Doppietta sul Paternò e primato solitario nel girone D. Supremazia netta della squadra di Trinci. 31 valide battute e solido monte di lancio

Pubblicato il Set 7 2020 - 4:59pm by Giovanni Colantuono

Il big match della A2 tra Safeway Nettuno e Paternò RedSox ha parlato chiaro. La squadra di Guglielmo Trinci è una corazzata impossibile da fermare. Contro i siciliani, che arrivavano allo scontro diretto con la leadership della classifica, il Nettuno ha dato una prova di forza schiacciante battendo 31 valide nei 15 inning totali giocati in attacco. Mentre sul monte di lancio, due complete, di Andrea Pizziconi (9 inning) e Rommel Gonzalez (7 inning) non hanno mai permesso al lineup del Paternò di entrare in partita. Il doppio confronto si è disputato nello stadio Steno Borghese reso agibile dal grande lavoro dei volontari del Nettuno Baseball City, un ritorno nello storico stadio di Nettuno anche con la presenza del pubblico.

Gara 1 si sbloccava nel secondo inning di gioco. Singolo di Mattia Mercuri e gran doppio di Oliver Van der Wijst, sul sacrificio di Federico Giordani era Mercuri a segnare il punto del vantaggio nettunese. Nell’inning successivo i singoli di Soriano e Van der Wijst (2 RBI) portavano il parziale sul 4-0.

Andrea Pizziconi era praticamente intoccabile per l’attacco dei Red Sox che in sei inning riuscivano a battere solo tre valide sul partente nettunese. Il pomeriggio allo Steno Borghese era invece complicato per il partente del Paternò Giuseppe D’Ignoti. Un punto nel quarto inning, battuto a casa dal singolo di Mineo, e due nel sesto con due doppi di Mazzanti e Mineo ed il singolo di Mercuri, portavano il risultato sul 7-0.

Nel settimo inning arrivava l’unico acuto dei siciliani. Tre singoli, di Maldonado, Fallica e Russo portavano a casa due punti. Troppo pochi per tentare di rientrare in partita. Al cambio di campo, le valide di Giordani e Sellaroli, con il sacrificio di Ambrosino, fissavano il risultato sull’8-2.

16 le valide totali del Nettuno. Andrea Sellaroli 3 su 5, Oliver Van der Wijst 2 su 4 con 2 RBI, Alberto Mineo 2 su 5 con 2 RBI, 2 su 4 anche per Mario Trinci e Paolino Ambrosino e 2 su 5 per Mercuri.

In Gara2 confronto sul monte di lancio tra Rommel Gonzalez e Ruben Hernandez. Se per il nicaragunese del Nettuno la gara è stata senza grossi problemi, per il cubano del Paternò iniziava invece in salita. Erano infatti 4 i punti che lo scatenato attacco nettunese portava a casa nel primo inning di gioco.

Aprivano i singoli di Ambrosino, Soriano e Mineo. Il doppio dell’olandese Van Der Wijst completava l’opera ed il parziale era subito di 4-0! Nel terzo inning botta e risposta. Il singolo di Frank Hernandez portava a casa Diego Russo, il singolo di Giordani valeva il punto segnato da Soriano.

Nel quarto attacco l’ultimo sussulto degli ospiti. Doppio di Omar Hernandez che segnava il secondo punto dei Red Sox grazie a due groundball di Maldonado e Botta. Nella seconda parte del quinto apriva Mario Trinci con un doppio e veniva spinto a casa dallo scatenato Giordani con un singolo. A quel punto Salvatore Sciacca rilevava il partente Ruben Hernandez e il nuovo entrato incassava il singolo di Sellaroli e la groundball di Sparagna che valevano il 7-2.

La gara si chiudeva prima del limite al settimo inning con l’attacco nettunese che diventava esplosivo. Solo homer di Giordani, doppio di Sellaroli e homer da due punti di Vinicio Sparagna. Russo rilevava Sciacca e metteva subito due corridori in base per ball, poi il doppio di Soriano e il colpito su Origlia riempivano le basi. Altro rilevo sul monte con Ricardo a rilevare Russo, il nuovo entrato passava in base per ball Mercuri e la gara si chiudeva con i 5 RBI che portavano il fissavano il finale sul 12-2.

Supremazia dunque netta del Nettuno BC 1945 che ha messo in campo una squadra come sempre aggressiva e solidissima sul monte di lancio. Le due vittorie sul Paternò consegnano la vetta solitaria in classifica al Nettuno nel girone D della A2, quando mancano tre turni e sei gare alla fine della regular season, è più che una seria ipoteca alla qualificazione per i playoff!

Foto del fotografo Fulvio Vecchiarelli

 

WordPress Author Box
Giovanni Colantuono

Nato a Nettuno. Ha iniziato la carriera giornalistica nel 1991 nell’emittenza televisiva privata come autore e conduttore della rubrica settimanale sul baseball Casabase. Allievo del Piccolo Gruppo di Giornalismo Radio-Televisivo di Michele Plastino, ha poi collaborato con il quotidiano Il Tempo e con varie agenzie di stampa. Radiocronista di Idea Radio ed autore di due film reportage sulla Coppa Campioni di Parigi del ’91 e dell’Europeo del ’91. E’ stato per tre anni addetto stampa del Nettuno e collaboratore dei siti BaseballItalia.it e Baseball.it.. Nel marzo del 2012 è cofondatore di BaseballMania.it di cui è l'editore e il Direttore Editoriale.

Like us on Facebook
Giovanni Colantuono

Follow me on Twitter
Follow @https://twitter.com/g_colantuono on Twitter
Giovanni Colantuono

1 Commento Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Max 7 settembre 2020 at 18:58 -

    Gran belle partite disputate la squadra ha giocato da grande squadra con autorità e dimostrando tutto il suo esplosivo valore