Ecco la cronistoria del disastro che ha portato il S.Clemente in condizioni pietose.

Pubblicato il Feb 9 2015 - 6:37pm by Redazione Baseballmania

Caserta è una delle piazze da sempre appassionate al gioco del baseball e del softball. Facile il riferimento agli anni importanti della Serie A1 disputati dal Caserta quando giocatori del calibro di Aris Tirado hanno vestito la casacca della formazione campana. Come è facile fare riferimento alle grandi vittorie della squadra di softball pluricampione d’Italia. Oggi Caserta ritorna alla ribalta della cronaca del baseball purtroppo per un brutta notizia. Non c’è stata l’omologazione del campo di S.Clemente con la conseguente esclusione dei Falchi Caserta dal campionato di serie B Federale. La storia dell’impianto di S.Clemente è lunga e merita di essere ricordata.

Alla fine degli anni 80, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale, venne realizzato l’attuale stadio di baseball, che nel corso degli anni ha ospitato numerosi eventi anche internazionali.

Al momento la predetta struttura sportiva versa in stato di totale abbandono nonostante una società casertana abbia preso in gestione l’impianto con l’obbligo di renderlo praticabile e miglioralo di anno in anno, senza corrispondere alcun onere verso il Comune di Caserta, che doveva vigilare sul rispetto dei patti contrattuali.

In sintesi quanto si è verificato nell’ultimo biennio:

Il 27-07-2012 il Comune di Caserta concede in gestione l’impianto sportivo alla società casertana “Nove agosto immobiliare”, con l’obbligo di rendere fruibile l’impianto e di migliorarlo di anno in anno, sotto l’occhio vigile dell’amministrazione comunale.

Purtroppo dal quel momento e sino a tutt’oggi, l’impianto non è mai stato reso praticabile, anzi è aumentato lo stato di decadimento della struttura per la mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria. Sul territorio casertano esistono due associazioni sportive senza scopo di lucro, regolarmente iscritte al Coni e alla Federazione italiana di baseball, che si dedicano al gioco del baseball,  “Falchi Caserta” e “Rennets Caserta” e che per i motivi su esposti, dal 2012 ad oggi non hanno potuto svolgere le loro attività con regolarità, sia nel settore giovanile che agonistico di un certo livello.

Dopo vari e vani tentativi amichevoli fatti con il responsabile della società “Nove agosto immobiliare” al fine di riuscire ad avere il campo di baseball in condizioni idonee per la pratica sportiva, il 15-10-2013, il Presidente regionale della Federazione italiana di baseball, prof. Domenico Rotili, scrive al Sindaco di Caserta, denunciando lo stato di abbandono in cui versa l’impianto e lamentando l’impossibilità di svolgere le attività per le indecenti condizioni della struttura .

Con comunicazione del 06-11-2013, il dirigente dell’Ufficio sport del Comune di Caserta, dott. Francesco Delvino, intima alla società Nove agosto immobiliare di rendere il campo praticabile entro il 30-11-2013 come previsto dal contratto, ma resta tutto lettera morta.

Nei primi giorni di febbraio del 2014  l’Assessore allo sport, Stefano Mariano, con comunicazione scritta e protocollata, intima alla società Nove agosto immobiliare di eseguire i dovuti interventi entro il 30 marzo 2014, riferendo che in caso di inadempienza l’amministrazione comunale avrebbe preso i dovuti provvedimenti. Alla scadenza del 30 marzo nonostante non fosse stato eseguito alcun lavoro, non è stata nemmeno effettuata alcuna azione nei confronti della società gestore.

Viste le inadempienze, il Presidente regionale della Fibs, con due e mail rispettivamente del 4 e 7 febbraio 2014, sollecita il Sindaco ad intervenire. Quest’ultimo risponde il 10 febbraio successivo, comunicando di aver sentito il responsabile della società Nove agosto immobiliare, che gli aveva assicurato un intervento definitivo in breve tempo

L’inadempienza del gestore e dell’amministrazione comunale, costringono il Presidente regionale a scrivere, in data 17-05-2014, un’ulteriore lettera di denuncia dell’incresciosa situazione indirizzata all’Assessore allo sport del Comune di Caserta, Stefano Mariano. Ma anche questo tentativo non sortisce gli effetti desiderati.

In data 23-06-2014 c’è un vertice tra il Sindaco di Caserta ed il Presidente del Comitato Regionale Fibs Campania e al quale partecipa anche l’assessore allo sport, Stefano Mariano. In tale circostanza a seguito di quanto veniva denunciato e documentato con foto, veniva redatto un verbale in cui il Sindaco si impegnava a verificare gli obblighi contrattuali e le inadempienze

In data 01-07-2014 e 29-07-2014, è il Presidente Fraccari stesso a  scrive due richieste di intervento all’amministrazione comunale.

Ad oggi la struttura è in un totale stato di abbandono e degrado, con ferro arrugginito, rovi, spine ed erbacce che infestano tutta l’area, piove negli spogliatoi sottostanti la tribuna, ci sono muri che hanno ceduto ed altri pericolanti, parte della recinzione è stata abbattuta.

Arriviamo agli ultimi eventi che vedono il Presidente del CIBS, l’Ing.Sonnu effettuare l’ennesimo sopralluogo all’impianto casertano, constatando l’ulteriore perdurare della situazione di degrado che porta al non concedere l’omologazione per l’utilizzo del campo per il prossimo campionato di B Federale, con la conseguente esclusione dei Falchi dal campionato.

6 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. paolo palmieri 9 febbraio 2015 at 19:12 -

    Mi dispiace tanto…

  2. Francesco 10 febbraio 2015 at 11:36 -

    E’ l’ennesima dimostrazione di quanto la classe politica italiana sia incapace (quando non appare altrimenti).
    Dall’ottobre 2013 in poi, l’Amministrazione comunale che cosa ha aspettato per avviare la procedura amministrativa di revoca della convenzione per grave inadempienza contrattuale della società concessionaria ?.
    Una domanda sorge spontanea: l’area in questione, per caso, ha un rilevante valore immobiliare, tanto da essere interessante ai fini dell’eventuale dificazione ?.

  3. Vincenzo 12 febbraio 2015 at 09:25 -

    È una vergogna…..e pensare che chi ha la gestione dell’impianto fa parte del mondo del baseball/softball!!!

  4. Toro 12 febbraio 2015 at 09:35 -

    Forse il gestore all’epoca è entrato in questo mondo per altri interessi…altrimenti non riesco a capire il perché di tutto questo. Di sicuro se era un appassionato del nostro sport non sarebbe arrivato a tutto questo!!!

  5. ettore 12 febbraio 2015 at 14:41 -

    Grande presa x il c….

  6. Domenico 12 febbraio 2015 at 21:58 -

    ….È sempre e soltanto “spazzatura” !