 0

LANCIATORI: Van Groningen (W) rl 7, bvc 2, bb 2, so 4, pgl 0; Karel (r) rl 1, bvc 0, bb 0, so 1, pgl 0; Cornelisse (S) rl 1, bvc 2, bb 0, so 1, pgl 1; Andreozzi (L) rl 7, bvc 8, bb 4, so 1, pgl 3; Ercolani (r) rl 2, bvc 2, bb 2, so 0, pgl 1.

NOTE: doppi di Rombley, Moorman e Vasquez.