I New Black Panthers vincono lo scudetto battendo Fortitudo Bologna e Torre Pederera Falcons

Pubblicato il Set 30 2018 - 9:00pm by Redazione Baseballmania

Sono i New Black Panthers di Ronchi dei Legionari ad aggiudicarsi il titolo della categoria Under18, con 2 nette vittorie ai danni di UnipolSai Bologna e Torre Pedrera Falcons, completando un ciclo eccezionale per un gruppo di giocatori che, insieme, ha conquistato il titolo tricolore in 4 diverse categorie nel corso degli ultimi 7 anni.

Il match inaugurale per le finali U18 è un derby di grande intensità fra Torre Pedrera Falcons e Junior Rimini con i primi che prevalgono per 7-3 sulle ali di due inning da tre punti a metà partita. Inizio concitato tra le due squadre con lo Junior Rimini che passa in vantaggio immediatamente. Dopo un singolo e un errore su tentativo di pickoff, arrivano due valide di Samuele Zucconi e Riccardo Severi che sbloccano il match. I Falcons rilanciano con tre valide nel loro attacco d’apertura e un punto sul singolo interno di Scarpellini. Lo Junior va a segno anche nel secondo inning su una base su ball a basi piene, ma si ferma sul 3-1 nonostante le tre possibilità di allungare. L’inerzia del match cambia completamente dal terzo inning e i Falcons prendono in mano il confronto. Lucio Giovannini batte un singolo sul terza base, che sbaglia il tiro in prima e scatena le corse fra le basi. Sull’errore entrano due punti, poi su un altro tiro impreciso dell’esterno destro lo stesso Giovannini corre a casa per completare il sorpasso. Il cuore del lineup dei Falcons colpisce anche nell’attacco successivo contro il nuovo lanciatore Ridolfi. Il doppio di Giulianelli e un singolo di Ioli battono a casa due punti, poi è lo stesso Ioli che dà spettacolo sulle basi, rubando terza e casa base. Lo Junior Rimini non riesce a trovare soluzioni contro Tommaso Muccini che infila sei riprese inviolate senza valide subite.

La seconda partita di giornata si conclude con il successo dei New Black Panthers di Ronchi dei Legionari sulla UnipolSai Bologna per 12-2 in cinque inning. Si sente la tensione ad inizio partita per i felsinei e per il partente Pietro Perilli che colpisce i primi due battitori (saranno otto i colpiti a fine partita per i pitcher felsinei). Un errore del seconda base emiliano e il doppio da due punti di Daniele Di Monteproducono i primi tre punti della partita. La Fortitudo rientra in partita con tre valide consecutive e un errore dei giuliani che fruttano due punti, ma l’illusione della rimonta dura poco, poiché i New Black Panthers ingranano la sesta marcia con tre segnature, due su lancio pazzo e palla persa dal ricevitore e uno giunto sul singolo di Pasqualini. L’affondo decisivo dei ronchesi arriva al quinto inning. Dopo l’entrata di due punti, Stefano Nunin scarica un doppio che sparecchia le basi piene e successivamente segna il punto del 12-2. Marco Pizzolini, partente per la squadra di Ronchi dei Legionari, chiude tutte e cinque le riprese e sigilla la vittoria della sua squadra.

Black Panthers si aggiudicano quindi la finale per il titolo U18 contro i Torre Pedrera Falcons con un 8-3 senza troppi patemi.
In vantaggio fin dal primo inning, con un triplo da 2 RBI di Di Monte, i giuliani scavano un solco che si è poi rivelato incolmabile nella terza ripresa, nella quale, riempite le basi con 3 singoli a seguire e costringendo i romagnoli al cambio di Thomas Poggioli con Tomas Canuti sul monte, hanno poi concretizzato con altre 3 valide, mettendo in carniere 4 segnature.
Dopo la base a Giulianelli, è un triplo di Ioli nel quarto attacco a mettere i Falcons sul tabellone con il primo punto, arrotondato poi dallo stesso Ioli, grazie a un errore della difesa, sul 2-6.
I 2 punti sono recuperati dalle Pantere al sesto, grazie a un pasticcio difensivo degli avversari prima e a un singolo di Riccardo Bertossi poi.
I Falcons riempiono sacchetti, con 1 out, nella parte bassa della ripresa, ma la battuta di Muccini in diamante consente a Luca Furlani di assistere a Da Re per l’eliminazione di Ioli a casa base e la volata di Giovannini mette fine all’attacco romagnolo.
C’è ancora lo spazio per un’ultima segnatura dei romagnoli sul filo di lana, quando, a basi piene dopo 2 singoli, 1 errore difensivo e il K di Moretti, Giulianelli tocca in diamante e consente a Lo Conte di arrivare a casa base; la battuta gemella di Ioli verso Marco Furlani mette fine alla gara e fa esplodere la gioia delle Pantere.

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Mara 1 ottobre 2018 at 01:26 -

    Forse era carino menzionare il lanciatore della finale.

    • Rossodisera 2 ottobre 2018 at 02:18 -

      Giusto. Grandissimo CHUPA!!!!!!!!

  2. Fred 1 ottobre 2018 at 12:25 -

    Bravi ragazzi bel poker !!!! Esempio di gruppo coeso ed affiatato. Complimenti ai coach per aver realizzato quest’impresa memorabile . Ed adesso ad maiora .. sperando che chi di dovere sappia valorizzare le potenzialità di questo team .