Piccole realtà crescono

Pubblicato il Gen 14 2020 - 12:17am by Allegra Giuffredi

Le Feste ormai sono terminate e adesso dobbiamo tornare nei ranghi.

E siccome l’anno durerà dodici mesi, come di consueto e sarà bello lungo come al solito, ho deciso che tra un qualche tempo, farò una trasferta in quel di Trento, ma, perché ve ne sto parlando?

Perché guardando la mappa della città per meglio orientare le visite cittadine che farò, sia in piano che sottoterra, oltre che alle note Cantine Ferrari, che rappresentano uno tra i migliori spumanti italiani nel mondo, mi è capitato di vedere la sagoma inconfondibile di uno stadio di baseball e allora è scattata la curiosità.

Quando ci andrò, a visitarlo personalmente, vi racconterò com’è dal vivo, sperando di “beccare” anche un incontro, ma prima, come al solito, mi sono comunque voluta documentare e collegandomi al sito ufficiale dei Lupi trentini www.baseballtrentoasd_lupi.it ho scoperto che: “… La giovane società sportiva dilettantistica Trento Baseball nasce su iniziativa di alcuni genitori di ragazzi praticanti questo sport da noi poco diffuso. Per questo la finalità principale della società è quella di promuovere l’attività del baseball nella nostra regione principalmente tra i giovani. Il baseball ha infatti una grande valenza didattica nello sviluppo degli schemi motori di base e delle capacità coordinative, ma anche al rispetto delle regole (abbondanti in questa disciplina, dove le decisioni dell’arbitro sono incontestabili), che si inseriscono in un contesto di visione dello sport come sana abitudine di vita e di positivo inserimento sociale. La società Trento Baseball ASD parte con oltre 40 atleti che le consentono di formare 4 squadre suddivise per fasce di età. Già dal primo anno di attività abbiamo intenzione di organizzare diversi tornei a livello regionale ed interregionale, in particolare con il vicino Veneto, dove sono attive parecchie società. In questo sport è consuetudine organizzare concentramenti di squadre in diversi luoghi, sia d’estate che d’inverno, dove si svolgono più partite nella stessa giornata, dove è forte lo spirito di aggregazione e di festa.”

Imbattermi a leggere di questa realtà che ha squadre dall’Under 12 alla serie C, mi ha fatto davvero piacere, perché, come si legge, è alimentata dalla semplice passione di alcuni genitori e quindi riprende molto di quanto osservato a corredo delle mie ultime considerazioni natalizie.

Perché il nostro sport, possa vivere e non solo sopravvivere, bisogna assolutamente stimolare il pubblico a parteciparvi sportivamente e la realtà trentina mi ha fatto pensare per il meglio.

Di queste piccole realtà, ce ne sono diverse in Italia ed anche in regioni che tradizionalmente, magari non sono aduse al baseball più conosciuto, ma che esistono e fanno tanto bene al movimento.

E allora piccole e medie realtà di baseball italiane, fatevi sentire e vedere! Raccontatevi e fatevi raccontare: usate i media locali, le reti amicali e tutto ciò che può produrre interesse e pubblico. Anche questa è una strada, magari un “viottolo” impervio e pieno di buche, ma se intrapreso, perché nel baseball italiano ci vuole più intraprendenza, qualche risultato, arriverà: garantito!

Go italian Baseball!

WordPress Author Box
Allegra Giuffredi

Nata a Parma quarantaquattro anni fa e bolognese d’adozione da più di venti, è laureata in Scienze Politiche e lavora come funzionario pubblico. Appassionata di baseball, segue la Fortitudo da una decina d’anni e da sette scrive su “Fuoricampo”, ossia sul notiziario della Fortitudo Baseball, articoli di costume su tutto ciò che contorna il mondo del “batti e corri”. Segue anche la MLB e in special modo la squadra dei Chicago Cubs, sulla quale spesso si intrattiene con aneddoti ed altre amenità.

3 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. luigi 14 gennaio 2020 at 10:51 -

    Brava Allegra per aver dato un po di spazio e notorietà a una piccola realtà come quella di Trento che tuttavia esiste dagli anni 70 (idem Bolzano)….. Il vero baseball italiano è fatto di tanta serie C e tanto volontariato nei settori giovanili. E’ vero che è importante sapere chi giocherà al posto di Ferrini alla F o quante squadre di Nettuno giocheranno in A1 e con quale ragione sociale o storia, ma se non sappiamo nulla del Collecchio, di Torino, di Macerata per il prossimo anno, a chi frega di Trento, San Bonifacio, Padova, Vicenza, Rovigo…. Sarebbe anche compito di chi fa informazione dare luce a un o tutto il movimento e non alle solite 4. Un saluto.

    • massimo moretti 16 gennaio 2020 at 10:18 -

      in realtà come Baseballmania.eu e sul gruppo Facebook Casabase diamo molto risalto alle così dette piccole realtà, lo scorso anno ho lanciato insieme a Pietro Striano, delle interviste presentazione chiamate italian minor league revolutions che puoi trovare su baseballmania su le realtà come RedFoxes, Taranto , Cosenza, Ferrara ed anche una francese con i Grenoble e spero di continuare. Ma come le società vanno avanti con il volontariato, anche noi, che non siamo professionisti, e riusciamo a non avere il tempo di seguire tutti anzi ci piacerebbe personalmente avere notizie maggiori da ogni società.

  2. Mah 15 gennaio 2020 at 08:14 -

    Trento a livello giovanile è già un’ottima realtà e per esempio anche quest’anno nel bellissimo palasport cittadino organizzerà una delle finali della Winter League, il campionato indoor giovanile che a livello di diffusione nel territorio italiano è indubbiamente il più importante. A livello mediatico fa riflettere il fatto che eventi così importanti ma non curati direttamente da Fibs (che in pieno inverno non penso abbia tanti eventi live da raccontare) non venga dato il risalto che meritano. Sul sito winterleague.it è possibile avere tutte le news aggiornate.